PROVINCIALE COLPO BOLOGNA: POCHE LUCI E MOLTE OMBRE IN UN DESOLANTE OSTELLATO

PROVINCIALE COLPO BOLOGNA: POCHE LUCI E MOLTE OMBRE IN UN DESOLANTE OSTELLATO

 

Il 14 maggio scorso ha preso il via il Provinciale individuale Colpo di Bologna, preceduto il giorno prima dal Provinciale Coppie, sempre sul medesimo campo gara, ossia quello di Ostellato Vecchio, dal cancello a valle.

Come già evidenziato dalle prove, i pochi pesci che hanno risposto, prevalentemente soggetti di grossa taglia, carassi e breme, sono risultati molto localizzati e con un comportamento di difficile interpretazione.

Sono state messe in campo sia la tecnica roubaisienne che la pesca all’inglese ma il risultato, purtroppo, non é cambiato di molto: poche, pochissime mangiate e per molti, troppi, neppure quella. Non sono mancati coloro che hanno cercato di “scappottare” anche con un pesciolino cercato nel sottoriva, anche quelli peraltro rarissimi.

Cosa succeda al Circondariale, litania che ogni anno, di questi tempi ci troviamo spesso a ripetere, non é facile dirlo e probabilmente nessuno lo sa e chi accampa il pretesto stagionale lo fa alla stessa stregua e con lo stesso risultato di chi si arrampica sullo specchio per non cadere nel precipizio.

In definitiva, che si tratti di cicli biologici, di bracconieri, di cormorani, della frega in atto o della costellazione della bilancia entrata in quella della nassa vuota, il risultato non cambia: gareggiare ad Ostellato ha più il sapore della sfida con una slot machine che quello di partecipare ad una competizione e la voglia di gareggiarvi evapora in molti come l’acqua di mare da una salina in luglio!

Quanto sopra, comunque, non vuole sminuire nulla delle classifiche di seguito allegate, perché tanti bei nomi che partecipano a questo Provinciale  hanno comunque sbarcato il lunario e sono nelle posizioni di vertice dei vari settori; è altrettanto vero che nelle zone basse si trovano altrettanti nomi importanti dell’agonismo non solo locale, quindi…

Maggior speranza di veder muovere il galleggiante il centinaio di agonisti partecipanti ai gironi A e B del Provinciale di Bologna lo ripongono certamente per la seconda prova, in calendario ai primi di luglio nel Canale delle Acque Alte, a Crevalcore: lì i pesci, magari più piccoli, ci dovrebbero essere un po’ per tutti, in maniera tale da poter almeno pesare e non lasciare la casella vuota come succede, purtroppo, nel Circondariale di questo periodo.

Angelo Borgatti

Camp. Provinc. Individuali girone A 2017

Camp. Provinc. Individuali girone B 2017

Camp. Provinciale a Coppie Girone A 2017

Camp. Provinciali Coppie Girone B 2017