NUOVI BACCI ARTIC: SENSIBILITA’ ALLO STATO PURO

NUOVI BACCI ARTIC: SENSIBILITA’ ALLO STATO PURO

Proseguendo nella elaborazione dei modelli “lunghi” (Queen, Ice, ecc), Gino Bacci propone l’ ARTIC, che rappresenta l’evoluzione del primo galleggiante di Casa Bacci con il famoso “chicco di riso” inserito sull’antenna: il Dik. E proprio del famosissimo Dik l’Artic va a prendere il posto nella linea a marchio “Bacci”.

Ai tempi il Dik fu l’antesignano delle versioni dedicate alla pesca in acque ferme o lentissime, medio profonde o profonde, alla ricerca di pesci dalla mangiata difficile come breme o gardon; dall’evoluzione dei materiali e dei metodi di colorazione delle antenne, allora punto dolente di questi accessori in fibra di vetro, nasce il nuovo Artic, caratterizzato da una lunga deriva in carbonio innestata in profondità nel corpo in balsa selezionata, tornita a forma di goccia molto allungata.

L’antenna é sostanzialmente composta da due parti ben distinte, raccordate tra loro da un piccolo chicco di balsa che funge sia da stabilizzatore che da segnalatore di mangiate in starata, come spesso succede pescando le breme in acque ferme: la parte in uscita dal corpo, verniciata di nero, è in fibra di vetro del diametro di 0,7 mm; superiormente, l’antenna segnalatrice vera e propria é di lunghezza maggiore rispetto al Dik ed é colorata in giallo fluo o rosso con nuovi metodi che ne mantengono inalterata nel tempo la brillantezza. Anche in questo caso la materia di realizzazione è la fibra di vetro ma da 1 mm, per aumentarne la visibilità.

Un particolare molto curato dal campione bolognese nella progettazione dell’Artic, é stato il collarino superiore del corpo in balsa, che é stato rinforzato tramite la creazione di un profilo leggermente diverso rispetto alla precedente versione e su cui si innesta l’anellino passafilo in acciaio.

 

PARTICOLARE DELL'INNESTO ANTENNA ridotta

 

 

La lunghezza di tutto il galleggiante ed il profilo molto allungato posizionano il baricentro dell’Artic di Bacci molto in basso rispetto alla superficie dell’acqua, in modo tale che il galleggiante affronta in modo ottimo situazioni di vento anche teso e di superficie increspata. Con queste caratteristiche l’Artic si propone come un ottimo alleato sia nella pesca delle breme che per il carpodromo invernale, alla ricerca di carpe e carassi molto difficili.

 

particolare ridotto

 

La taratura dell’antenna dal chicco di balsa fino all’estremità superiore mediante pallini molto piccoli, consente di adattare alle varie esigenze di visibilità la quantità di parte emersa, a tutto vantaggio di sensibilità e comfort di pesca.

L’Artic di Bacci é disponibile nelle misure da g.  0.20 – 0.30 – 0.50 – 0.75 – 1 – 1.5 – 2.

BACCI ARTIC ridotta

BACCI ARTIC ridotta