OSTELLATO: COPPA DEL CENTENARIO PAIOLI. L’ONDA AZZURRA SI TRASFORMA IN TSUNAMI

OSTELLATO: COPPA DEL CENTENARIO PAIOLI. L’ONDA AZZURRA SI TRASFORMA IN TSUNAMI

L’evento “Coppa del centenario Paioli”, è terminato nel migliore dei modi con la seconda manche disputata sul Circondariale all’interno delle Vallette domenica 31 luglio 2011.

La famiglia Pirazzini ha voluto chiamare a raccolta le tante società sponsorizzate Maver (Manifattura Vetro Resina questo il significato di MAVER) oltre a tanti altri partecipanti che hanno onorato con la loro presenza questo giorno di festa dell’azienda Bolognese.

L’azienda Paioli nasceva cento anni fa in un negozietto a Bologna nel quale si vendevano accessori per biciclette e poi via via, nel corso degli anni, è stata trasformata in una multinazionale nel campo delle attrezzature da pesca.

La pesca, è stata la grande passione del fondatore della Paioli, Luciano Pirazzini (nella foto) il quale ha a sua volta ha introdotto tutta la famiglia nella conduzione di questa impresa italiana che copre commercialmente ormai tutti i paesi d’Europa.

Addirittura nel Regno Unito è stata costituita la Maver U.K. con partecipazione al 75% della famiglia bolognese.

La due giorni del centenario Paioli si è conclusa presso un edificio a pochi chilomentri da Ostellato dove oltre al pranzo offerto dall’azienda sono state realizzate le premiazioni dei vincitori.

La stampa specializzata era tutta presente con il sottoscritto a rappresentare Match Fishing, Pesca In e Noi Pescatori oltre a Stefano Bastianacci per il TG Fipsas e Jhonatan Paolicchi per il sito Pescare On Line.

Alla competizione, hanno partecipato 300 concorrenti suddivisi in squadre, e tra queste alcune rappresentative nazionali straniere.

L’Italia con le due squadre formate dai componenti ufficiali della nazionale ha “saccheggiato” il canale vincendo la prima manche del sabato e replicando anche in gara due. “abbiamo fatto tutto quello che avevamo deciso durante le prove – spiega Rudi Frigeri CT della nazionale – socializzando tutte le impressioni che avevamo maturato nei giorni di prova.

Inutile negare che questo canale i nostri ragazzi lo conoscono molto bene e quindi la nostra vittoria nasce proprio da un mix di sfumature che ognuno ha messo a disposizione del gruppo.

La forza del gruppo – aggiunge Frigeri – è stata la nostra arma in più, nonostante le polemiche circolate nei giorni scorsi, anzi per certi versi devo dire che ci siamo compattati ancora di più e nelle due gare lo abbiamo dimostrato”.

E’ proprio vero, gli uomini che compongono la nostra nazionale hanno dimostrato di avere le idee chiare e anche chi la maglia azzurra l’ha vestita per la prima volta, come nel caso di Marco Solfanelli di Perugia, ha ottenuto risultati straordinari.

Questo significa che anche nella pesca, nonostante sia uno sport a vocazione fortemente individuale, le strategie di gruppo se assimilate e socializzate possono diventare vincenti.

Quindi bravi a tutti i ragazzi che hanno pescato, Umberto Ballabeni, Ferruccio Gabba, Luigi Sorti, Stefano Defendi, Stefano Premoli, Andrea Fini, Marco Solfanelli, Massimo Vezzalini, Moreno Ravaglia e Jacopo Falsini e bravi ai CT, Rodolfo Frigeri e Adriano Fumagalli, i quali si sono prodigati per dispensare consigli utili nei momenti di difficoltà ai nostri campioni.

Per la Federazione era presente Antonio Fusconi come sempre super attivo nel gestire tutta la parte burocratica delle classifiche.

La gara viene vinta quindi dalla squadra A della FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA con 11 penalità seguita dalla squadra B della FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA con 15 penalità, mentre il terzo gradino del podio è andato alla squadra A della ASD G.P.O. Imolese (Tubertini) di Bologna con 23 penalità.

A livello individuale vogliamo segnalare una griglia di pescatori, con in testa il bravissimo GALLETTI Davide dell’Alto Panaro (Sensas Stonfo) di Modena, i quali chiudono questo evento di due gare vincendo i propri settori sia al sabato che alla domenica

Quindi dopo Galletti nella classifica con 2 penalità troviamo:

2 GABBA Ferruccio FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA

3 SOLFANELLI Marco FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA

4 FINI Andrea FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA

5 BULGARINI Luca Alto Panaro (Sensas Stonfo)

6 FAGGION Mirco A.S.D. Team Maver Bologna

7 GOVI Gino SPS Gatto Azzurro (Colmic)

8 FERRARINI Gionata Lenza Emiliana (Tubertini)

9 FALSINI Jacopo FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA

10 DEFENDI Stefano FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA

11 BALLABENI Umberto FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA

Nelle prossime ore potrete visualizzare su questa pagina le interviste e tante foto dei momenti salienti della manifestazione sportiva.

COPPA DEL CENTENARIO

statistiche 31 luglio 2011 Ostellato

VISUALIZZA IL FILMATO

LA SQUADRA A DELLA NAZIONALE ITALIANA 1 CLASSIFICATA

LA SQUADRA B DELLA NAZIONALE ITALIANA 2 CLASSIFICATA

LA SQUADRA A DELLA GPO IMOLESE TUBERTINI 3 CLASSIFICATA

DAVIDE GALLETTI 1 CLASSIFICATO CON 24750 GRAMMI

FERRUCCIO GABBA 2 CLASSIFICATO CON 23940 GRAMMI

MARCO SOLFANELLI 3 CLASSIFICATO CON 23890 GRAMMI

IL PODIO DEGLI INDIVIDUALI

IL TAGLIO DELLA TORTA DEL CENTENARIO CON LA FAMIGLIA PIRAZZINI

GALLETTI PREMIATO DAI PIRAZZINI

ANTONIO FUSCONI RICEVE LA COPPA DEL CENTENARIO

LUCA BULGARINI E DAVIDE GALLETTI DUE GARE D’AUTORE

LUCIANO PIRAZZINI FONDATORE DELLA PAIOLI

BALLABENI SEMPRE IN GRANDE FORMA

FALSINI ASSISTITO DAL CT FRIGERI

UNA BELLA BREME

GINO GOVI DUE PROVE D’AUTORE

DAMIANO SPERONI DELLA NAZIONALE DISABILI UN GRANDE 2 DI SETTORE AL PICCHETTO A9: GRANDE!

MARCO SOLFANELLI CON LA GRANDE PESCATA AL PICCHETTO A10 CON 18820 GRAMMI: GRANDE!

CI SONO ANCH’IO

MOVIMENTI D’ACQUA

LA CANNA E’ IN TIRO

LAVORI FORZATI PER FALSINI PER SALPARE IL SILURO “BELGA”

UN BEL SILURO CATTURATO DOPO LA GARA DA UN BELGA

LA NAZIONALE DI SAN MARINO DURANTE IL PRANZO

MASSIMO SELVA GIA’ VICE CAMPIONE DEL MONDO A SPINADESCO E PIERO FABBRI CT DELLA NAZIONALE DI SAN MARINO PER IL PROSSIMO MONDIALE

LA NAZIONALE ITALIANA DURANTE IL PRANZO

UN MOMENTO DEL PRANZO

IL GRUPPO COMPLETO DELLA NAZIONALE ITALIANA

ALBERTO NERI DURANTE LE FASI DELLE PREMIAZIONI