MONDIALE PER NAZIONI DI PESCA AL COLPO: BENE ITALIA!

MONDIALE PER NAZIONI DI PESCA AL COLPO: BENE ITALIA!

Si è da poco conclusa la prima manche di questa edizione 2018 del mondiale per nazioni di pesca al colpo che quest’anno si svolge in Portogallo, in un bacino di canottaggio già teatro di altre competizioni internazionali in passato.

I nostri azzurri si sono comportati molto bene perché hanno conquistato un terzo posto di giornata frutto di un ottimo spirito di squadra puntando a portare a casa meno punti possibile senza andare a “strafare”, anche perché con i settori unici da 22 agonisti non era assolutamente semplice riuscire a difendersi in settori molto lunghi.

La pesca si è sviluppata soprattutto all’inglese sulla linea dei 30 metri, ma in alcuni settori anche la roubasienne alla massima lunghezza ha regalato qualche cattura.

I pesci hanno risposto meglio del previsto, visto che sono stati realizzati pesci intorno anche ai 5/6 kg quasi tutti di piccoli pesci gatto di un etto di peso circa.

Le lenze all’inglese dovevano essere fatte per cercare di essere più fermi e precisi possibile, visto anche che in questo grosso bacino di canottaggio non vi sono alberi ed il vento fa muovere l’acqua anche in maniera importante.

Moltissimi pesci gatto dicevamo, e non è un caso che al primo posto con 22 penalità ci siano gli ungheresi che a casa loro di pesci gatto ne hanno davvero a miliardi e che quindi conoscono bene questo tipo di pesca.

Seconda piazza provvisoria per una sorprendente Germania con 25 penalità, penalizzata da un 15esimo di settore (e qui torna in gioco il discorso sull’importanza della tattica di difesa in settori così lunghi).

Terzo posto con 27 penalità per gli ottimi azzurri con un ottimo Ferruccio Gabba che fa valere tutta la sua grande esperienza andando a conquistare un ottimo secondo di settore.

Altro grande esperto internazionale Jacopo Falsini che porta a casa un ottimo terzo posto, poi sesto posto per Francesco Reverberi ed otto penalità per Giuliano Prandi e Andrea Gelli.

 

    

Subito dietro gli ottimi belgi con 33 punti mentre appaiono un po’ più attardati i leoni inglesi che galleggiano al quinto posto con 40 penalità.

Brutta la classifica purtroppo per i cugini sammarinesi che chiudono al ventesimo posto con 86 penalità.

Domani nuova bagarre, con i nostri impegnati ad attaccare chi gli sta davanti ed a difendersi da belgi ed inglesi che proveranno a cercare “un posto al sole”.

Appuntamento a domani e…. forza azzurri!!!