PASTURA EGO BLACK E SUPER CORBARA DELLA EGO PASTURE

PASTURA EGO BLACK E SUPER CORBARA DELLA EGO PASTURE

In occasione di un test per l’imminente gara del campionato regionale Campania, ci siamo recati presso la diga di Bomba, in provincia di Chieti, per provare gli ormai famosi galleggianti Actarus, per la pesca all’inglese e le nuove pasture, tutti prodotti della ditta di Viterbo, Ego Pasture dei Fratelli Funghi.

Bomba ha fondali decisamente rilevanti e pesci che amano sentire il tonfo per arrivare nei pressi della nostra esca, per cui c’era la necessità di utilizzare una pastura tenace, che non si sfaldasse durante la discesa e che, soprattutto, si stringesse in mano con una certa facilità.


La scelta è caduta sulla Ego Black e sulla Super Corbara, entrambe scure, di granulometria sottile, specialmente la Ego Black e molto profumate. La Super Corbara, in particolare, è ricca di particelle di pane giallo, arachide tostata, fiocco di mais e canapa tostata che spiccano una volta bagnata e le donano un forte aroma al brasem.

Dopo un primo impasto, rigorosamente a trapano utilizzando la nuova frusta, sempre di casa Ego Pasture, attrezzo solido e leggero ideale per non far stancare il nostro trapano, abbiamo lasciato riposare la pastura per una ventina di minuti, per poi aggiungere altra acqua fino ad ottenere un composto consistente ma allo stesso tempo soffice e facile da compattare.

Durante il lancio, rigorosamente a fionda, le palle non si sono mai sfaldate, producendo, al momento della caduta in acqua, il classico “bum”, ideale per le carpe ed i carassi di Bomba (e crediamo anche per le breme di Corbara).
Ed infatti sia i primi che i secondi non si sono fatti attendere, entrando immediatamente in pastura per tutto il tempo della nostra pescata o meglio, fino a quando non si è svuotato il secchio!

A parere nostro, questa pastura si presta bene anche per l’aggiunta di esche, come lombrichi, bigattini stirati e mais, ma può essere utilizzata anche in altri contesti con acqua più bassa e con l’uso della roubasienne.

Ci siamo ripromessi di fare qualche prova in quel di San Giorgio La Molara, sicuri del fatto che la Ego Black, la Super Corbara e la nuova Competition siano ideali anche per essere scodellate con la roubasienne.

Infine un’ultima considerazione la meritano gli Actarus. Galleggianti perfetti, che dopo innumerevoli lanci non hanno mai mostrato segni di cedimento in acqua, essendo totalmente impermeabili.