CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETA’: TEAM RAVANELLI, DOPO IL RUGGITO ARRIVA LA ZAMPATA

Domenica 7 ottobre 2012

RAVANELLI, DOPO IL RUGGITO ARRIVA LA ZAMPATA

Lo spettacolo, dopo il terzo e quarto atto, è terminato.

Sul teatro del Mincio si è alzato il sipario e gli attori da domani si prepareranno per il prossimo spettacolo, l’ultimo della stagione quello che tra 15 giorni si svolgerà sul  Po di Volano dove si assegnerà lo scudetto alla squadra campione d’Italia.

A Peschiera le 15 squadre in lizza ci hanno dentro fino all’ultimo pesce e il risultato finale della classifica progressiva, dopo quattro prove, vede il Team Ravanelli Trabucco saldamente al comando con 95,5 penalità.

Lo stato di forma dei ragazzi del team di Soresina è quello dei tempi migliori con due prove vinte in questo campionato, quella di Pisa e quella di oggi di Peschiera, che lasciano intendere a tutti i contendenti di volere giocare la partita da protagonisti fin in fondo.

Dunque bravi Sorti, Fedeli, Defendi e Bruni ad interpretare il Mincio alla perfezione ed aggiudicarsi questa quarta prova con 15 penalità.

Ottima performances dei romagnoli dell’Amo Santarcangiolese Colmic, sempre più proiettati verso un consolidamento della propria forza agonistica d’elite, oggi secondi con 19 penalità.

Al terzo posto di giornata si piazza la squadra lombarda della Longobardi Milo, con 22 penalità giusto necessarie per rimanere ancorata alla possibilità di giocarsi la vittoria nella volata finale.

Infatti il Team di Milo oggi porta in cascina 22 penalità che la consolidano in seconda posizione nella classifica progressiva con 131 penalità.

E poi arrivano le corazzate dell’Oltrarno e dell’Emiliana appaiate in progressiva entrambe con 137,3 penalità anche se va detto che i toscani dopo la straordinaria prova di ieri, vinta con 12 penalità, non riescono a bissare la prestazione.

E non potevamo chiudere questa prima news senza citare la Golden Fish Tubertini, una splendida realtà del centro Italia che a spallate è riuscita a farsi largo tra i colossi del nord in quello che è il campionato più bello ma anche il più difficile in assoluto.

Un applauso caloroso quindi ai ragazzi della società di Luigi Belli che rispondo al nome di Bottegoni Damiano, Fontana Massimo, Ruffini Luca e Costarelli Alberto, sesti assoluti a sole due prove dal termine.

Nelle prossime ore su questa pagina altri aggiornamenti dei nostri inviati Luca Caslini e Simone Ravizza.

CLASSIFICA DI GIORNATA

1) Team ravanelli Trabucco 15

2) Amo Santarcangiolse Colmic 19

3) Team Longobardi Milo 22

CLASSIFICA PROGRESSIVA

1) Team Ravanelli Trabucco 95,5

2) Team Longobardi Milo 131

3) Oltrarno Colmic 137,3

4) Lenza Emiliana Tubertini 137,3

5) Amo Santarcangiolese Colmic 146,5

 

 

 

Sabato 6 ottobre 2012

MAGICA OLTRARNO COLMIC

Nel campionato italiano di società di pesca al colpo, che quest’oggi vedeva sul Mincio a Peschiera la disputa della terza prova, si è messa in luce una grande Oltrarno Colmic capace di vincere la prova con 12 penalità.

I campioni della squadra toscana hanno dato spettacolo con un super Andrea Fini capace di portare alla pesa due carpe di cui una enorme da 10 chili, ma la vera pescata da campione, senza carpe nella nassa, l’ha fatta Jacopo Falsini trovando scardole in quantità industriale (una cinquantina) a centro fiume con la tecnica dell’inglese e della bolognese.

La pesca si è svolta inizialmente a centro fiume dove tutti gli agonisti hanno pescato chi con l’inglese, chi con la bolognese.

La linea di pesca variava dai 30 ai 45 metri con 3/4 metri di fondo pescando sulla palla di pastura “a spaccare” farcita di caster innescando prevalentemente il casterone.

Poi per molti la pesca si è spenta così le alternative sono state la pesca a galla sulla fiondata di bigattini o la pesca da fermo con galleggianti a vela e pasturando con bigatini incollati con la ghiaia.

Quest’ultimo tip0 di pesca si è rivelato vincente per chi è riuscito ad agganciare e soprattutto mettere in nassa le grosse carpe presenti in buon numero in questo tratto di fiume.

La terza prova viene vinta quindi dall’Oltrarno Colmic con 12 punti seconda la Lenza Emiliana Tubertini A con 17 punti e terza la Lenza Parmense Maver A con 18 punti.

Dpo la terza prova nelle prime posizioni della classifica progressiva troviamo:

1) Team Ravanelli Trabucco con punti 74,5;

2) Oltrarno Colmic A con 84 punti;

3) Longobardi Milo con 98 punti;

4) Lenza Emiliana Tubertini A con 100,5.

Da Peschiera per Match Fishing, Luca Caslini.

LE CLASSIFICHE

 

 

.
.
.

LA PASTURAZIONE

COMINCIANO LE CATTURE

“IL FINI” HA AGGANCIATO QUALCOSA DI GROSSO

LA VEDE E DICE “MAMMA MIA QUANTO L’E’ BELLA!”

NEL GUADINO NON CI STA, CAMBIO AL VOLO DELLA RETE

CI SI AIUTA ANCHE COI DENTI, IL CAPITANO REVERBERI PUO’ SOLO INCORAGGIARLO

CHE BOCCA!

NON CI STA NEMMENO IN QUESTO GUADINO! PERO’ E’ FATTA!

CHE CARPA… COMPLIMENTI ANDREA!

ANCORA UN PO’ DI CATTURE

IL PUBBLICO ATTENDE LA FINE, SIAMO AGLI SGOCCIOLI…

LO SFORTUNATO MARSALLI ADRIANO… PER LUI UNA CARPA DI OLTRE 5 KG GUADINATA UN ATTIMO DOPO IL GONG.

ALCUNE FOTO DELLA PESA


.
.
.

.
.
.

Venerdi 5 ottobre 2012

CAMPIONATO ITALIANO DI SOCIETA’: E’ LA VOLTA DEL MINCIO

Mancano poche ore alla disputa della terza e quarta prova del C.I.S. e il teatro fantastico riservato alle 15 squadre promosse dopo la sfida dell’Arno pisano è un altro fiume, il Mincio.

Ovviamente i concorrenti sono tutti li da alcuni giorni per cercare le soluzioni vincenti necessarie per accedere alla finalissima di Medelana riservata alle prime dieci della classifica progressiva della 3 e 4 prova.

Quale pesca adotteranno i nostri campioni della pesca al colpo?
Cavedani e scardole con terminali finissimi o carpe sul fondo con lenze robuste?

Da quanto si è potuto apprendere tutto è possibile e dalle foto prese a prestito su facebook nella bacheca di Matteo S. sembra che il pesce di taglia non manchi.

Staremo a vedere, e affrettiamoci a prendere posto, lo spettacolo sta per iniziare.

I CAMPIONI DELL’OLTRARNO ALLE PRESE CON IL “CARP-FISHING”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.