COPPA COLMIC 2019: LUCI E OMBRE SULLA DECIMA EDIZIONE

COPPA COLMIC 2019: LUCI E OMBRE SULLA DECIMA EDIZIONE

La Coppa COLMIC tra i molti appuntamenti dell’azienda fiorentina è il primo in ordine cronologico, il primo in termini di presentazione e sicuramente il primo per importanza e coinvolgimento.

Mai come in questa edizione si è sentito così forte il legame che unisce il marchio Colmic ai suoi tanti appassionati. Un campo gara da molto tempo con pochissima pescosità non ha fermato quella voglia di partecipare ed essere presenti alla prima vera kermesse della famiglia Colmic.

Condivisione, stima, amicizia e divertimento sono le prerogative che caratterizzano da sempre il raduno novembrino dove, oltre alla gara, l’azienda è orgogliosa di soddisfare la curiosità dei tanti appassionati.

Lo fa presentando molte novità in ogni settore e tecnica di pesca, ascoltando i suggerimenti, gli apprezzamenti e le critiche sempre costruttive indistintamente da parte di chi ama il marchio da poco o tantissimo tempo.

La disponibilità dei tanti collaboratori presenti alla mostra expo, organizzata al Palazzetto dello Sport di Ostellato con persone qualificate e tanti campioni, su tutti Jacopo Falsini e Mirko Govi per il feeder, rende questo evento un appuntamento irrinunciabile, considerando che la mostra è allestita per un grande evento Nazionale come l’Italian Master, oltre ai vari azienda day.

Sorprendente le propositività dell’azienda fiorentina, che non smette mai di stupire con infinite soluzioni e novità, a dimostrazione di una voglia di pensare, progettare e aggiornarsi , caratteristiche che la contraddistinguono da sempre al top delle aziende nel settore della pesca.

Oltre alle nuovissime RBS per la gamma top della categoria match carpa con la Royal Superior e la Royal Z6, con diametri contenuti e straordinarie per leggerezza, bilanciamento e rigidità.

Presentate anche le molto apprezzate Stratus, la Epik 4X e moltissime altre novità nel settore buffetteria, oltre a un nuovissimo sgabello: l’EPIK 40, innovativo per struttura e facilità di posizionamento.

Molto ammirate le nuove proposte nel settore feeder con gamma completa delle Slender Rush, dove tantissimi estimatori hanno apprezzato, oltre alla qualità, anche l’aspetto estetico, curato in modo maniacale in tutti i particolari.

Ammirati anche i nuovi pasturatori e i tantissimi vari accessori vari.
Novità anche nella gamma mulinelli con i nuovi modelli Altair e Surya, i galleggianti, le pasture, l’abbigliamento e tanto altro ancora.

Oltre ad un fine agonistico, perchè alla fine le classifiche contano, la gara è il pretesto per avere l’opportunità di incontrarsi, confrontarsi e chiudere in amicizia l’anno appena trascorso, festeggiando insieme i risultati ottenuti.

Ho scritto di un campo gara irriconoscibile e molto avaro in termini di catture, dove parlare di tecnica o strategia di pesca sembra molto difficile. Il canale circondariale di Ostellato è una grandissima ricchezza per la pesca e soprattutto un patrimonio nazionale che va tutelato e salvaguardato.

Ci auguriamo che il problema riscontrato in questl’ultimo periodo dell’anno sia individuato e risolto immediatamente, per poterci ritrovare qui tutti insieme la prossima stagione con un calendario gare ancora più ricco di appuntamenti.

La Coppa Colmic è una gara a coppie con settori da 10. Per la pesca al colpo sono stati occupati totalmente i 10 settori riservati gli agonisti vestiti in blu, dal km 8,5 del vecchio campo gara fino al km 7, mentre per la categoria feeder 3 settori sono stati riservati nella zona denominata “Cavalli“.

Per la pesca al colpo non possiamo fare una cronaca o un’analisi tecnica della gara, ma chi vince ha sempre ragione e qualcosa in più ha sicuramente capito e messo in pratica per avere la meglio sugli altri, come i vincitori assoluti Massimiliano Camilli e Simone Chiari della Lenza Senese Merse Sport, che grazie ai 7520 gr hanno avuto la meglio su Thomas Busatto e Paolo Gallo della Lenza Aglianese. Li seguono sul podio Carlo Romeggini e Francesco Caprini del Club Pescatori Umbertide.

Per il settore feeder la pesca non è stata sicuramente migliore, con la coppia vincitrice assoluta composta da Paolo Massetani e Maestrini Massimo del Pellicano Team Feeder che, grazie alla cattura di un pesce di taglia, hanno avuto la meglio sui compagni di squadra Pier Paolo Marini e Teneli Michele.

Al termine delle gare premiazione al Palazzetto dello Sport presso lo stand Colmic, con il tricolore vinto dall’Oltrarno nella Pesca al Colpo, a fare da cappello ad un bellissimo punto di ritrovo per una bellissima festa.

Un anno particolare con tantissime soddisfazioni, coronato da questa grande vittoria di prestigio e dai tantissimi risultati ottenuti a livello di squadre e individuali. La Colmic ha onorato con speciali riconoscimenti chi si è distinto nella stagione.

Per la pesca al colpo la premiazione è stata presieduta da Jacopo Falsini, che oltre ai premi di giornata ha dato targhe ricordo e ha sottolineato i meriti dei tantissimi vincitori.

Ha tenuto moltissimo a ringraziare chi ha collaborato e supportato le squadre per il raggiungimento dei risultati, sottolineando il forte senso di appartenenza alla grande famiglia Colmic.

Per la gara del feeder il compito di padrone di casa è aspettato a Mirko Govi, che da grande agonista e conoscitore della materia ha contribuito molto alla crescita del settore, collaborando in pieno con i tanti tecnici e agonisti in azienda Colmic.

Un grandissimo anno coronato da molti successi e terminato con una bellissima festa e la promessa di ritrovarsi quì anche il prossimo anno.

GALLERIA FOTO DI LUIGI BELLI