CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE FEEDER: GIUSEPPE CIPOLLA VINCE LO SCUDETTO 2017

CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE FEEDER: GIUSEPPE CIPOLLA VINCE LO SCUDETTO 2017

Nello splendido bacino di Corbara oggi domenica 15 ottobre è stato assegnato il titolo italiano individuale di pesca con il feeder.

Nelle due prove di finale, la terza e la quarta per la precisione, i concorrenti si sono affrontati con grande equilibrio tecnico tanto che a metà gara il risultato non era per nulla scontato.

Tante le catture di breme, con pesi davvero straordinari, insidiate con la solita pastura scura e a fare la taglia ci hanno pensato le esche aggiunte all’interno del pasturatore come caster e vermi tagliati mentre sull’amo sono stati innescati vermi anche nella versione monchino e ver de vase.

Pasturatori open end misura medium e anche small e quando le mangiate calavano , e magari venivano sotto i pesciolini, mettevano il pasturatore più piccolo o solo pastura in modo da mandare via i pesciolini quando invece le mangiate cominciavano a prendere ritmo si andava con il medium e con le esche integrate.

Ottima l’organizzazione della gara curata dalla Lenza Orvietana con Valentino Maggi a dirigere le operazioni da buon padrone di casa.

Grande sportività dei concorrenti i quali tutti alla fine hanno potuto applaudire i vincitori del podio che sono stati Giuseppe Cipolla del Team Lanza, già al comando della classifica al termine della terza prova, che vince il titolo italiano individuale per la prima volta nella sua carriera di agonista.

Sul secondo gradino del podio troviamo Cristian Gadda del team LBFItalia Preston che si conferma uno tra i pescatori di feeder tra i più completi in circolazione in questo momento.

Sul terzo gradino del podio troviamo Pierpaolo Marini del Team Oltrarno Colmic un pescatore sempre difficile da affrontare su ogni campo gara.

Il campo gara è stato suddiviso in quattro settori con il settore A dove la taglia dei pesci è risultata più grande e che ha richiesto una linea di pesca più lunga sui 40 metri, invece negli altri settori si è potuto pescare un pò più corto.

Oggi Cipolla è capitato esterno del campo gara al picchetto A1, dove in gara 3 aveva pescato Angelo Pizzi il quale però ha optato per una liea di pesca più corta sui 30 metri.

Cipolla ha avuto dalla sua il picchetto favorevole ma tra le tante catture è riuscito a mettere in nassa anche pezzi da oltre un chilo e mezzo.

Un settore A bellissimo dove si sono trovati oltre a Cipolla anche De Pascalis, Canaccini, Cappoia, Casalini e Facondini, una lotta all’ultimo pesce, e dopo 5 ore di gara la nostra Natascia Baroni, presente sul luogo, ha contato oltre 80 pesci a testa.

Tutti i concorrenti erano attestati su quel numero di pesci mentre negli altri settori andava subito in risalto Cristian Gadda che a metà gara, nell’ultimo settore, lo davano già vincente al cospetto degli avversari avendo una trentina di pesci di vantaggio sugli altri concorrenti.

E’ stato pescato su una linea più corta nel settore D anche per evitare delle attaccatoie sommerse.

Le due giornate di sole hanno reso facile l’accesso al campo gara e le operazioni di peso sono filate lisce senza intoppi.

Grande emozione e commozione sul viso del neo campione italiano il quale ha coronato un sogno raggiunto anche grazie ai consigli del suo compagno di squadra Luca Pera e dopo tanti sacrifici.

Cipolla ha vinto meritatamente il titolo italiano 2017 con quattro primi che gli valgono 6,5 penalità, mentre gli avversari diretti ne fanno 9 Gadda e 11,5 Marini.

Fuori dal podio per poco due ragazzi del Lenza Club Riccione Masini e Facondini entrambi con 13,5 penalità dimostrando una grande e rapida crescita da non sottovalutare in previsione del loro futuro agonistico.

I ragazzi del lenza Club Riccione stanno dimostrando di valere le posizioni di vertice visti i recenti successi ottenuti ad iniziare dalla medaglia di bronzo nel CIS feeder .

Di Cristian Gadda che dire , una conferma dopo la nazionale, il titolo di campione italiano a squadre, anche da Corbara torna con due primi e un secondo posto assoluto.

Un podio con tre atleti dai diversi brand, un Matrix, un Preston e un Colmic tre scuole di pesca diverse ma tutte efficaci.

Lo scudetto passa virtualmente dalle mani di Andrea Canaccini campione italiano uscente che non ha saputo confermarsi in queste due prove di Corbara e comunque la pesca è bella per questo perchè è una ruota che gira e tutti se si pesca bene e si ha quel pizzico di fortuna il successo può essere alla portata di tutti.

E dopo il CIS feeder e il campionato italiano individuale i riflettori si spostano ancora su Ostellato dove tra 15 giorni andrà in scena l’Italian Master Feeder nel tratto “cavalli” e anche li si prospetta una bella sfida tra i team LBFItalia, detentori del titolo e i ragazzi del team Lanza, ma attenzione perchè la pesca come detto è una ruota che gira e tutti sono già prenotati per dire la sua visto le tante persone oggi presenti sul canale per provare.

Un canale che ha reso molto bene con tanti carassi usciti e diverse breme.

Arrivederci a tutti dunque ad Ostellato anche per vedere le novità 2018 che le aziende ci presenteranno al palazzetto dello sport.

finale                  4° prova                       3° prova

GALLERIA FOTOGRAFICA DI NATASCIA BARONI