64° CAMPIONATO DEL MONDO: IN BELGIO ULTIMO GIORNO DI PROVE

64° CAMPIONATO DEL MONDO: IN BELGIO ULTIMO GIORNO DI PROVE

Il mondiale per Nazioni sta per giungere nella fase calda, oggi ultimo giorno di allenamenti sul canale di Ronquieres e domani al via con la prima manche.

La pesca è risultata a tutte le squadre molto tecnica e difficile con poco pesce rappresentato per lo più da piccoli goujoun e i gardon che qui sembrano essere la specie per fare gara.

Poche le breme di grossa taglia che pur presenti non sembrano essere molto attive.

Tra le nazioni più in forma si sono viste il Belgio, padroni di casa, la Francia che la pesca dei gardon la sa fare alla perfezione da sempre, e la Polonia che non dimentichiamocelo proprio con i gardon ha già vinto un mondiale pochi anni fa.

E poi ci sono tutte le altre che non sono seconde a nessuno come la Repubblica Ceca, l’Ungheria, l’Inghilterra.

Chi sa pescare i difficili gardon ha fatto anche dei buoni pesi superiori ai tre chili e tra questi la Francia che tutti la danno in grande forma per quello che ha fatto vedere nelle sessioni di prova.

Il prodotto che può fare la differenza per prendere i gardon è il fiente de pigeon ovvero lo sterco di piccione che aggiunto alla pastura pare faccia miracoli.

Nella quarta giornata di prove è uscita fuori anche qualche grossa breme, soprattutto nella parte più pescosa del canale all’altezza dei box 4, 5 e 6.

Come dice Renzo Francioni del team di San Marino sempre più nazioni stanno ripiegando sulla pesca dei pesciolini sotto riva, anche nazionali che mai potevamo pensare di vedere pescare così, ma la paura delle 4 ore passate fuori a sperare in qualche bel pesce che non arriva mai comincia a spaventare anche i campioni.

Nella foto sotto vediamo Filippo Scarponi della nazionale di San Marino con un bel gardon

Per i cugini della repubblica più antica del mondo il quinto giorno di prove li vedrà impegnati al box numero 40 ovvero fuori campo gara visto che le squadre sono 38. Per San Marino ci sarà l’esordio in qualità di CT di Francesco Casini un agonista tra i più medagliati e con tanta esperienza sulla pesca dei gardon.

Ieri pomeriggio è stato anche giorno di cerimonia di apertura, alle 18 tutte le Nazioni si sono ritrovate sulla piazza di un paese vicino e per la classica sfilata e presentazione delle bandiere.

La cerimonia da quello che ci è stato riferito è stata molto triste, una delle peggiori tra quelle viste in un mondiale di pesca.

Questa sera sarà ufficializzata la formazione della nazionale italiana e domani sarà mondiale vero.
In bocca al lupo azzurri.

 

GALLERIA FOTOGRAFICA COMPLETA