CAMPIONATO EUROPEO: VINCE LA LITUANIA !

CAMPIONATO EUROPEO: VINCE LA LITUANIA !

In attesa di ricevere ulteriori informazioni ed approfondimenti dall’Irlanda dove si è appena concluso il 25° campionato europeo per nazioni di pesca al colpo possiamo cominciare a dare un’occhiata ai risultati e partire con alcune riflessioni.

Vince la Lituania per la prima volta nella sua storia (non ho controllato l’albo d’oro, sono andato un po’ a memoria) con 49 penalità, seguita dalla Francia con 55 e dall’Olanda con 58. Male i nostri azzurri che si piazzano al 10° posto con 92,5 penalità.

A livello individuale vittoria per l’Olandese Ansing Ramon con 3 penalità, seguito dal francese Stephane Linder e dal lituano Buzas Tomas entrambi con 4 penalità. Migliore degli azzurri Giuliano Prandi che si piazza settimo con 8 penalità e conferma di avere un feeling particolare con il campionato europeo.

In attesa di sapere qualcosa di più possiamo sbottonarci ed affermare che il campo gara fosse particolarmente difficile. Lo dicono i risultati, e non il fatto che i nostri atleti non abbiano raggiunto una medaglia ma il fatto che la vittoria di squadra sia stata conquistata con un punteggio abbastanza alto e che la classifica individuale non veda nessuno a punteggio pieno e con 6 penalità si è arrivati ad un soffio dalla medaglia.

Questo non vuole togliere nulla a chi ha vinto, anzi, rafforza ulteriormente la capacità di aver raggiunto un risultato in una situazione non semplice.

Nei vari settori pochi pesci e pesi decisamente bassi ed addirittura alcuni cappotti, realizzati da pescatori che non sono proprio di “primo pelo”.

La pesca si è svolta prevalentemente a roubasienne con le due alternative della pesca lunga (11,50 o 13 metri in base alla conformazione del picchetto) o della pesca corta (anche qui 4/5 o 6 pezzi in base al picchetto). Vi era anche l’alternativa della pesca con i cannini fissi alla ricerca di piccoli goujon di 1 o 2 grammi ma era una pesca che non garantiva risultato, al massimo faceva “spiluccare” una o due posizioni. Tante e bellissime le trote presenti in queste acque, pesce che però non era valido ai fini della classifica. La pescata è stata rivolta quindi soprattutto ai gardon, ma non era semplicissima tant’è che veri specialisti della pesca al gardon come gli inglesi e i belgi hanno trovato anch’essi tantissime difficoltà.

Quindi una prima analisi approssimativa ci fa dire BRAVA LITUANIA in un campo gara che sicuramente si è rivelato decisamente ostico.

A breve foto ed approfondimenti. Stay tuned.