12° CAMPIONATO DEL MONDO VETERANI: SAN MARINO CAMPIONE DEL MONDO!!!

12° CAMPIONATO DEL MONDO VETERANI: SAN MARINO CAMPIONE DEL MONDO!!!

Il 12° campionato del mondo categoria VETERANI è terminato con le classifiche che annunciano le tre squadre che si sono aggiudicate il podio.
Il pronostico dava l’Italia come la squadra più favorita tra le 11 in concorso e poi tutti attendevano la solita Inghilterra, l’Ungheria e la Francia ovvero le prime quattro squadre che occupano la classifica generale frutto della media punti di tutti i mondiali fin qui disputati.

Ma lo sport è bello proprio per questo, a vincere se fossero sempre le stesse squadre diventerebbe monotono, invece succede che a volte a vincere siano squadre abituate a ruolo di comparse che proprio per questo meritano tanto rispetto e gli applausi di tutti.

Quindi sul podio di questo 12° mondiale veterani questa volta sventolano tre bandiere, quella della Svizzera che si piazza al terzo posto , dell’Italia seconda e di San Marino, la nazione che conta il numero più basso del mondo di agonisti attivi.

San Marino nella sua storia ha ottenuto altri podi, come non ricordare quello prestigioso di Spinadesco nel mondiale per Nazioni seniores dove i biancocelesti si piazzarono secondi tra Inghilterra e Italia?

In questo mondiale, in un colpo solo, la piccola Terra della Libertà, così recita il biglietto da visita di benvenuto quando si giunge al Confine si Stato di Dogana,  le medaglie d’oro sono state addirittura due, Oro a squadre e oro individuale per Marino Michelotti che si prende il lusso addirittura di vincere la sua sezione per ben due volte. Complimenti!!

Graziano Muraccini e Daniela Rocconi della Federazione Pesca di San Marino al telefono, mentre stavano rientrando, erano raggianti di gioia consapevoli dell’impresa realizzata dagli atleti Veterani di San Marino.

Muraccini che è il Presidente ha detto:

” sono molto soddisfatto per l’impresa realizzata dai ragazzi capitanati da Renzo Francioni in questo mondiale. Vincere la medaglia d’oro è un traguardo che abbiamo sognato tante volte e oggi addirittura ci siamo riusciti per due volte con la squadra e con Marino Michelotti. Dopo anni di crisi di risultato ci portiamo a casa questa doppia soddisfazione che ci consente di dire al mondo intero che nella pesca ci siamo anche noi di San Marino. Ovviamente non posso non ringraziare tutto lo staff della nazionale, dagli atleti agli accompagnatori, perchè quando si vince il merito è da attribuirsi a tutti in egual misura. Viva San Marino e viva i nostri Campioni del Mondo che sono Marino Michelotti campione del mondo individuale, Sergio Scarponi, Lino Giardi e Romano Pasquinelli !”

Al telefono abbiamo sentito anche il CT Renzo Francioni che prontamente ci ha risposto con ancora il timbro della voce che faceva trasparire un mix di emozione e felicità.

Renzo Complimenti per questo grande risultato ma vi rendete conto dell’impresa che avete realizzato?

Beh non nego che siamo tutti molto soddisfatti, abbiamo lavorato duro tutta la settimana per arrivare pronti a questa sfida che da come avevamo visto ritenevamo alla nostra portata.

E’ stata una gara difficile sia ieri che oggi ma da giovedì, ultimo giorno di prove, avevamo capito bene le cose da fare, e non è stato un caso se la nostra pescata era risultata più abbondante di altre squadre più blasonate della nostra. Eravamo sulla strada giusta, avevamo capito bene come gestire le esche durante le quattro ore di gara, e tutti i pescatori hanno condiviso la strategia e sia gara uno che gara due i risultati ci hanno dato ragione.

Vincere il mondiale in Italia è per noi una doppia soddisfazione, sapevamo che la squadra Italiana era senza dubbio la favorita, ma noi abbiamo fatto una pescata diversa da loro che ci ha permesso di  ottenere in due gare 20 penalità contro le 27 degli azzurri che comunque chiudono al secondo posto.

Ovviamente formulo i miei e i nostri complimenti all’Italia per la medaglia d’argento che rimane comunque un ottimo risultato.

Ieri al termine della seconda manche per la verità un pò di paura l’avevamo, la paura di vedere ripetere l’esito di altri mondiali quando dopo gara uno si era sul podio e al termine del mondiale eravamo fuori.

Tante delusioni, tanti sacrifici mal ripagati , e questa volta ci è andata bene e devo dire che i miei ragazzi sono stati straordinari. A dire il vero non abbiamo mai avuto dubbi sull’impostazione della gara, lo facciamo sempre anche durante l’anno quando si affrontano altri campionati. Il pubblico che ci legge deve sapere che noi della nazionale veterani di San Marino facciamo parte tutti dello stesso club Cannisti Dogana,  e quindi abbiamo un ottimo affiatamento già rodato.

Insomma ci capiamo al volo  e rispetto ad altri team è per noi questo un valore aggiunto. Adesso ci aspettano a casa a San Marino per i festeggiamenti e non vediamo l’ora di arrivare a casa per riposarci perchè credetemi una settimana su questo canale, con questi pesci lascia il segno addosso”.