Andrea Ferrario  si aggiudica il provinciale Laghetto di Varese

Andrea Ferrario  si aggiudica il provinciale Laghetto di Varese

La Sezione Provinciale FIPSAS di Varese ha organizzato, per il secondo anno consecutivo, il Campionato Provinciale individuale di pesca in laghetto, con un percorso di 5 prove, di cui di scarto, che si sono tenute nei laghi: Lago Tensi, Lago Mallone, Lago Bel Sit.

Alla competizione hanno partecipato una sessantina di concorrenti, che si sono dati battaglia fino all’ultimo minuto di gara con la tecnica di pesca  a roubaisienne che, vista la alta pescosità dei tre campi di gara, ha permesso ai concorrenti di raggiungere pesi ragguardevoli con la cattura di innumerevoli carpe di cui questi laghetto sono pieni, il tutto per aggiudicarsi il titolo di Campione Provinciale e il ricco montepremi in palio offerto dal negozio Pesca Sport Todeschini di Rescaldina Milano, che consisteva in:

1° classificato       Robaisienne Italica mt. 13 Karpa

2°            “       Manico di guadino Italica di mt 4

3°            “       Manico di guadino Italica di mt 3

4°            “       Un Borsone Shimano

5° e 6°   “           Un Portanassa Sensas

7° e 8°  “            Testa guadino gomma Preston

9°            “       Un manico di guadino Carson

10°         “         Occhiali Polarizzati

Oltre a questi premi la FIPSAS di Varese, ai primi 10 classificati, ha dato un rimborso chilometrico a partire da 120 € per il primo classificato, a scalare fino a 30 € per il decimo. Indubbiamente un bel montepremi per una gara di carattere provinciale.

Ad aggiudicarsi il titolo è stato Andrea Ferrario della società Dany Club Hydra che nelle cinque prove totalizzava quattro primi di settore ed un secondo, che in virtù del regolamento agli affetti della classifica finale veniva scartato, quindi il punteggio effettivo era per lui di 4 penalità.

Per capire quanto fossero pescosi i campi gara Andrea, nelle cinque prove, ha totalizzato un peso complessivo di kg. 171,960!!

Al secondo posto un altro agonista della Dany Club Hydra Stefano Mariani anche lui con quattro penalità ma con un peso inferiore, per lui solo (si fa per dire) kg 152,600.

Sul terzo gradino del podio si è piazzato con 4 penalità e kg 146,540 Simone Cominazzini della società Sommesi Hydra.

Classifica finale dei primi 10:

1°            Ferrario Andrea – Dany Club Hydra  4 171,960

2°            Mariani Stefano  – Dany Club Hydra        4             152,600

3°            Cominazzini Simone  – Sommesi Hydra          4             146,540

4°            Tognoni Matteo      – Team Fuego Tubertini   5             124,180

5°            Stella Furio        – Sommesi Hydra          5             116,690

6°            Comelli Egidio      – Dany Club Hydra        6             110,110

7°            Arzuffi Claudio     – Dany Club Hydra        6             100,210

8°            Mazzarotto Andrea   – Venegonesi Sensas      6             118,280

9°            Pelligrò Pasquale   – Lonatesi Colmic        6             102,940

10°         Cauduro Mauro         – Sommesi Hydra          6             102,340

 

di Umberto Tarterini