A Silvina Turrini il Rendimento, a Simona Pollastri il Campionato

A Silvina Turrini il Rendimento, a Simona Pollastri il Campionato
Si son divise, da brave “amiche…”, quel che c’era da spartire: Silvina si è confermata ancora, per la terza volta consecutiva, la regina del Rendimento, mentre Simona, dal canto suo, ha conquistato il tredicesimo titolo Italiano Individuale !

Simona Pollastri e Silvina Turrini con la maglia azzurra da loro onorata ai massimi livelli, sono le rivali che si disputano da diverse stagioni la classifica di Rendimento.

E in effetti, oltre al Pasinetti, le prove da inserire nella classifica di rendimento erano come al solito quelle del Campionato Italiano individuale, in totale sei, per cui, ai fini di avere anche la casella del rendimento stagionale occorreva disputarne almeno tre.

Vediamo dunque come si sono sviluppate queste classifiche, partendo dalla griglia 2017 che vedeva in pole position Turrini (Gatto Azzurro Colmic) con  2,73 e seconda Pollastri (Emiliana Tubertini) con un distacco però abbastanza netto: 3,27. Teoricamente anche altre tre ragazze, con una superba stagione ed un contemporaneo cedimento delle prime due,  potevano inserirsi nella lotta: Federica Brilli (Garisti 88 Colmic) che era a 3,48, Anna Sgobbo (Padovani Tubertini) a 3,52 e Valentina Borsari (Crevalcore Tubertini) a 3,64, più staccate le altre.

Il Pasinetti premiava la Pollastri che vinceva il settore, mentre la Silvina faceva cinque, quindi il distacco si riduceva un pò: 2,83 contro 3,17.

Stagione vincente per Simona Pollastri (Emiliana Tubertini): 2,14 con l’ennesimo titolo italiano in bacheca.

Nel Campionato Italiano le due rivali davano vita ad un bellissimo testa-a-testa, anche se nel duello si inserivano prima la Brilli, poi la Sgobbo e la Borsari. Ad una gara dal termine l’esito era incertissimo: al netto del potenziale scarto otto penalità per Sgobbo, nove per la coppia Pollastri-Turrini e dieci per Borsari. Nell’ultima prova l’Idrovia – chiamata in causa per il recupero del Corbara – tradiva la Sgobbo che faceva otto e la Turrini che chiudeva con un settimo, mentre Simona prendeva il volo e conquistava il suo ennesimo alloro tricolore.

Il podio del Campionato Italiano: con il dirigente federale Landonio, ci sono Turrini (2), Pollastri (1) e Sgobbo (3)

Ma l’acuto della Campionessa della Lenza Emiliana Tubertini non era sufficiente per poter scalzare dal trono del Rendimento Silvina Turrini: infatti il superbo 2,14 stagionale di Simona, la portava nuovamente ad un netto di 3,00 nel quinquennio, contro il 2,93 della rivale che conquistava così il suo terzo blasone consecutivo in questa classifica-verità che stabilisce la migliore negli ultimi cinque anni.

Silvina Turrini, da quando è arrivata al Gatto Azzurro Colmic (2015) ha sempre vinto il Rendimento…

Onore dunque alla mantovana del Gatto Azzurro Colmic e con lei anche alla felsinea Valentina Borsari che conquista per la seconda volta in carriera il terzo gradino del podio, con uno stagionale di 3,29 ed un rendimento di 3,55 su 29 gare.

Brava Valentina Borsari (Crevalcore Tubertini): per lei ancora un terzo posto nella classifica di Rendimento.

La classifica prosegue con Anna Sgobbo a 3,56 e Federica Brilli a 3,71. Queste le prime cinque che si staccano nettamente dalle altre e che indubitabilmente sarebbero le più meritevoli, unicamente da un punto di vista dei risultati, di formare la squadra azzurra.

Amiche per la pelle… Anna Sgobbo e Federica Brilli, sono anche due pilastri della nostra nazionale

Veronica Visciglia (Aspes Colmic) scala una posizione salendo al sesto posto, davanti ad una ritrovata Elvira Cevenini (Castelmaggiore Maver),  che invece di posizioni ne guadagna ben cinque, grazie ad un’ottima stagione da 4,20 (ma anche ad uno scarto da… sballo) ed a Claudia Marchiodi (Crevalcore Tubertini) che conferma il suo ottavo posto.

Veronica Visciglia, sesta nel Rendimento, ha gareggiato anche nel CIS con la Aspes Colmic ed è in classifica Rendimento Centro con la buona media di 4,95

Da tante stagioni sulla breccia con ottimi risultati agonistici, Elvira Cevenini, è anche presidentessa della Castelmaggiore Maver.

Anita De Cesaris (Svasso Milo) che ha preso parte solo alle prime due prove perde tre posizioni sulla griglia di partenza, mentre va segnalato il rientro di Lisa Giunti (Valdelsa Colmic) che si installa  al decimo posto, la scalata della giovane Anita Cabrini (Team Master Trabucco), che sale in undicesima posizione. Ci sono tre debuttanti: Chiara Ciaschini (Mondolfo Tubertini), Manuela Petronelli (La Ceretana) e Edi Zoetti (Lenza Castellana).

Infine salutiamo affettuosamente  Milena Camporesi (Le Aquile Colmic), che esce di classifica dopo aver lasciato per ben tre volte il suo marchio sul Rendimento…

 

Rend. femminile 2013-17

di Stefano Bastianacci