FEEDER FISHING IN CARINZIA – IL VIDEO DELLA DRAVA

FEEDER FISHING IN CARINZIA – IL VIDEO DELLA DRAVA

Finalmente disponibile il primo video dell’avventura di Tubertini Feeder nella spettacolare Carinzia, terra ricca di acque critalline ed incontaminate.

In questa prima puntata abbiamo affrontato uno dei più bei e grandi fiumi dell’Austria: la Drava Grande, con la cattura di splendidi esemplari di Nasen, Bremone e per finire un bellissimo salmerino, buona visione!!!!

Il REPORTAGE

I duecento laghi balneabili, la cui temperatura dell’acqua in estate raggiunge e supera i 28°, il bellissimo fiume Drava con i suoi affluenti, il clima mite al sole del versante meridionale delle Alpi Carinziane, il paesaggio di rara bellezza con montagne svettanti e dolci profili collinari, la grande varietà dell’offerta per il tempo libero ma sopratutto la ricchezza culturale della zona dell’Alpe Adria, fanno della Carinzia il sogno di ogni pescatore.

paesaggi 11

paesag3

Per farvi conoscere a fondo la Carinzia, in occasione del Tour di Tubertini Feeder, in onda su ItalianfishingTv canale 811 di Sky, abbiamo esplorato alcuni emozionanti itinerari di pesca lungo il più grande fiume del paese la Drava, per spostarci poi sulle rive di alcuni laghi, presenti in questa terra ricca di acque cristalline e incontaminate.

drava

Trovare un periodo ad hoc in questa strana estate, con un’alternanza imprevedibile di giornate di sole a pioggia battente e freddo, è stato veramente difficile.
Infatti, sabato 30 agosto una rapida consultazione alle previsioni, che davano temporali nella giornata di domenica, e per non rischiare di trovare il grande e imponente fiume in pescabile, con Stefano, compagno di quest’ avventura e Gianluca, il bravissimo operatore di Italianfishingtv, decidiamo di anticipare la partenza. Scelta che si rileverà azzeccata per la pescata, sbagliatissima per la viabilità, è l’ultimo weekend di agosto che coincide con il grande rientro, la voglia di pescare in questo paradiso è tanta, che nemmeno due giorni di viaggio ci avrebbero fermati, per la cronaca le previste sei ore di viaggio sono diventate dieci.

Siamo finalmente in Austria e per essere precisi in una delle più belle riserve della Carinzia, gestita in modo encomiabile dalla famiglia Gargantini, una famiglia che da circa ventidue anni offre a ogni pescatore, e non solo, la tipica calorosa e cordiale accoglienza italiana, un esempio da seguire forse anche in Italia, perché a parere di chi scrive, la gestione ad associazioni, società o privati di alcuni tratti dei nostri fiumi o laghi, potrebbe, il condizionale è d’obbligo, risolvere tantissimi problemi in cui versano le nostre acque, dal bracconaggio all’inquinamento, ma il tema è cosi delicato che meriterebbe una discussione a parte, torniamo quindi a parlare di pesca.

hotel2

Come anticipato, la prima giornata la dedichiamo alla Drava, che si fa trovare in grande forma, con un’acqua verde smeraldo, il livello è basso perché essendo domenica, cosi come ci spiega Francesco Gargantini, che ci accompagnerà in questa trasferta carinziana, la diga è chiusa.

drava 2

la drava

E’ la prima volta che affrontiamo questo fiume, per questo motivo prima di partire abbiamo raccolto alcune info utili, che ci aiuteranno a non affrontare completamente al buio la sessione di pesca.
Stefano ha portato con sé la serie completa Telica e Focalize, nella versione da 80 e 100 grammi, mentre io ho optato per le nuovissime Concept Feeder, top di gamma della stagione 2015, disponibili a breve, poi ho portato con me le immancabili Trinity nella versione Medium-Light, e per la pesca in corrente con pasturatori sostenuti, oltre i cento grammi la Next Generation Strong River, una canna potente ma gradevole nel recupero dei pesci.

drav

dra

stefano

focalize

La vasta gamma di pasturatori Tubertini a disposizione, ci ha dato sicurezza nell’affrontare qualsiasi situazione e qualsiasi spot di pesca, nella foto alcuni usati in Carinzia.
Per quanto concerne le pasture, anche in questo campo siamo andati sul sicuro, una pastura salata al formaggio per insidiare Nasen, Barbi e cavedani la “Cavedano Barbo Savetta”, una dolce la “Carpa Tinca” e la “Hi Pro Carp” di VDE, e per le breme e i gardon la “Gold Pro Breme” e la “Turbo”.

pasturatori

pasture

Sull’esito della prima uscita lascerei parlare alcune foto e le immagini del primo filmato del mini tour in Carinzia, che andrà in onda su Italianfishing Tv a breve, e sicuramente potranno far rivivere nel modo migliore le tantissime emozioni, che questi luoghi ci hanno regalato in questa tre giorni di pesca nelle splendide acque della Carinzia.
Prima però un doveroso ringraziamento a tutta la famiglia Gargantini per l’ospitalità, la cordialità e l’accoglienza che ci hanno riservato, facendoci sentire come a casa, tra l’altro la struttura ricettiva “Aktiv Hotel Gargantini” è stata creata a misura di pescatore, con un locale frigo dove poter custodire le esche, una sala caldaia dove poter far asciugare eventuali panni o attrezzature bagnate, un’ampia sala con tutto il necessario per costruire le montature o per una breve manutenzione dell’attrezzatura.

hotel 4

20140903_125447

Il tutto in un ambiente che ci fa respirare in ogni istante la passione per la pesca, in un atmosfera difficile da descrivere, ma felici di averla assaporata, dopo averla per tanto tempo sognata.

Prima di lasciarvi alle immagini un saluto da Peppe e Stefano direttamente dalla Piramide alta 70 metri e dalla quale si può ammirare in tutta la sua bellezza questa terra ricca di acque…

piramid

 

 

paesag

20140903_110531

appuntamento alla seconda parte di Feeder Fishing in Carinzia…

Stefano con un bellisimo Nasen

nasen 1

nasen stefano

Le breme della Drava

breme peppe 3

breme 8

breme 2