AGONISMO INTERNAZIONALE: IN IDROVIA RINNOVATA LA SFIDA AMICHEVOLE ITALIA – BELGIO

AGONISMO INTERNAZIONALE: IN IDROVIA RINNOVATA LA SFIDA AMICHEVOLE ITALIA – BELGIO

L’annuale incontro amichevole Italia Belgio si è svolto quest’anno sul canale Idrovia a Padova.


Il canale ha risposto in maniera molto buona grazie anche a temperature quasi estive per il periodo.
Al seguito dei capitani Rudy Frigeri e Govi Gino, Marco Manni del delegato federale Antonio Fusconi, la formazione italiana era composta da Francesco BARANI – Lorenzo BRUSCIA – Thomas BUSATTO – Ferruccio GABBA – Marco GENOVESI – Luigi SORTI – Mattia MANZARDO – Mirko ZANETTI mentre la formazione Belga capitanata da Roland Marcq era la seguente: BEKAERT – CLEMENTZ – D’ALEO – DE CRÉE – DE PAGE – HUTS – LOWIE – WAUTERS.

Durante i due giorni di prova si è cercato di affinare la strategia di gara cercando di catturare pesci piccoli in velocità nella prima parte di gara sia a 7 che a 13mt, e nel’ultima ora, dove presenti, cercando di catturare dei bei carassi, determinanti per ottenere buoni piazzamenti.

Il canale Padovano è stato scelto per questo tipo di incontro proprio per la tecnicità della pesca che ha consentito un buono scambio di informazioni tra le due nazionali.

In effetti la pesca dei gardons e delle plaquette presenti nelle acque dell’idrovia ha consentito un ottimo approccio alla squadra Belga mentre la pesca dei carassi, effettuata principalmente a mais, ha evidenziato le doti di pesca di questi ciprinidi dei nostri portacolori.

Il clima amichevole ha consentito un ottima collaborazione tra i team che ormai da diversi anni onorano questo incontro.

La competizione, che vedeva alternati un belga ed un italiano, si è svolta in due manches.

Il sabato la squadra azzurra ha prevalso con un punteggio abbastanza netto di 55 a 81 con il primo di Bruscia con oltre 15kg. la domenica, sicuramente grazie all’esperienza della gara precedente ed allo scambio di informazioni avvenuta durante il pranzo e il pomeriggio di pesca, il gap tra le due formazioni si è ridotto a solo 6 punti a favore degli azzurri vincitori per 62 a 74.

Per la cronaca la vittoria di giornata è stata del belga Kristof Huts mentre Bart De Crée si aggiudica la classifica individuale con 4 punti totali figli di due secondi posti.

Nota di cronaca, il canale non ha risparmiato delle sorprese con alcuni pesci “strani ” per la pesca al colpo: Genovesi e Gabba hanno catturato due splendidi Black Bass

mentre il belga Jean-Claude Clementz un bellissimo Luccio da circa 2kg.

Su questo incontro abbiamo sentito il campione della nazionale azzurra nonchè fresco campione italiano a squadre Marco Genovesi al quale abbiamo rivolto alcune domande sulla parte tecnica della gara.

Marco ci racconti come avete affrontato questo canale veneto che in passato è stato teatro di numerose sfide di livello nazionale?

Posso dirti che la parte tecnica ha visto l’impostazione della pesca ai gardons a 7mt con una pasturazione a base di pastura abbastanza soffice con fouilles ed affrontata con lenze da 0.30 a 0.50 innescando principalmente bigattini o caster.

La pesca a 13mt era rivolta principalmente alle plaquette innescando il vers de vase su un fondo di pastura e terra con fouilles.

Lenze da 1 a 2gr piuttosto basse per evitare il disturbo dei piccoli gardons.

La pesca de carassi è stata effettuata sabato con lenze non troppo lunghe pescando a mais davanti alla pasturazione mentre domenica è stata effettuata sempre a mais ma con lenze a filo lungo da 0.50 a 1,50-2gr.

Avete registrato delle belle pescate?

Si posso dire che questo canale ci ha sorpreso per l’ottima pescosità e per la rinomata comodità che lo rende sicuramente tra i canali più belli del nord Italia. Il pescato ha fatto registrare pesi medi molto interessanti, il sabato da  15,5 a 5kg domenica pesi da 11,5 a 4kg.

Grazie Marco e ancora complimenti per le ottime prestazioni che stai raccogliendo. 

Nel 2019 sarà l’Italia far visita agli amici del Belgio per una pescata nelle loro acque.

 

Si ringrazia per le foto Paolo Bettella.