ECCELLENZA NORD: VINCE LA PROVA DEL FISSERO LA LENZA EMILIANA TUBERTINI

ECCELLENZA NORD: VINCE LA PROVA DEL FISSERO LA LENZA EMILIANA TUBERTINI

Oggi sul Fissero nei campi gara di Garolda e cavecchia è andata in scena la terza prova dell’Eccellenza Nord.

Finalmente i campionati si rimettono in moto dopo la parentesi del fermo gare a causa del terremoto.

A breve in questo articolo troverete il commento di Luca Caslini ovviamente con le foto dei protagonisti.

classifica 3 prova eccellenza nord

classifica dopo 3 prova eccellenza nord

settori 3 prova eccellenza nord

statistiche 3 prova eccellenza nord

 

IL COMMENTO DI LUCA CASLINI

Partiamo subito col dire che è stata una gara durissima.

Anche se nella giornata di domenica un po’ di vento ha dato sollievo agli agonisti impegnati in questa prova, nel complesso questo week end di gara e prove è stato davvero massacrante dal punto di vista fisico, soprattutto per chi come me ha pescato in Garolda ed ha dovuto affrontare oltre al caldo la ripida discesa coperta di rovi che porta al campo di gara.

Fatta questa premessa passiamo subito a dire che, come sempre, la gara del Fissero è stata particolarmente tecnica ed ha premiato che ha saputo interpretare meglio la pesca.

Sia in Garolda che a Ca’ Vecchia il cruccio di ogni pescatore era evitare i tremendi goujon che divoravano letteralmente il ver de vase e, quando venivano allamati, erano sempre esemplari di pochi grammi, inutili quindi ai fini della classifica.

La differenza fondamentale è stata nella corrente: infatti a Ca’ Vecchia i pescatori hanno potuto pescare con lenze più leggere, dal grammo ai due grammi, mentre in Garolda l’acqua andava abbastanza forte e non è stato raro vedere lenze da tre o quattro grammi.

Le catture principali sono state le solite breme da circa un etto di peso ma stavolta la novità è stata che in Garolda sono uscite delle “bremone” enormi, da oltre due chili di peso.

Ne sa qualcosa Enrico Landi del GPO Imolese Tubertini che ha portato alla pesa due esemplari davvero enormi, sicuramente sopra i quattro kg.

Vince questa prova la Lenza Emiliana Tubertini squadra A con 9 penalità, ma L’Oltrarno Colmic non molla e si piazza al terzo posto di giornata con 12 penalità.

In mezzo al “derby dell’appenino” si infila la ASD Noi che conquista un ottimo secondo posto con 11 penalità.

Inutile a dirsi che anche nella classifica progressiva è ancora derby con L’Emiliana davanti a 27 penalità seguita a ruota dall’Oltrarno con 35 e la Ravanelli Trabucco subito dietro a 45.

Prossimo appuntamento in Fiuma a settembre con doppia gara sabato-domenica, lì si recupererà la prova del Lama rinviata a causa del terremoto e finalmente sapremo i nomi dei finalisti e, ahimè, quelli dei retrocessi.

Da Barbasso per Match Fishing

Luca Caslini

lenza emiliana tubertini 1° soc. classificata

oltrarno colmic sq. A 3° class