PEDRINI CORRADO VINCE IL BAZZA DAY 2012

Come di consuetudine al termine di ogni stagione agonistica, il Team Bazza chiama a raccolta i suoi estimatori. Anche quest’anno, infatti, il 18 novembre scorso Luciano e Maurizio Bazza hanno messo in moto la loro collaudata macchina organizzativa predisponendo una bella manifestazione che ha richiamato sulle sponde di Ostellato Covato circa una ottantina di affezionati dell’Azienda di Lavino di Mezzo (Bo), che non si sono fatti intimorire dalla stagione avanzata e dal meteo pur di essere presenti.

 

Bello e curato il colpo di scena all’ingresso delle Vallette, con striscioni del Team Bazza, e suggestive le originali bandiere triangolari recanti il logo dell’Azienda a delimitare i confini dei vari settori; a completare la scenografia i bei secchi blu porta pastura che Maurizio e Luciano hanno regalato a tutti i presenti, proseguendo una tradizione ormai consolidata da anni che prevede l’omaggio a tutti i partecipanti di un prodotto del catalogo Team Bazza. (www.teambazza.it).

 

 

E il campo di gara non ha di fatto tradito le aspettative, regalando le ultime catture di breme del 2012, proprio alla vigilia della sua chiusura per la pausa invernale e per i lavori di sistemazione delle sponde che sembra siano in programma nei prossimi mesi.

 

 

Dal punto di vista tecnico la gara, obbligatoriamente a roubaisienne, ha ricalcato quanto visto un po’ in questo fine anno a Covato, con una buona e beneaugurante presenza di tante bremette del peso variabile dai 10 ai 60/70 grammi che hanno fatto affondare più volte le antenne in plastica e vetro dei galleggianti.  Le calma piatta della prima metà della gara, ha consigliato alla maggioranza un inizio con lenze medio leggere e ben tarate, per cogliere i minimi segnali delle timide abboccate. In seguito, con l’aumentare della ventilazione, sempre comunque contenuta, si è passarti ad impiegare le punte corredate dalle lenza de 1 e 1.5 grammi, per stazionare meglio sulla zona pasturata.

 

 

Al termine la soddisfazione di portare a casa il panchetto Team Bazza Small in palio per il primo assoluto è stata di Corrado Pedrini dell’Amo Panigale di Bologna, che con 6,600 kg ha realizzato il maggior peso della giornata. Nonostante il picchetto sulla carta non favorevole, il n° 2 del settore terminale, Pedrini ha messo in nassa dapprima diverse bremettine alle quali ha aggiunto un paio di carassi veramente belli che gli hanno portato in dote la vittoria di giornata. Seconda piazza assoluta per Gianni Danieli, che con 4.350 grammi ha saputo capitalizzare molto bene il primo picchetto del campo gara avuto in sorte. Sul gradino più basso del podio, con 4.250 grammi, S. Zilioli.

Premiazioni, foto di rito e grigliata sul campo gara hanno concluso degnamente questa bella giornata di sport ed amicizia marchiata Team Bazza!

 

 

PEDRINI CORRADO – VINCITORE BAZZA DAY 2012

Pedrini, innanzi tutto complimenti per la bella vittoria di oggi. Chiudi l’anno in bellezza…

“E’ vero, oggi ho avuto veramente una bella soddisfazione che mi ripaga dei sacrifici e mi fa chiudere bene questo 2012. E’ stata veramente una bella pescata, caratterizzata da una bella breme ed un paio di carassi XXL come si possono trovare, seppur raramente, qui ad Ostellato.”

 

Vuoi raccontarci come hai pescato oggi?

“Viste le condizioni di calma piatta che c’erano stamattina, dopo aver fatto il classico fondo con della Gold Special K1 Breme Team Bazza a cui avevo aggiunto due chili di Terre de Somme, qualche bigattino e qualche raparinopinkies stirato ed un po’ di caster.  Sono partito con una lenza da 0.50 grammi, appoggiando qualche centimetro sul fondo un amo del 18 della serie K1 innescato con due bigattini vivi. In questo modo ho preso diverse placchettina da 50/60 grammi, le catture prevalenti in questo periodo. Oltre la metà della gara si è alzata la classica brezza di Ostellato, che increspa la superficie e muove un po’ l’acqua. Allora sono passato ad una lenza da 1 grammo,  costruita con un galleggiante della serie Gold8 Team Bazza montato su del filo New Trax dello 0.12. Terminale sempre New Trax dello 0.10 ed amo K1 del 22.

Mi sono appoggiato circa 15 cm, per rimanere ben fermo sulla pastura che ho continuato a dare sotto la punta della canna. In questo modo ho catturato dapprima una bella breme da 7/8 etti e poi due carassi veramente grossi che mi hanno aiutato moltissimo a vincere il settore e la gara. Alla fine la mia pesata è stata di 6.600 grammi!”

 

Hai forzato molto con i bigattini per richiamare pesci di questa taglia?

“Non più di tanto. Ho aggiunto ancora dei caster ed ogni tanto aggiungevo qualche bigattino in più nella palla di pastura. Comunque non tantissimo.”

 

Tu sei anche il Presidente di una storica Società bolognese…

“Si, sono il Presidente dell’Amo Panigale, un sodalizio che è affiliato alla Federazione da oltre 60 anni. In passato i nostri Soci hanno partecipato a competizioni nazionali di ogni livello, anche con buoni risultati; oggi ci siamo un po’ ritirati entro i confini dell’attività provinciale e naturalmente nei carpodromi della zona.”

 

 

Da segnalare la presenza di un concorrente giunto appositamente da Roma, Stefano Ratto, “Freccia”, della SPS I Grizzly, legato al marchio Bazza da una solida amicizia e che ha voluto disputare la sua prima competizione ad Ostellato Covato proprio in questa occasione. Davvero complimenti!

 

Stefano, sei un po’ lontano da casa! Cosati ha portato ad affrontare una trasferta così lunga?

“E’ vero, sono lontano dai miei campi di gara usuali ma sono felice di essere venuto fino ad Ostellato, proprio in questa occasione , per incontrare Maurizio e Luciano, a cui mi lega una buona amicizia da oltre un paio d’anni.”

 

Come hai conosciuto il marchio Team Bazza? 

“Debbo ringraziare per questo il mio amico Marco De Vendictis, che saluto assieme a Marco Pinchera. Anche loro avrebbero dovuto essere qui ma impegni  personali glielo hanno impedito. Seguo costantemente il marchio Team Bazza on line, come i miei amici, e rimaniamo aggiornati sulle loro ultime novità.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.