IDROSCALO MILANO: CONTINUA L’OPERA DI RIPOPOLAMENTO CON SCARDOLE E CAVEDANI

IDROSCALO MILANO: CONTINUA L’OPERA DI RIPOPOLAMENTO CON SCARDOLE E CAVEDANI

Ne abbiamo dato notizia pochi giorni fa sulla prima immissione di un grande quantitativo di scardole e la promessa di Fernando Landonio , Presidente Fipsas di Milano, che altre immissioni sarebbero stare effettuate di li a breve.

E oggi la promessa è stata mantenuta con l’arrivo di un altro carico di 15 quintali tra scardole e cavedani di assoluta qualità certificata provenienti dalla ditta Benozzi.

Landonio su questa importante giornata per il bene della pesca sportiva a Milano ha così commentato:

“sono molto contento di questa ulteriore immissione di pesce pari a 15 quintali in maggior parte cavedani e che in totale, tra tutti i ripopolamenti effettuati in questi mesi, sono 34 i quintali di pesce immesso. Parliamo di pesce certificato e allevato presso la ditta di piscicoltura Menozzi quindi non parliamo di pesce di recupero come qualcuno si diverte a scrivere sui social. Stiamo facendo tutto il possibile per riqualificare l’Idroscalo di Milano per cercare di rilanciarlo per la pesca sportiva milanese e lombarda. Già il 25 aprile su questo campo gara sarà organizzata la prima prova del provinciale feeder di Milano in zona tribune e speriamo che questa sia la prima gara ufficiale per questo bacino.

Ovviamente il campo gara dell’Idroscalo sarà utilizzato nei mesi di primavera e autunno escludendo l’estate perchè essendo un parco viene utilizzato anche da altre persone che praticano lo sport di canoa e fanno la balneazione quindi non compatibile con la pesca.

Poi a settembre e ottobre ci saranno altre gare come il provinciale di Piacenza e un box di Milano. Oggi con noi era presente anche la polizia provinciale a controllare il certificato ………..

…………. e i funzionari dell’ASL quindi tutto il pesce è certificato e garantita la provenienza. Noi andiamo avanti piano piano nella speranza che un giorno questo bacino possa diventare un punto di riferimento anche per l’agonismo interregionale e nazionale”.

Dopo questa dichiarazione auguriamo a Fernando e alla Fipsas di Milano un grande in bocca al lupo e che i sacrifici che stanno mettendo in campo possano un giorno dare dei buoni risultati.

Si ringrazia Simone Ravizza e Angelo Cantoni per la collaborazione con il testo e le foto inviate .