UMBERTIDE: COLMIC DAY 2018

UMBERTIDE: COLMIC DAY 2018

Un peccato che all’appuntamento con il COLMIC DAY 2018, giunto alla sua undicesima edizione, il clima non abbia voluto partecipare nella sua condizione migliore.

Un peccato davvero perché il fiume Tevere invece aveva indossato il suo abito più bello, dimostrando appieno le sue caratteristiche di campo gara stupendo, tecnico, avvincente ed entusiasmante.

Questa edizione era attesa con molto entusiasmo dagli appassionati del marchio Fiorentino, curiosi di conoscere le nuove proposte per la prossima stagione e vogliosi di ritrovarsi come consuetudine per questo evento, su un bellissimo campo gara nel periodo migliore.

In prossimità dell’appuntamento previsioni climatiche catastrofiche turbavano gli animi, ma fortunatamente il tempo non ha inciso negativamente sulla manifestazione, anche se ne ha in parte cambiato l’organizzazione.

Le società locali sponsorizzate Colmic, prima fra tutte il “PC Umbertide” capitanata dall’instancabile Sandro Antognoloni, si sono prodigate al massimo, con l’intento di dare alla manifestazione il giusto e meritato programma. Il timore per l’annunciata tempesta ha però avuto in parte la meglio, con alcune defezioni sulle iscrizioni e col cambio di programma in base alle condizioni climatiche del momento.

Tutto sommato è possibile considerare il risultato della manifestazione positivo, grazie alla presenza di molti agonisti giunti dal Centro Italia, a dimostrazione di una forte appartenenza al marchio Colmic che con l’immancabile partecipazione della sua icona Jacopo Falsini, oltre al compagno e campione Andrea Fini, gratifica e onora la manifestazione. Anche la meravigliosa condizione del fiume ha contribuito al raggiungimento dell’esito positivo dell’evento.

L’inizio gara ha visto la presenza di qualche piccolo accenno di pioggia che con il passare del tempo è andata aumentando, accompagnata da forti raffiche di vento. Ciò ha reso l’ultima ora di gara quasi impossibile da svolgere.

Se non fosse stata per la grande pescosità mostrata dal fiume probabilmente ci sarebbero stati molti ritiri anticipati. La voglia di partecipare ed essere presenti è andata oltre le difficoltà.

Il vento e la conseguente caduta di fogliame sul letto del fiume ha creato parecchie difficoltà alle passate delle lenze, che quando in pesca non hanno dovuto attendere le mangiate degli amici pinnuti, regalando pesate di notevole rispetto.

Vince il COLMIC DAY 2018 Andrea Fini, grande affezionato a questo campo gara e grande interprete della pesca ai cavedani, sorteggiato nella zona Strettoia con kg 11,780, seguito da due agonisti del PC Bastia (altri due ossi duri da superare in questo campo gara): Capitini Massimo e Rossetti Gianni, entrambi sorteggiati in zona disabili nel settore A (il primo) e B (il secondo).

Un Tevere meraviglioso, dove vedere pescare i cavedani con tecniche e interpretazioni di pesca diverse è un vero spettacolo, anche da seguire come spettatori.

Lo spirito della gara è andato oltre all’aspetto tecnico, mostrandosi come festivo; come quella festa che ci si aspetta da ogni sponsor day, e qui a Umbertide la COLMIC ne è maestra da ben undici edizioni.

Al termine della gara, in attesa del termine di un intenso ma breve acquazzone, i concorrenti hanno fatto uno pranzo buffet con scambi di battute e opinioni. Alla fine, graziati dal clima che ha dato una tregua, i partecipanti hanno potuto visionare le nuove RBS di casa Colmic per la prossima stagione e apprezzare la nuovissima proposta degli sgabelli a quattro piedi.

Anche se in formato prototipo non ancora serigrafato, il nuovo panchetto ha riscosso molto successo, al pari delle nuove RBS SUPERIOR, Z5, KRUISER e DAITAN 98, abbinate alle nuovissime punte EM 180 .

La premiazione con prodotti di Casa Colmic ha concluso una giornata di festa, costantemente minacciata dal tempo ma conclusasi fortunatamente come da programma, con un senso di coesione e appartenenza che le società sponsorizzare COLMIC e l’azienda fiorentina rinnovanno anno dopo anno.

da Umbertide, Luigi Belli

Colmic Day 2018

GALLERIA FOTOGRAFICA DI LUIGI BELLI