AGONISMO VENETO: NEL REGIONALE GRANDE PROVA DELLA ASD FUTURA 2000

AGONISMO VENETO: NEL REGIONALE GRANDE PROVA DELLA ASD FUTURA 2000

La quarta prova del Campionato Regionale Veneto si è svolta domenica 7 ottobre, sul noto Canalbianco, fronte chiatte nel Comune di Loreo.
Su questa gara abbiamo sentito il nostro corrispondente dal Veneto Moreno Coin in una breve intervista che vi proponiamo:

Moreno il Vs regionale ha fatto tappa nel famoso Canalbianco, com’è andata la tua gara?

Era la mia prima gara in questo impegnativo corso d’acqua, ed è stato un vero disastro. Mi sono portato a casa un bel 10, difficile da digerire ma meritatissimo.
Dicono che in alcuni picchetti non c’è niente da fare, sarà anche vero, ma io penso d’aver proprio sbagliato tutto, e così tanti altri bravi agonisti che come me ieri ho visto bucare di brutto. In tutta sincerità e onestà posso dire di non averci capito niente.

Ma in generale come hai visto questo canale sempre condizionato dalle maree?

Ma guarda posso pensare che la pioggia caduta sabato un po’ ha influito sul buon rendimento del canale. Era prevista una marea in crescita per circa un’ora e poi andar giù veloce. Ed invece le cose sono cambiate.

La marea è si cresciuta ma ha avuto un andamento un po’ strano. All’inizio andava verso monte ma l’acqua ha girato presto ed ha cominciato a correre, e tanto. Cresceva ma correva, e anche quando aumentava la sua corsa il livello scendeva molto piano. Ovvio che i più bravi che hanno saputo interpretare bene questa fase hanno fatto loro la classifica di giornata.

La domenica il canale si è presentato con acqua abbastanza torbida, molto più di venerdì. L’idrovora immetteva acqua color fango ma nel complesso, comunque, non era sporchissima e anche le alghe non davano troppo disturbo. Il vento poi era quasi assente e si pescava piuttosto bene.

Che tipo di galleggianti o vele avete utilizzato?
In queste situazioni, si sono utilizzate vele anche di 30 grammi e qualcuna anche oltre.
Penso però che servisse più che altro capire la linea giusta, quanto appoggiare e quanto e come pasturare. Come, importantissima, probabilmente era la costruzione della lenza, al fine di farla lavorare al meglio.

Ma come è stata la pesca con la rouba?

La maggioranza degli agonisti ha pescato in 6 o 7 pezzi di canna. A questa lunghezza le grosse vele si manovrano meglio.
Coloro che il pesce lo hanno preso hanno raccontato a fine gara di aver pescato con il VDV ed il verme, anche di misura importante, ma qualcuno ha avuto ottimi risultati anche con inneschi misti.
Nel complesso il pescato è stato discreto come media, circa 2300 grammi pro capite.

Qual’è stata la zona più pescosa?
Decisamente la prima con oltre 2600 punti procapite e la meno generosa è stata la terza con neanche 2000 punti.

La classifica che dice?
Dice che vince con una prova maiuscola la Futura 2000 ASD Colmic con tre primi ed un 6. Hanno saputo sfruttare al meglio il campo gara di casa.
Secondi di giornata la squadra B dei Cannisti Sandonatesi Colmic, con le stesse penalità dei primi ma con piazzamenti peggiori. Complimenti al presidente Gaiotto autore tra l’altro di un ottimo primo di settore.
Al terzo e quarto posto due squadre della Casaleonese Colmic con 10 e 11 penalità. Quando in 8 fai 21 penalità vuol dire aver inquadrato alla grande strategia e campo gara. Tanto di cappello.
Quinta la squadra C dei Pescatori Padovani Tubertini.

Scusami Moreno mi è sembrato di vere su social che in questa prova pescasse anche la giovane campionessa Anna Sgobbo, giusto?

Si certo era presente e vorrei spendere due parole su questo talento. Ho avuto la possibilità più volte di seguire la vicecampionessa italiana femminile 2018, ed ha ammetto che ha una marcia in più. E sul canalbianc lo ha dimostrato sbaragliando tutti con 6210 grammi al picchetto nr. 3. Credo non ci sia altro da aggiungere.

La classifica progressiva che dice?
In classifica generale i ragazzi della Lenza Club Mogliano restano saldamente in testa, portando a casa un buon 16 penalità nonostante una giornata poco fortunata di Lele Trevisan, che incappa in un brutto tonfo che va pregiudicare anche la sua classifica individuale. Peccato.
Personalmente io credo che Pippo e soci, arrivati a questo punto, meritino il primato, salvo un disastro non pronosticabile in Mincio.Dopo il secondo posto del  2017 penso che vorranno provare a vincere nel 2018..
Al secondo posto i Cannisti Sandonatesi, che al momento hanno un miglior scarto.
Al terzo posto La Cannisti Club Nogarazza Colmic, che però ieri ha perso altri due punti.
L’ultima prova del CRV si svolgerà il 21/10 sul meraviglioso Mincio a Peschiera dove al sabato, per le prove, si potrà pescare senza litigarsi il posto.

Come ha spiegato il Giudice Paolo Bettella il campo gara sarà picchettato, ed ogni pescatore iscritto alla competizione, potrà mettersi dove vorrà, ma il campo gara sarà a disposizione esclusivamente per gli aventi diritto. Questa novità è un grosso passo avanti e credo sia il caso di fare i complimenti sia al Comitato Regionale Veneto sia agli organizzatori.

Come lo vedi il Mincio?
Sempre straordinario soiprattutto in questo periodo e speriamo sia all’altezza delle ultime gare.

Grazie Moreno, in bocca al lupo per le prossime gare.

Grazie a te e un saluto a tutti i lettori di MatchFishing.

4 Prova_Camp_Reg_VENETO

ind_veneto_dopo_4P

Progr_dopo_4prove_Veneto