SUL TITANO SVENTOLA LA BANDIERA DELLA LENZA BIANCAZZURRA TUBERTINI

SUL TITANO SVENTOLA LA BANDIERA DELLA LENZA BIANCAZZURRA TUBERTINI

E’ da poco terminato il campionato a squadre Sammarinese di pesca al colpo e in occasione di un’ottima cena a base di funghi e tartufo (la stagione è propizia) ne ho approfittato per fare quattro chiacchiere con i ragazzi della Lenza Biancazzurra Tubertini che quest’anno sono riusciti a vincere il trofeo e guadagnare il lasciapassare per il mondiale per club 2019. Ne è venuta fuori una bella intervista che qui sotto riporto…

Innanzi tutto volete parlarci dei componenti della squadra?
Quest’anno la formula del campionato è cambiata e si è tornati alle squadre da 4 componenti. Nel nostro team hanno gareggiato Biordi Ivan, Biordi Massimo, Reggini Stefano e Jacopo Angelini. Questa nuova formula ci ha permesse di avere alle nostre spalle il supporto di Alfio Lazzarini, pescatore d’esperienza che ha svolto tutte le prove con la squadra in modo da essere sempre pronto nel caso ce ne fosse bisogno, e Biordi Thomas , figlio di Massimo di 15 anni di età che partecipa già ai campionati giovanili togliendosi belle soddisfazioni e che con grande passione ci ha seguito per tutto il campionato aiutandoci ed acquisendo a sua volta esperienza.

Un bel gruppo quindi…
Sì, la nostra forza è proprio l’unità del gruppo , unito e affiatato anche fuori dalla pesca e questo è sicuramente un valore aggiunto.

Parlateci un po’ del campionato…
Le 4 gare sono state tecnicamente tutte diverse e per questo ci siamo dovuti preparare molto bene, al meglio delle nostre possibilità. La prima gara è stata a Ostellato vecchio dove abbiamo affrontato una pescata a skimmer sulla linea dei 13 metri, seconda prova ad Umbertide affrontando gli astuti cavedani tiberini in passata, poi Ostellato vecchio dove si è pescato prevalentemente breme all’inglese ed infine Medelana dove abbiamo pescato a 5 pezzi e a 13 metri affrontando i clarius e le breme.

Un bel campionato quindi…
Si, anche se a San Marino siamo rimasti in pochi questo campionato è molto sentito anche perchè dà il diritto l’anno successivo a partecipare al mondiale per club. Quest’anno è stato davvero avvincente fino all’ultima gara ma alla fine siamo riusciti a vincere con un buon margine sui ragazzi della Cannisti Dogana.

Avete avuto un punto di svolta nel campionato?
Sicuramente Umbertide, abbiamo vinto la prova alla grande e questo ci ha permesso di affrontare il resto del campionato con serenità. Una pesca difficilissima quella dei cavedani che tra l’altro pratichiamo di rado, per questo dobbiamo ringraziare Moreno Ravaglia che è un vero asso in questa pesca e ci ha sistemato in maniera perfetta per affrontare la gara. Da non dimenticare la prova decisiva, quella finale a Medelana e qui Ferruccio Gabba ci ha seguito in prima persona sistemandoci in pesca e dandoci quella tranquillità e sicurezza che hanno fatto la differenza.

Volete ringraziare qualcuno?
Sicuramente l’azienda Tubertini che ci fa da sponsor ormai da 15 anni, Glauco in primis ma anche tutto lo staff. Una vera famiglia che ci rende davvero orgogliosi di farne parte ed indossare questi colori.

Adesso mondiale per club…
Sì, a giugno 2020 saremo in Serbia a Novi Sad, sperando di ben figurare e convinti che ci metteremo il massimo impegno e dedizione.

Grazie mille e in bocca al lupo per le prossime avventure…
Grazie a voi.