10^ COPPA D’INVERNO: STRAPOTERE OBIETTIVO PESCA!

10^ COPPA D’INVERNO: STRAPOTERE OBIETTIVO PESCA!

 

 

CLASSIFICA FINALE 10 COPPA D’INVERNO

CLASSIFICA FINALE TR FRESATURA MANSERVISI

CLASSIFICA FINALE TR ECOLOGIA&SERVIZI

CLASSIFICA LORO AUTOSPURGHI

SETTORI COPPIE A e B

SETTORI COPPIE C e D

SETTORI FEEDER

SETTORI SINGOLI COLPO

 

 

Alle 13,15, quando il segnale di fine gara anche per i singoli di colpo e feeder era appena stato dato, le coppie avevano terminato alle 12,15, già le previsioni su chi si sarebbe aggiudicata questa 10^ Coppa d’Inverno organizzata  dal GPO Tubertini si rincorrevano tra gli agonisti ed il pubblico presente, accorso sulle sponde dei laghi del C.S.A.A. di Bentivoglio in buon numero, attirato dalla bella giornata primaverile e dall’eco dell’ evento che aveva radunato ben 120 agonisti in rappresentanza di una decina di importanti rivenditori di articoli da pesca di Emilia Romagna e Veneto.

Sino a quel momento si conoscevano i risultati realizzati dalle 48 coppie presenti che si erano confrontate una contro una  come prevede la formula particolare della gara del “Piatto”; la particolare tipologia di pesatura ed una macchina organizzativa ormai ben rodata dopo solo poco meno di 30′ faceva intravedere una corsa serrata tra le due formazioni di Obiettivo Pesca di Reggio Emilia, la A e al C, la suadra Rossa del Piranha di S. Giovanni in Persiceto e Hobby Pesca Forni di Castelmassa; le altre apparivano più attardate ma ancora con la speranza che i risultati dei rispettivi due singoli, con i loro punteggi sempre molto “pesanti”, potessero riaprire i giochi e far migliorare la classifica.

Precisi e velocissimi anche i risultati realizzati dai singoli nel lago Quadrato sono arrivati in cabina di regia e dopo soli 45 minuti dal fine gara tutte le classifiche di squadra e quelle speciali di coppie e singoli erano appesi alla visione di tutti, e in quel momento si sono chiariti anche gli ultimi dubbi: successo netto di Obiettivo Pesca di Reggio Emilia, che con 9,5 penalità bissa il successo dello scorso anno con la corazzata della squadra A

seguita a pari penalità dalla formazione C,

 

alla sua prima presenza nella Coppa, che sfiorano il colpaccio di battere i più titolati amici/avversari ma deve cedere il passo per il minor numero di vittorie. Brillanti terzi, a sola mezza penalità di distacco, gli agonisti raccolti sotto la bandiera di Hobby Pesca Forni.

 

Anche per questa edizione rimane non assegnato il Jackpot supplementare destinato alla squadra in grado vincere tutte le sfide di coppia e dei singoli, risultato oltremodo difficile e riuscito sino ad ora solo una volta al negozio L’Hobby di Faenza, che lo ottenne nella prima edizione della Coppa.

Con la vittoria odierna Obiettivo Pesca di Reggio Emilia si aggiunge ai faentini de L’Hobby e a Gottardi Pesca di Malalbergo nel Gotha di chi ha iscritto il proprio nome nell’Albo d’Oro del “Piatto”, quindi più prossimi a detenerlo stabilmente in caso di una terza vittoria.

Per le classifiche speciali, al primo posto del Trofeo Ecologia&Servizi troviamo Pilati/Bernerdi di Hobby Pesca Forni, che con due vittorie ed oltre 41 chili di pescato precedono Valenti/Valdifiori della formazione C de L’Hobby di Faenza.

 

Leader del Trofeo Loro Autospurghi é risultato Zilioli della squadra A di De Franceschi di Caalecchio di Reno, seguito da Gino Bacci di Hobby Pesca Forni.

Ancora un uomo de L’Hobby C al vertice della classifica del Trofeo Fresatura Manservisi, Ciotti, che con due vittorie precede Luca Foscardi del L’Hobby A.

 

Prima delle operazioni di sorteggio é stato tributato un applauso di ringraziamento agli Azzurri Gino Bacci e Loris Macchiavelli per il bellissimo argento ed il bronzo individuale conquistati in Sud Africa con la Nazionale Master nei recenti Giochi Mondiali della Pesca; analogo plauso per Marco Manni dello Staff Tecnico della Nazionale di Feeder che, sempre in Sud Africa, ha vinto uno storico bronzo.

Si archivia la 10^ edizione della Coppa d’Inverno organizzata dal GPO Tubertini, un’edizione che visto il record di iscrizioni alle tre prove di qualificazione ed un generale consenso degli oltre 400 partecipanti; l’intento dell’organizzazione è di predisporre per la prossima edizione un meccanismo tale che consenta di far accedere alla Finalissima un maggior numero di squadre.

Vedremo se e come la cosa sarà possibile, c’è davanti un anno per pensarci; per ora l’organizzazione ringrazia  ancora tutti i partecipanti a questa 10^ edizione per la loro correttezza e sportività ed anche tutti coloro che, in passato, vi hanno preso parte anche solo una volta: é grazie al contributo di tutti che la Coppa d’Inverno, la Gara dei Negozi, é diventata la classica di oggi!

 

Angelo Borgatti