A FEEDER E METHOD CON REACTOR BAITS

A FEEDER E METHOD CON REACTOR BAITS

d2 (FILEminimizer)

 

Con l’avvento del Feeder e del Method Feeder, molte aziende si sono attrezzate nel proporre diverse tipologie di pasture, mini boilies e pellets e vari additivi per questa nuova e catturante disciplina, fra queste non poteva esimersi la Paioli Sport S.r.l – Maver Italia che con il marchio Reactor Baits propone una vasta gamma di prodotti d’ottima qualità inerenti al Carpfishing e non ultimo il Feeder sia agonistico sia amatoriale il quale sta conoscendo un crescendo continuo.
Vista la collaborazione con Maver nel settore Metod Feeder & Competition ho testato la bontà d’alcuni prodotti, ossia il Method Shrimp-Fish dedito al Carpfishing e due fra i tanti degli ultimi nati per il Feeder & Competition: il Method Bait Feeder Microplus, ed il Juicy Pellet all’Halibut. I primi due sono dei Method con caratteristiche meccaniche e aromi diversi ma che uniti insieme creano un composto eccezionale.

 

Modo d’impiego – Lo Shrimp-fish deve essere bagnato e setacciato da solo in modo da eliminare i grumi e parti troppo grossolane, cosi anche il Method Microplus, dopodichè vanno mescolati bene entrambi e setacciati nuovamente, ne conseguirà una miscela soffice e profumata, alla quale seguirà una disgregazione previa pressione, un rilascio sia lento sia veloce in base alle esigenze del posto e dei tempi voluti. Stesso discorso vale per il Juiucy Pellet all’Halibut, basterà prendere un comune contenitore, meglio una matriosca da litro riempirne metà e aggiungere mezza parte d’acqua allo stesso composto poi aggiungere due tappi d’aroma contenuto nella confezione del Juicy Pellet. Completata questa fase chiudere la matriosca agitare e lasciare riposare per 5 minuti. Altro sistema validissimo l’utilizzo del Pellet Pump della Maver, procedimento che consente di eseguire in maniera corretta l’assorbimento dell’acqua e dell’aroma al Pellet il mio preferito, difatti consente tramite una pompa di togliere l’aria all’interno del contenitore in questo modo il contenuto assorbirà tutti i liquidi introdotti per poi rilasciarli lentamente e per lungo tempo. Immessi sia il pasturatore da Method sia quello da Feeder in un piccolo acquario si nota subito la corretta disgregazione senza grumi e che molte particelle di composto tendono ad alzarsi, inoltre si vedono delle scie di bollicine ovvero ossigeno che risalgono in superficie, pensate se inseriamo l’oxigen, argomento che tratterrò la prossima volta. Il luogo scelto per provare questi prodotti è il ” mio” meraviglioso canale Malgher che in questi ultimi anni è diventato meta di moltissimi agonisti dediti alla pesca a bolognese a Savette e Cavedani ma soprattutto al Feeder. Sebbene le condizioni del canale fossero pessime in quanto veniva giù di tutto e l’acqua iniziava a diventare torbida la sessione di pesca è terminata più che positivamente, difatti molti Cavedani e Scardole hanno ben gradito le nuove pasture, unica nota dolente, diverse Carpe mi hanno strappato soprattutto pescando a Method con il Juicy Pellet all’Halibut, solo alcune di modesta taglia hanno voluto la foto di rito, poco male sarà per la prossima volta, ciaoooo.

Daniele Marin

 

 

01 (FILEminimizer)
02 (FILEminimizer)
03 (FILEminimizer)
04 (FILEminimizer)
05 (FILEminimizer)
06 (FILEminimizer)
07 (FILEminimizer)
08 (FILEminimizer)
09 (FILEminimizer)
10 (FILEminimizer)
11 (FILEminimizer)
d1 (FILEminimizer)

d3 (FILEminimizer)
d4 (FILEminimizer)
d6 (FILEminimizer)