ECCELLENZA NORD FEEDER: IL TEAM LBF ITALIA DOMA UN DIFFICILE BRIAN

ECCELLENZA NORD FEEDER: IL TEAM LBF ITALIA DOMA UN DIFFICILE BRIAN

Sul canale Brian a Torre di Mosto ha preso il via questa edizione 2017 dell’ Eccellenza nord feeder con 40 squadre ai nastri di partenza.

La pesca è stata prevalentemente sulla distanza dei 36 metri ma poi una volta scoperto che non c’era molta attività dei pesci su quella linea i concorrenti si sono dovuti adattare andando a cercare il pesce di taglia molto vicino alle cannette sulla sponda opposta, a poche decine di centimetri di distanza dalla fitta barriera di canne.

A quella distanza ci sono scardole e soprattutto carpe piccole ed enormi che hanno fatto davvero la differenza ai fini della classifica finale.

Per avere ragione di questi pesci gli inneschi dovevano essere variati tra orsetti, mais e bigattini di vari colori con il color rubino che sembra essere stato quello di maggior successo.

I fili ovviamente dovevano essere adatti per questo tipo di pesca poichè le carpe spesso pesavano svariati kg, terminali quindi dello 0,20 e ami del n 10 erano necessari per affrontare la forza di queste carpe.

Vince questa difficile prova il Team LBF Italia dei fratelli Angelo e Max De Pascalis, Mirko GoviChristian Gadda, seconda piazza per il Team Lanza FishingItalia.com e terza piazza per i campioni d’Italia in carica dell’ Alto Panaro Sensas Stonfo.

Prossima prova sul Cavo Lama ed al termine di questo mini campionato le squadre che saranno state le più brave avranno accesso al CIS feeder.

Ovviamente le qualificate del girone nord si uniranno alla qualificate del girone centro-sud per il campionato italiano di specialità.

In attesa degli approfondimenti da parte dei protagonisti vi lasciamo con alcune foto e con le classifiche di giornata, per società e di settore.

CLASSIFICA 1 PROVA BRIAN

GALLERIA FOTOGRAFICA DI NATASCIA BARONI

Oltre alle carpe in alcuni settori sono usciti anche siluri come quello catturato da Gianluca Baruffaldi del Team Gambero Milords Maver.