SELETTIVA CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE SENIORES ZONA CENTRO SUD – TEVERE STREPITOSO

SELETTIVA CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE SENIORES ZONA CENTRO SUD – TEVERE STREPITOSO

Penso che l’aggettivo strepitoso sia il più appropriato che si possa attribuire al fiume Tevere, che nel passato weekend ha ospitato le selettive per il Campionato Italiano Individuale Seniores per la zona Centro-Sud.

Acqua perfetta per pescare, pesci in piena attività e ottime condizioni metereologiche hanno accolto gli agonisti del Centro e Sud Italia arrivati fin dal giovedì sera.

Parlando con molti di loro ho avuto la conferma che si sono divertiti molto, indipendentemente dal risultato ottenuto.

Nei giorni precedenti la gara si era già avuta conferma delle ottime condizioni di pesca che avremmo trovato, e la gara di prova del venerdì ne ha dato riscontro con pesi di grande rilievo.

Per molti che sentono tanto parlare di questo campo gara ma che non lo frequentano, è stata anche una occasione per affinare e provare tecniche nuove con pesci molto difficili e divertenti.

La gara ha registrato una media pescato di kg 4600, con 10 primi di settore con pesi superiori ai kg 8. Numeri di tutto rispetto per un campo gara amato da moltissimi agonisti.

VISUALIZZA CLASSIFICA

Noi di Match Fishing abbiamo proposto video in diretta dal campo gara sul nostro profilo facebook, con l’intervista al primo assoluto di giornata Luca Sdrubolini della Blu River di Terni;

Camp italiano centro-sud Luca Sdrubolini Blu River Terni vince il settore B e assoluto di giornata

Pubblicato da Match Fishing Italia su Domenica 1 luglio 2018

Ora andiamo a sentire il secondo assoluto e vincitore del settore C in Carpina Bassa, Luca Serpilli della Lenza Cuprense Pastori Ivo ASD.

Bravo Luca, vogliamo raccontare ai nostri lettori come hai impostato la gara e come hai pescato:

Grazie, i complimenti fanno piacere, soprattutto se ricevuti dopo una prova su questo campo gara, che a mio giudizio reputo difficile, divertente, tecnico e molto esaltante.

Ho avuto la fortuna di partecipare alla gara di prova venerdì scorso, dove ho visto pescare agonisti molto bravi e fatto chiarezza su molti dubbi che avevo. Per iniziare la pesca con il mais, che oggi non ho fatto, tanto da non aprire neanche il barattolo.

Nella zona in cui sono stato sorteggiato avevo molta acqua, e questo mi ha permesso di avere più alternative sulle profondità di pesca, anche se non ho mai provato sul fondo. Prevalentemente ho usato lenze da 0,10 a 0,30, con le aperture di queste che variavano in base a dove volevo trovare i pesci. Sono partito con una lenza 0,30 molto bassa a filo fondo, innescando un bigattone e fiondando bachi con dosi abbondanti per non staccare i pesci dal fondo.

Ho avuto subito mangiate. Appena sono diminuite ho iniziato a perlustrare i livelli di acqua e ho preso pesci anche a galla, con 1 mt di lenza da 0,10, diminuendo le quantità con la fionda.

Quantità che ho riaumentato appena non vedevo più accenni. Sul finire della gara, quando la diffidenza dei pesci è aumentata, ho trovato alcune mangiate anche con l’inglese, con una lenza da calata sulla sponda opposta. Mi sono molto divertito non pensando mai al risultato. Un Tevere fantastico dove amo veramente pescare.

Grazie Luca e complimenti ancora.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Da Umbertide per MF, Luigi Belli