REGIONALE CAMPANIA: Sul filo di lana vince la Lenza Napoletana.

REGIONALE CAMPANIA: Sul filo di lana vince la Lenza Napoletana.

Domenica 30.9.2018, sulle ripide sponde del lago di Bomba, si è concluso il campionato regionale Campania che ha visto primeggiare la Lenza Napoletana Tubertini, per sola mezza penalità, sui Cannisti Smal’s Tubertini.

E’ evidente, pertanto, il merito da tributare a queste due fortissime compagini targate Tubertini ed è facilmente intuibile l’ansia e l’attesa, a fine gara, per comprendere, con il gioco degli scarti, la vincitrice finale. Immaginiamo, quindi, la felicità dei ragazzi della Lenza Napoletana e la delusione dei Cannisti Smal’s. Ma la pesca è anche questo e bisogna saperne accettare i verdetti.

Non vanno dimenticati, però, il Lenza Club Brezza Colmic che chiude terza con 67,8 penalità e i Gabbiani Colmic che chiudono quarti, dopo una splendida rimonta nelle ultime due gare, con 70,5 e, infine, ma solo per citare i primi 5 classificati, Cannisti Club Avellino Maver.

Complimenti a tutti, per l’ottimo campionato, quest’anno più impegnativo del solito, sia per i campi gara fuori regione, sia per le quattro ore di gara, decisamente più stancanti.

Complimenti che vanno tributati anche all’Arabona Fishing Club Tubertini, società organizzatrice padrona di casa, per l’ottima organizzazione, la squisita accoglienza e, dulcis in fundo, le splendide medaglie.

Venendo alla gara, vi è da dire che quest’anno, dopo il rinvio di luglio per le acque troppo alte, il lago si è presentato a fine settembre fin troppo basso, costringendo i 100 agonisti a fare un bel tratto di strada per arrivare sul picchetto.

Fatica che, comunque, è stata ripagata dalle buone catture, quest’anno in prevalenza cavedani, che sebbene non cospicue come in passato, allorquando si facevano registrare oltre 20 chili per vincere il settore, sono state comunque di rilievo, regalando una pescata decisamente più interessante e tecnica.

Azzeccata la scelta della tecnica obbligatoria all’inglese che ha consentito di allineare i concorrenti quanto più possibile, nonostante qualcuno sia stato comunque penalizzato dalle inevitabili anse.

Come al solito ha vinto chi ha saputo interpretare al meglio il campo gara e la pesca all’inglese.

Sicuri protagonisti di giornata sono stati i bravissimi ragazzi dell’ASD Le Due Isole Colmic che hanno vinto la prova con sole 7 penalità! Davvero niente male!

A tal proposito, ho sentito a fine gara Alfonso Matarazzo, delle Due Isole, il quale mi ha spiegato l’impostazione di gara della sua squadra.

Ciao Michele, posso dirti che io e gli altri ragazzi (Giovanni Ricciardi, Mario Tabacchino e Mirko della Rocca) abbiamo deciso di impostare la pesca a 15/20 metri di distanza, specialmente dove c’era maggior fondo e quindi, era inutile andare troppo fuori. Abbiamo usato galleggianti da 20 a 25 grammi usando, come esca, mais e lombrichi. Siamo molto sodisfatti di questa vittoria di tappa ma, soprattutto, della classifica finale che ci vede chiudere in settima posizione. Siamo una squadra molto giovane, tranne Giovanni (Ricciardi) che è il più grande di noi e che ci ha aiutato in quest’anno dandoci preziosi consigli. Per noi era la prima partecipazione al campionato regionale, per cui siamo veramente soddisfatti di come sia andata. Speriamo di ripeterci l’anno prossimo, magari con l’ambizione di arrivare ancora più in alto e puntare alla serie A.

Voglio ringraziarti per l’opportunità che ci hai dato di dire la nostra e di avere un po’ di visibilità, vista la nostra giovane età.

Ancora complimenti, Alfonso

Per Match Fishing Italia

Michele Lozupone

Scanbot 4 ott 2018 21.17

In questa foto i nostri due collaboratori Michele Lozupone e Carlo Paolini

LE-DUE-ISOLE-COLMIC

LENZA-NAPOLETANA-TUBERTINI