CIS COLPO: LENZA EMILIANA TUBERTINI “B” CAMPIONE D’ITALIA!

CIS COLPO: LENZA EMILIANA TUBERTINI “B” CAMPIONE D’ITALIA!

La squadra B della lenza Emiliana Tubertini riporta in Emilia lo scudetto della pesca al colpo dopo solo un anno di permanenza a casa dell’Oltrarno Colmic.

Nel 2014 e nel 2015 a vincere lo scudetto fu la squadra A di Gabba, Ballabeni, Ravaglia e Prandi mentre oggi è toccato a Genovesi, fresco campione d’Italia individuale, Polesi, Giambrone, Corradi e Bruscia arrivato proprio da un anno in questo team.

La cavalcata della squadra di Genovesi e soci è iniziata fin dalle prime giornate del campionato racimolando fieno in cascina che poi gli è tornato utile nel finale di stagione dove la stanchezza o la miglior predisposizione a certi campi gara delle squadre targate Colmic, potevano mettere a rischio il risultato finale.

Non è un caso se nelle due gare finali a conquistare il podio di tappa sono state proprio le squadre Colmic, infatti nella settima prova podio per Oltrarno, Amo Santarcangiolese e Valdera Lenza Pontederese mentre nell’ottava prova Oltrarno, Valdera Lenza Pontederese e Lenza Aglianese.

Il bacino di Corbara ancora una volta ha fatto vedere il meglio di se regalando ai pescatori giornate memorabili di pesca.

I concorrenti in questi due giorni della 7° e 8° prova hanno affrontato un campo gara diverso in quanto il vento forte del sabato e le notevoli onde che si formavano non ha permesso una regolare pescata all’inglese.

Infatti il vento spingendo sulla superficie del lago faceva camminare le lenze che spesso si impigliavano sul fondo per effetto del trascimento.

Occorreva dunque avere la fortuna di trovare al sorteggio dei picchetti puliti sul fondo senza erbe o peggio ancora senza attacchi di vecchie lenze strappate da parte di qualche pseudo pescatore.

Invece la domenica il campo di gara è stato perfetto, assenza di vento per almeno 3,5 ore di gara che ha permesso di pescare bene e di pasturare precisi che qui è forse determinante come la buona azione di pesca.

I concorrenti sia nella sponda “vigne” sia nelle due zone in sponda destra, hanno impostato la linea di pesca tra i 18 e i 25 metri utilizzando galleggianti inglesi con l’insert più sensibile per vedere meglio le affondate delle mangiate delle breme.

Pastura scura per fare il fondo e vermi e ver de vase per l’innesco sono state le regole quasi comuni per tutti anche se a fare la differenza è stata la tempistica della pasturazione, la composizione della palla di pastura che dai “ciocchi” in acqua doveva essere ben dura per evitare che si disperdesse in superficie nell’impatto con l’acqua.

I più hanno scelto di lanciare la pastura a fionda, abbandonando la canna per effettuare questa operazione mentre un concorrente molto famoso questa operazione l’ha sempre fatta con la mano destra lanciando la palla di pastura dopo averla plasmata con la mano bagnata di acqua e la canna stretta nella mano sinistra.

Il personaggio in questione non è altro che il campione della repubblica ceca Josef Konopasek ancora una volta grande protagonista vincendo il settore e anzi facendo registrare l’assoluto di giornata con oltre 30 chili di pescato.

Una macchina da pesce, con un’azione di pesca sincronizzata dove tutti i tempi sono ottimizzati per riuscire alla fine dell quattro ore di poter pescare un tempo maggiore di altri e questo alla lunga significa più pesce in nassa.

Nei prossimi giorni saremo in grado di rendervi partecipi a questo evento grazie alle immagini catturate dalle telecamere di Italian Fishing TV e Match Fishing Italia oggi presenti con Alessandro Scarponi e Sabrina Converso.
Le premiazioni ben gestite da Valentino Maggi della lenza Orvietana si sono effettuate nel solito bar alla presenza delle autorità locali di Orvieto e i dirigenti FIPSAS regionali e provinciali.

E dopo l’inno di Mameli finalmente è potuta scoppiare la festa con cori e brindisi tra tutti i componenti del gruppo Tubertini oggi presente con diversi componenti tra atleti, accompagnatori e tifosi.

Molto soddisfatto il patron Glauco Tubertini per l’ennesimo successo che arriva dopo quello conquistato pochi giorni prima dai ragazzi nel mondiale canna da natante, e i successi individuali di Marco genovesi e di Giuliano Prandi che addirittura è riuscito a vincere il titolo di campione d’Europa ad Adria.

In ogni caso torneremo nei prossimi giorni su questo evento con tanti approfondimenti con interviste e commenti e tante foto e video.

GALLERIA FOTOGRAFICA COMPLETA

CLASSIFICA 7° PROVA CORBARA

CLASSIFICA 8° PROVA CORBARA