Sud B: Salvatore Sileo mette tutti d’accordo

Sud B: Salvatore Sileo mette tutti d’accordo
Partiva in undicesima posizione nella griglia di partenza del 2017 e nessuno, onestamente neppure lui, poteva pronosticare il suo successo finale: stiamo parlando di Salvatore Sileo, garista dello Sporting Club Milo di Potenza.

Salvatore, che è anche un apprezzato atleta del podismo, un “runner” come dicono in gergo… chiude il suo quinquennio con appena il numero minimo di gare richieste, che è salito a 10, e con la splendida media di 2,90, maturata soprattutto in questa stagione, dove, pur gareggiando a intermittenza, ha conseguito due primi nelle gare più casalinghe (San Giuliano e Basentello) e si è difeso egregiamente al Cecita ad inizio stagione portando a casa due bei secondi, per una media stagionale davvero eccezionale di 1,50. “Speravo al massimo di rientrare nei primi dieci, ma la vittoria è stata una grande sorpresa…” ha detto Salvatore.

Salvatore Sileo (Sporting Club Potenza Milo) ha vinto a sorpresa il Rendimento Sud B, succedendo ad Alfredo Asmondo che dominava la classifica dal 2009

Coloro che lo precedevano in griglia, dal canto loro, per varie vicissitudini, non hanno potuto mantenere il passo o sono usciti di scena. Infatti la nuova serie A6, nella quale entrava la Puglia, ha visto l’uscita delle società siciliane, non essendo prevista alcuna gara nell’isola. Continua così il tiro alla fune fra le regioni continentali e la Sicilia, dove, a seconda dei campi di gara, qualcuno dà forfait, a causa certamente delle distanze da coprire e dei costi da sostenere, una situazione molto difficile da risolvere da parte della Federazione. Sta di fatto che il grande Alfredo Asmondo (Granfonte Nati Livolsi) è così uscito di scena dopo tantissimi anni di predominio assoluto, in quanto il suo numero di gare valide si era risotto solo a sei, e con lui escono anche i vari CaccamoLongo e Fisichella che potevano dire la loro in classifica.

Il grande Alfredo Asmondo (Granfonte Nati Livolsi), che per tanti anni ha dominato la scena del Rendimento Sud B, esce di scena, non perché battuto sul campo, ma per non avere raggiunto il numero minimo di gare previste nel quinquennio. Non ha preso parte alla serie A6 2017, ma, in compenso, si consola con la pesca in mare, con ottimi risultati…

Giovanni Di Stasio (Sud 96 Tubertini), che era atteso ad una conferma della grande stagione 2016, si è comportato da par suo al Basentello e San Giuliano, ma è scivolato nelle gare in trasferta e così, con una media stagionale di 4,71, ha perso posizioni finendo quarto con un rendimento di 3,46 su 13 gare.

Giovanni Di Stasio (Aps. Sud 96 Tubertini), dopo l’eccezionale performance del 2106, non ha saputo approfittare per attaccare la leadership del Rendimento. Fortissimo nelle gare casalinghe è stato tradito dalle acque calabresi…

Al secondo posto, alle spalle di Sileo, si è issato Dario Filice (Arintha Colmic), grazie anche ad una bella stagione da 2,83 (quarto posto in serie A6) che chiude il quinquennio con 3,23 e scavalca il suo compagno di scuderia, il mitico Elio Paese, pure autore di una stagione maiuscola con il terzo posto nella individuale ed una media di 2,33. Ma la sua rincorsa partiva più da lontano e lo ha portato comunque sul terzo gradino del podio con il risultato finale di 3,33.

Dario Filice (Arintha Colmic) sorride per la sua bellissima stagione 2017. Quarto nella Serie A7 e secondo nella classifica di Rendimento, non c’è che dire, bravo !

Quinto posto in classifica per un altro big della superpotenza cosentina, Giampalmo Venuto: per lui pure una bella stagione, “macchiata” solo da un ottavo alla Diga di San Giuliano, ma comunque 2,83 stagionale, secondo posto in A6 e 3,73 finale. Non dimentichiamoci che gli uomini della Arintha Colmic “pagano” sotto il profilo dei risultati la partecipazione al CIS 2016, straordinaria sotto il profilo dell’evento e della esperienza maturata, ma penalizzante nonostante l’applicazione del coefficiente.

Elio Paese e Giampalmo Venuto, due colonne della Arintha Colmic, immortalati in una storica immagine, alla premiazione del Pasinetti 2016

Seguono nei dieci, Rocco De Angelis (Sud 96 Tubertini) al sesto posto con 4,00 su 12 gare, Guido Costanzo(Arintha Colmic), vincitore della A6, stagionale di 2,33 e finale di 4,04 e quindi i primi siciliani, Angelo Guarnera e Gioacchino Messina, che devono la loro presenza in classifica soprattutto alla partecipazione storica al CIS della Red Fish Colmic nel 2013, attraverso la quale hanno maturato un “tesoretto” di gare valide. Chiude la Top Ten Vittorio Miglio dei Calabrici, che però non ha gare valide in questa stagione.

Rocco De Angelis (Aps. Sud 96 Tubertini) è salito al sesto posto della classifica, il suo miglior risultato in carriera nel Rendimento Sud B

Guido Costanzo (Arintha Colmic), vincitore del Pool Master A6 2017 e settimo classificato nel Rendimento

Da segnalare il leggero aumento dei garisti in classifica, dovuto anche all’aumentato numero di gare stagionali (sei finalmente, come gli altri gironi), oltreché alla inclusione della Puglia, anche se sostanzialmente della sola Canusium.

Così gli uomini in classifica sono saliti a 25 ed il numero complessivo dei garisti censiti nel Rendimento si è portato a 237, grazie anche all’arrivo di ben 17 debuttanti, in una classifica che ha visto primeggiare il cosentino Alberto Liparoti della L.C. Roggiano Team Tubertini.

(foto da Facebook)

Classifica in pdf.

CLASSIFICA SUD B

articolo di Stefano Bastianacci