CABECAO – IL TEMPO DELLE PROVE E’ FINITO!

CABECAO – IL TEMPO DELLE PROVE E’ FINITO!

 

In una giornata caratterizzata da un cambio climatico bruschissimo, che a portato la colonnina del mercurio da 40° a 15°, si é aperto l’ultimo giorno di prove per la Lenza Emiliana Tubertini a Cabecao, prima del duplice appuntamento del Mondiale di domani e domenica.
Oggi i ragazzi di Ballabeni e Glauco Tubertini hanno provato in prima zona, nella quale pescano anche le formazioni campioni di Francia e Germania; proprio con quest’ultimi la Lenza ha un rapporto di gemellaggio per il comune sponsor e per i rapporti di amicizia tra le due formazioni.
Oggi, probabilmente complice anche il brusco cambio meteo, la pescosità é stata ancora più scarsa e i giallo/neri si sono concentrati nella messa a punto degli ultimi dettagli della pesca alle alborelle.
Nella seconda parte del pomeriggio il C.T. Ballabeni ed il vice Tubertini hanno ufficializzato il quintetto che siederà domani sui panchetti per disputare la prima prova di questo attesissimo Mondiale per Club di pesca a feeder. Partono titolari Mario Casale, che pescherà in zona E un tratto con due terminali, Manuel Marchese, schierato in zona D il settore finale del tratto centrale del campo gara, Alessio Casilli sarà nella zona B, tratto iniziale del segmento centrale del campo gara Andrea Canccini si confronterà con la zona C l’unico senza terminali mentre il golden boy Riccardo Raggi sarà schierato in zona A, altro tratto con due terminali; resta a disposizione Cristiano Barbaro.
Anche l’ultima giornata di prove ha confermato la superiorità quasi schiacciante dei picchetti terminali e le difficoltà tecniche di questo campo di gara, nel quale nuotano pesci importanti ma non numerosissimi come carpe e barbi e una buona quantità di alborelle di taglia discreta ma non presenti in numero tale da consigliare una gara a senso unico su questa specie. Domani sarà necessario un pizzico di fortuna nel sorteggio ed un grande gioco di squadra sotto la guida di un esperto di Campionati del Mondo come il “Ballack” Ballabeni ed una organizzazione perfetta delle informazioni sull’andamento del la competizione per correggere all’istante le impostazioni in caso di bisogno.
L’umore del sestetto italiano e dello staff tecnico al seguito (Ballabeni, Glauco e Matteo Tubertini, Andrea Raggi, Jacopo Baldan e il Responsabile federale del settore Feeder Gianni Breda) è molto alto, me lo ha confermato telefonicamente anche il veterano della formazione e capitano morale della squadra Manuel Marchese, e c’è la consapevolezza della propria qualità. Saranno da tenere d’occhio, comunque, diversi team: dai soliti inglesi ai polacchi ed ungheresi, che hanno fatto molto bene durante la settimana; in evidenza anche i tedesxhi ed i padroni di casa. M, come ripete sempre Glauco Tubertini “in un Mondiale, oggi, sono tutti forti e bisogna avere rispetto sportivo di tutti perché qui ci sono i migliori di ogni Paese!”
Le prossime ore saranno dedicate a cercare la massima concentrazione e a definire i minimi dettagli in attesa dell’alba di domani.
Dall’Italia, già da ora, si alza un fortissimo: FORZA LENZA!!!!

Angelo Borgatti