UNA NUOVA FIUMA… CHE PIACEVOLE SORPRESA!

Abbiamo da poco appreso la notizia che la gara dell’Eccellenza Nord è stata rinviata.

Io e miei soci abbiamo già bagnato la pastura e comprato i bigattini… cosa facciamo?

La mattinata ormai era programmata, decidiamo di andare a pescare lo stesso.

Il cavo lama di questi giorni però è apparso abbastanza avaro, soprattutto nel tratto centrale.

Decidiamo così di andare da un’altra parte e, dietro consiglio di un pescatore locale che ringrazio pubblicamente, andiamo in Fiuma in un posto a me sconosciuto.

L’abitat è bellissimo e ci ispira subito fiducia.

Io e Davide Redaelli decidiamo di pescare corto, a sette pezzi, mentre Maurizio Terraneo battezza la pescata dove c’è più fondo, a 12 mt circa da riva, scelta che si rileverà azzeccata e che gli garantirà maggiore continuità di catture.

Partiamo subito alla grande e capiamo che le buone impressioni avute all’inizio erano fondate.

Numerosi carassi e qualche bremetta abboccano alle nostre lenze e ci garantiscono un grande divertimento.

L’acqua è sempre stata in lento movimento e ci ha permesso di pescare con lenze da 1 grammo e da 1,5 grammi nei momenti di maggiore corrente.

La mattinata scorre veloce, ci divertiamo e per qualche ora dimentichiamo la paura  passata la notte precedente a causa del terremoto.

La pesca è anche questo, fa bene allo spirito e permette di ricaricare le pile.

Alla fine solleviamo le nasse per le foto di rito: impressionante!

Chi più e chi meno (vero Davide?) abbiamo comunque tutti nasse davvero colme di pesce e già fantastichiamo su gare future con pesi da capogiro.

Purtroppo ormai è ora di partire, tanti chilometri ci aspettano, ma il ricordo di questa splendida mattinata ci accompagnerà non solo durante il viaggio, ci servirà anche per rasserenarci stasera prima di dormire, sperando che questi bei ricordi cancellino i brutti momenti passati.

Da Rolo per Match Fishing

Luca caslini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.