TROFEO SERIE A4: Lo Svasso Stella Marina A trionfa a Bomba

TROFEO SERIE A4: Lo Svasso Stella Marina A trionfa a Bomba

Il Jurassic Lake di Bomba ha ospitato la 4 prova del trofeo A4 disputata in 2 giorni, causa livello del lago basso, per cercare una disposizione degli agonisti più regolare possibile e di consentire un accesso al picchetto senza utilizzo di sherpa.

La formula seppur gradita a livello logistico lascia qualche scia di polemica perché il sorteggio eseguito come da regolamento integrale ha visto componenti della stessa squadra capitare sullo stesso picchetto.

Bomba non è il massimo della regolarità e quando si prendono due picchetti non particolarmente fortunati è difficile salvare le ossa, poi ci sono i fuoriclasse che cavano comunque il ragno dal buco … le carpe dalle splendide acque del lago abruzzese.

Ho parlato di Jurassic Lake perché qui la pesca è rivolta a pesci come i carassi che non si fanno problemi ad ingoiare un amo da trota torrente innescato con tre o quattro vermi, mentre i cavedani aggrediscono tre chicchi di mais a 10 metri dalla sponda.

La pulizia e la velocità nell’azione di pesca sono determinanti ma non pensiate che i contenuti tecnici siano poveri, tutt’altro, il lago presenta profondità notevoli a pochi metri da riva, il vento è una costante con cui fare i conti e quest’anno il pesciolame … mi piange il cuore chiamarlo così perché trattasi di avole da 10-15 grammi … non dava tregua in molti picchetti. La pastura come sempre doveva suonare e i 20 lt. consentiti dovevano essere dosati per durare le 4 ore di gara.

Il bigatto incollato è stata un’arma vincente per chi ha saputo introdurla correttamente sulla linea di pesca del carassio e un salva vita per chi ha ripiegato a corto sui cavedani.

Da sottolineare le prove di Salvati nella prima giornata che bandiera nel settore B dei Proiettili sfondava il muro dei 20.000 con quasi tutti cavedani. Ottima prova anche di Diamantini che vince il settore A nella stessa zona.

I due settori del breccione hanno visto Ruffo risolvere in un picchetto difficile con le carpe e Iazzolino permettersi il lusso di mettere dietro Ardenti a spalla.

La domenica la pesca, come da previsioni, è cresciuta e con lei anche il vento chi ha ripiegato su una linea di pesca più corta si è semplificato la vita. Le carpe hanno fatto la voce grossa e hanno permesso a Campili nel settore A dei Proiettili di realizzare un assoluto da oltre 24.000, seguito da Andrea Simeoni che al settore B supera i 22.000 punti.

La pesata di Alessandro Carrus

Al Breccione Gargano fa la voce grossa nel settore B, mentre Scarselletta esce da una situazione difficile pescando cortissimo con il bigattino e brucia l’ottimo Spalletti.

Dietro il quartetto de lo Svasso Stella Marina A Maver che regola tutti con 9 penalità, i capoclassifica di Arabona Fishing Club A Tubertini e i finalmente protagonisti Grizzly A Anglers una garanzia sul lago abruzzese.

La classifica generale vede l’ASPES A, complice la brutta prova sul lago di casa, inseguire Ruffo e compagni mentre al terzo posto lo Svasso Stella Marina A Maver scalza la corrazzata Blu Marlin GGianty Colmic.

Ora il week end finale di Corbara dove necessariamente i nodi dovranno venire al pettine.

Attesa anche la sfida internazionale tra Pepa Kopaseck e Kacper Gorecki, due big che aumenteranno il tasso tecnico della prova e andranno a rinforzare le fila della Blu Marlin GGianty Colmic e dei Grizzly Anglers.

Per M.F., Andrea Romanelli

2019 – CLASSIFICA DI GIORNATA

2019 – CLASSIFICA PROGRESSIVA

2019 – SETTORI A4 COLPO BOMBA

GALLERIA FOTO DI MIRCO DE MEIS clicca qui