STAGE NAZIONALE FEEDER NON AGONISTICO: VARATA LA NAZIONALE 2018

STAGE NAZIONALE FEEDER NON AGONISTICO: VARATA LA NAZIONALE 2018

Il 4 e 5 novembre 2017 sul Circondariale di Ostellato nel tratto delle Vallette dal picchetto 130 al 160 si è disputato lo stage nazionale non competitivo che ha portato al varo della nazionale italiana di pesca con il feeder che dovrà affrontare a luglio del 2018 il mondiale per nazioni di feeder proprio su questo campo gara.

Allo stage vi hanno preso parte 14 concorrenti tra cui la nazionale campione del mondo in carica composta da Angelo De Pascalis, Mirco Govi, Andrea Canaccini, Cristian Gadda, Mario Casale e Angelo Pizzi oltre agli aventi diritto tramite qualificazione acquisita nel campionato italiano individuale (i primi dieci) che sono il campione italiano individuale Giuseppe Cipolla, Pierpaolo Marini, Gabriele Masini, Luigi Facondini, Lorenzo Sinibaldi, Loris Spimpolo e Manuel Giovannangeli, La Spesa.

I commissari tecnici Maurizio Setti e Marco Manni, assistiti dal Giovanni Breda del comitato di settore Acque di superficie, hanno seguito con molta attenzione  la due giorni di Ostellato visto l’importanza che assume questa decisione in proiezione del mondiale feeder 2018.

I concorrenti nella prima giornata del sabato avevano l’obbligo di pescare nella prima parte delle cinque ore ad una distanza massima di 20 metri con pasturazione iniziale libera, dopo metà gara i ct hanno dato la possibilità di pescare liberamente.

Grazie ad una pesca a breve distanza e alla giornata meteo ottimale i concorrenti hanno realizzato pesi notevoli dai 3000 a 15000 punti.

Invece nella seconda giornata il CT Setti ha deciso di far pescare i ragazzi ad una distanza di 45 metri e causa il cambiamento del tempo, vento e pioggia, la pescata è durata solo quattro ore e i pesi alla fine sono risultati inferiori alle attese.

I concorrenti avevano a disposizione 3 kg di pastura a  testa di cui 1 kg scura e 2 kg chiara con esche classiche per questo canale come il fouille e ver de vase, vermi e bigattini.

Al termine il CT Setti ha annunciato la nazionale feeder 2018 che è la stessa che ha vinto l’ultimo mondiale e come dice il detto….squadra che vince no si cambia, anche se tra i partecipanti, come ha detto Setti, ci sono ragazzi che avrebbero meritato di entrare in nazionale per quanto fatto vedere sui campo di gara durante l’anno e in questo stage.

Pensiamo a Giuseppe Cipolla che chiude il campionato italiano individuale con quattro primi di settore e una ottima annata con il suo team Lanza, ma anche altri giovani promettenti come Lorenzo Sinibaldi di Roma, un ragazzo che farà certamente parlare di se in futuro e che su questo campo gara nelle ultime gare ha dimostrato di non essere secondo a nessuno.

Alla nazionale azzurra scelta dallo staff tecnico auguriamo un grande in bocca al lupo!

GALLERIA FOTOGRAFICA DI NATASCIA BARONI