GALAXY FEEDER 2016: IL VIDEO DEL TEST CON BIG FISH

GALAXY FEEDER 2016: IL VIDEO DEL TEST CON BIG FISH

Dopo la prova in pesca, con le belle orate del Porto Corsini, insieme con l’amico Claudio Giaconi abbiamo deciso di trascorrere una giornata di pesca in un bellissimo laghetto sito in località Montelupone, popolato da tantissimi carassi, breme, cavedani e soprattutto da carpe selvatiche over size, obiettivo della nostra sessione di feeder fishing per un nuovo impegnativo test delle Galaxy Feeder, la nuova serie di canna da feeder, disponibile a fine stagione, inizio 2016.

lago san firmano 1

lago san firmano

Nell’occasione testeremo anche i nuovissimi inneschi Concept Baits, disponibili in tre versioni Betaine Boiles, Bread Boiles e Sponge Baits, ognuna delle quali agli svariati aromi come strawberry, garlic, honey, robin red, banana, scopex e relativi Dip.

contenitore
La giornata è soleggiata e al nostro arrivo i salti fuori dall’acqua di alcuni bellissimi pesci, ci fanno preferire una partenza a floating feeder con i chummers di Nisa, per passare poi nel corso della giornata, al method con pasturatori Round Inline di Tubertini.

Come pastura prepareremo la Fondo Big, bagnandola con poca acqua per la prima fase, in modo da far rimanere le sue particelle il più possibile in superficie, aumentando invece la quantità acqua per il method, per ottenere un composto più omogeneo che rimanga attaccato al feeder in fase di lancio, e che agisca solo quando avrà toccato il fondo del lago.
Dovendo testare le nuove Concept Baits monteremo gli ami con occhiello della serie 229-871 con hair rig, utilizzando come monofilo il Momoi Soflex nei diametri 0,16-0,18, sul quale alterneremo i nuovi inneschi con la speranza di indovinare quello più gradito ai pesci di questo invaso.

Dopo una decina di lanci ravvicinati per pasturare la linea di pesca, sita a circa trenta metri da riva, decidiamo di innescare una doppia Betaine Bolies all’aroma di miele,

doppio innesco miele

il tempo di appoggiare la Galaxy sul feeder arm, e la canna si curva gradualmente, quasi al rallentatore, segnale inconfondibile che un grosso pesce ha già abboccato, in questo caso è sconsigliato ferrare, basta sollevare la canna e iniziare il combattimento, che non vi racconterò poichè Claudio, avendo intuito che trattavasi di un over size, ha ripreso il tutto con il mio cellulare, scusandoci in anticipo per la qualità delle immagini, ecco il video…

Dopo svariate catture di altri esemplari di carpe, carassi e breme, e dopo un breve break per una veloce merenda, come annunciato siamo passati alla tecnica del Method con i pasturatori Round Inline, alternando le esche galleggianti, le Sponge Baits all’aroma Strawberry, alle Bread Boiles agli aromi dolci, aumentando il loro potere attrattivo con i relativi Dip.

pellet galleggianti

dip per pellet

Scelta risultata azzeccatissima, perché prima Claudio e poi il sottoscritto hanno rimesso alla frusta la Galaxy con il recupero di due altri splendidi esemplari di Carpa Specchio, promuovendo a pieni voti questa nuova serie di canne da feeder , avendo brillantemente superato anche il test Big Fish.

azione galaxy 1

claudio con carpa

azione galaxy 2

azione galaxy

carpa 2

rilascio carpa

rilascio