AGONISMO CAMPANIA: ALL’APSD PIETRELCINA HYDRA IL CAMPIONATO REGIONALE

AGONISMO CAMPANIA: ALL’APSD PIETRELCINA HYDRA IL CAMPIONATO REGIONALE

 

Mancava solo l’ufficialità ed alla fine è arrivata in quel di Bomba, dove gli 80 contendenti, britanniche alla mano, si sono sfidati a suon di carpe e carassi, per sancire la vittoria, ampiamente prevedibile, dell’APSD Pietrelcina Hydra.

Quello che, invece, era meno prevedibile, era la vittoria di tappa con sole 6 penalità, frutto di 3 primi ed un terzo, a dimostrare l’indubbio valore agonistico di Peppe Zurillo, Max Corbo, Pino Santoro e Roby Carrino scivolati, per un soffio, dalla più blasonata A4, lo scorso anno.

E proprio dai ragazzi di Pietrelcina vorrei partire, dando la parola a Max Corbo, sull’andamento di questo campionato e sulle impressioni a caldo raccolte subito dopo la gara.

Complimenti Max, una cavalcata trionfale dall’inizio alla fine.

Grazie Michele, è stato un campionato duro ma entusiasmante che ci ha visto primeggiare per tutto il suo andamento, se si esclude la prima gara dell’Alento dove abbiamo avuto un po’ di difficoltà, ma poi siamo riusciti a far bene con continuità ed a portare a casa questo campionato, vincendo ben 3 prove (le due di San Giorgio e Bomba).

Qual è l’elemento che contraddistingue la vostra squadra, insomma qual è il segreto delle vostre vittorie?

Guarda Michele, anche se può sembrare un controsenso, devo dirti che quello che rende questa squadra compatta e vincente è l’umiltà. Nessuno di noi ritiene di essere un campione, né di ambire a risultati individuali che esulino dalla vittoria di squadra. Stiamo bene insieme, ci aiutiamo l’uno con l’altro, ma soprattutto ci divertiamo a pesca! Se qualcuno è in difficoltà cerchiamo di aiutarlo, ecco, siamo come una grande famiglia. Mi dispiace solo per la nostra seconda squadra che non è riuscita a salire sul podio classificandosi, comunque, quinta.

C’è una cosa che ho notato in tutte le gare, la presenza costante di tutti i soci e non solo di quelli impegnati in competizione. Mi viene in mente l’inno del Liverpool, You’ll never walk alone!

Hai ragione, Michele, a cominciare dal Presidente Antonio D’Andrea, tutti i soci sono sempre con noi e stanno alle nostre spalle durante tutta la gara, sempre pronti a spronarci a far meglio o a consolarci nelle giornate peggiori. Ripeto siamo una grande famiglia e sono contento di far parte di questa società che mi ha dato tanto. A tal proposito permettimi di ringraziare il nostro sponsor Hydra per l’aiuto ed il supporto che ormai ci fornisce da anni.

Ancora complimenti ed un grosso in bocca al lupo per il prossimo anno in A4!

Onore anche al Lenza Club Brezza Colmic, classificatosi secondo con 74,5 penalità complessive e la Lioni Colmic, salita sul terzo gradino del podio con 79,5 penalità. Entrambe hanno disputato un ottimo campionato ed anche un’ottima prova di giornata, segno della qualità degli agonisti e, soprattutto, della voglia di giocarsela fino alla fine tentando il tutto per tutto.

La classifica di giornata vede sul podio, oltre a Pietrelcina Hydra, il Fishing Club Pontecagnano Colmic, che disputano un’ottima prova totalizzando 12 pen. ed il Lenza Club Brezza Colmic, con 14.

Quanto al campo di gara, al di là dell’indiscutibile scomodità del lago, che ha messo a dura prova gli agonisti al momento di tornare alle proprie autovetture dopo la gara e sotto un sole cocente, rimane l’incantevole bellezza della diga di Bomba, con le sue acque cristalline ed i suoi bei pesci.

Questa volta la pescata è stata un po’ più bassa rispetto al passato, ma sicuramente più tecnica. Mi si consenta di dire, absit inuria verbis, che a Bomba bisogna saperci pescare ed interpretare al meglio il proprio picchetto e, soprattutto, la conformità, non proprio conforme, del fondale.

La locale Federazione sta testando un nuovo campo gara, sul lato opposto a quello attuale, molto più comodo, con la possibilità di accedere al picchetto con le auto o, almeno, arrivarci nei pressi e con fondale molto più regolare. Qualora queste voci fossero fondate, avremmo un campo gara di livello altissimo, sicuro fiore all’occhiello del Centro Italia.

Ultima considerazione, il lavoro impeccabile dell’Arabona Fishing Club Tubertini nell’organizzazione della manifestazione e del Giudice di Gara, sig. Vittorio Alibertini, sempre disponibile ed imparziale, sicuramente uno dei migliori giudici di gara del Centro Sud.

Per Match Fishing Italia

Michele Lozupone

 

REGIONALE CAMPANO INDIVIDUALE DI GIORNATA

REGIONALE CAMPANO INDIVIDUALE PROGRESSIVA

REGIONALE CAMPANO SETTORI

REGIONALE CAMPANO SQUADRA DI GIORNATA

REGIONALE CAMPANO SQUADRA DI PROGRESSIVA

STATISTICA REGIONALE CAMPANO