GALLEGGIANTI DA BREME DEL TEAM BAZZA

GALLEGGIANTI DA BREME DEL TEAM BAZZA

BAZZA TRIS OK

 

Con l’approssimarsi della nuova stagione agonistica, fervono i preparativi per le prime, importanti competizioni di calendario.
Le lenze per le breme sono quelle che ormai riempiono per la maggioranza i panchetti degli agonisti; la scelta della forma più adeguata é una condizione ineludibile per ottenere buoni risultati. Il Team Bazza ha selezionato alcune forme, tra le quali una delle più importanti è sicuramente quella a fiaschetto, con il collo rastremato perfettamente con l’antenna. Vediamo nel dettaglio le tre principali serie Team Bazza per acque ferme o lente.

 

K 16 e K 18

 

K 16 ridotto

K18 ridotto

Modello spiccatamente di indirizzo agonistico, presentato per l’occasione in due versioni contraddistinte dalle sigle K16 e k18.
La forma a fiaschetto con il collo sottile ed allungato fino a rastremarsi perfettamente con l’antenna denuncia la vocazione alla pesca di grande precisione, in acque ferme o in leggerissimo movimento, indirizzata alla cattura di pesci sospettosi e che mangino anche in starata, quindi breme e similari.
Il materiale di produzione del corpo é la balsa di alta qualità; sotto al classico anellino passafilo in acciaio é ricavato il foro interno per il passaggio della lenza, adeguatamente protetto da una guaina morbida. La deriva in entrambi i modelli è in carbonio, di diametro assai contenuto.  La differenza sostanziale tra le due versioni, oltre che nell’estetica, consiste nel differente materiale con il quale sono realizzate le antenne, spiccatamente lunghe in entrambe le serie come si conviene a modelli destinati ad una pesca di grande sensibilità, magari anche in condizioni di vento trasversale:
nella serie K16 ci si è affidati al carbonio anche nella parte segnalatrice del galleggiante, perfettamente colorate in rosso e giallo fluo e di diametro adeguato per una visibilità ottimale. La colorazione del corpo é in nero opaco, estremamente tecnico, con riga  bianca sul collarino che evidenzia meglio la starata;
nella serie K18 l’antenna è realizzata in fibra di vetro a pasta bianca, anche questa ottimamente colorata in rosso e giallo fluo, ben visibili anche in condizioni difficili. La colorazione del corpo é opaca, screziata in nero e grigio, anche in questo caso con riga bianca orizzontale sul collarino per evidenziare meglio la starata.
La differenza tra le due antenne, carbonio e fibra di vetro, consiste nel peso di questo fondamentale componente del segnalatore e nella portanza, che ne differenzia leggermente l’azione di entrata in pesca.
Per entrambe le serie sono realizzati 6 modelli delle misure da g. 0.30 – 0.50 – 0.75 – 1 – 1.50 – 2

 

K 20

 

K20 ridotto

Il modello K20 della serie K a marchio Team Bazza completa l’ideale trittico specifico per la pesca delle breme in acque ferme e le competizioni in genere che comprende anche le versioni K16 e K18.
Di queste serie presentate di recente la versione K20 mantiene il corpo in balsa selezionata, sagomato a fiaschetto con il colletto estremamente sottile e rastremata sulla base dell’antenna, perfetto per evidenziare anche le starate più delicate.
L’antenna é in fibra di vetro a pasta bianca, lunga per un ottimo controllo anche in caso di vento e perfettamente colorata per una visibilità buon in ogni occasione.
La differenza con i modelli similari K16 e K18 é nella deriva, in metallo, per gli estimatori di questo particolare costruttivo e, comunque, per tutte le situazioni in cui occorre avere una maggior stabilità ed una entrata in pesca più rapida.
Anche in questo modello oltre al rituale anellino passafilo è presente la sede per far scorrere la madre lenza internamente al corpo.
Disponibile nelle misure da g. 0.30 – 0.50 – 0.75 – 1 – 1.50 – 2