LAGO DELLA PIETRAIA: RADUNO COLMIC A COPPIE TECNICA ROUBAISIENNE

Un giovedì, mi stavo recando al negozio Redfish di Foiano della Chiana in provincia di Arezzo, negozio gestito magnificamente dagli amici Fabrizio e Laura, due persone competenti, gentili e sempre disponibili a dare consigli sui luoghi di pesca (Fabrizio su questo somiglia ad un atlante geografico) e sulle tecniche più opportune per avvicinare questi “nostri amici pesci” che, da un po’ di tempo a questa parte, sembrano aver imparato a “leggere e scrivere”….

Nel negozio, stavo osservando delle persone che chiedevano incuriosite di vedere e toccare con mano le nuove canne di casa Colmic quando Fabrizio, chiedendo un attimo di pazienza, tira fuori dei fogli dalla stampante ed esce fuori, poco dopo, con esclamazioni di tipo……….”oh bene, ………..grande, … cosi si fa, ………..io ci sono, ……..anche io, ………..iscrivi anche noi….”.

Sempre più incuriosito, mi domandavo, mentre osservavo il reparto galleggianti, che cosa Fabrizio avesse tirato fuori dalla stampante………… Presto detto: “ Domenica 02 Dicembre, RADUNO A COPPIE TECNICA ROUBAISIENNE con presentazione delle Nuove canne da pesca Roubasienne COLMIC 2013” …. A quel punto, naturalmente anche io non ho potuto che esclamare: “Grande Fabrizio, iscrivi anche me”.

Trovato tutti il proprio compagno di pesca, alle 06.45 di domenica 2 Dicembre, eccoci al lago della Pietraia, qualche km subito dopo Cortona, gestito da un simpaticissimo signore che ricorda – per chi volesse andare a pescare in questo bel lago – che bisogna essere in possesso della tessera Arci.

Mentre eravamo tutti a chiedere un bel caffè, nell’attesa che arrivassero Fabrizio e Laura, abbiamo iniziato ad osservare la struttura preparata per visionare le nuove canne della Colmic che, malgrado la pioggia dei giorni scorsi, aveva retto egregiamente.

Finalmente ecco arrivare la macchina degli amici organizzatori ed ecco, dietro, l’altra macchina, dove si intravedevano chiaramente le nuove sacche della Colmic.

E non poteva essere che lui a mostrare a tutti noi la nuova collezione 2013………….l’ormai conosciuto Alessandro Degl’Innocenti, responsabile di vendita delle Province di AR-GR-PI-LI-SI.

Dopo un nostro caloroso benvenuto, Alessandro con molta professionalità, senza tralasciare la cordialità e – permettetemi di dire – con la grande passione che mette nel suo lavoro, inizia a levare dalla sacca i tubi contenenti le nuove canne, tocca alle Airon F33 – F44 – F55 e a seguire la 6022 e 7033, e con grande stupore di tutti, le mostra alle persone presenti, pronte a toccare con mano le nuove nate di patron Collini.

Non dovevamo dimenticarci però che c’era una gara da fare, e dunque via ad estrarre i picchetti…….. a piazzarsi nei posti assegnati e, alle ore 08.30, inizio della gara!

A poco a poco iniziavano ad arrivare altre persone che non potevano non notare il silenzio che c’era….. Qualcuno, con la battuta “Oh che dicano messa qui….via, si va a vedere le canne nove”, ha scatenato l’ilarità di tutti e ha fatto sì che anche noi ci destassimo da quella concentrazione mista a sonno che aveva preso tutti.

Molte persone, grazie alla pubblicità fatta da Fabrizio e Laura, sono venute a vedere le canne di nuova generazione, sotto la supervisione attenta e pronta di Alessandro, disponibile a rispondere a chiunque chiedesse informazioni sulle nuove canne.

A fine gara finita tutti sono rimasti divertiti e contenti della bellissima giornata passata in compagnia di amici immersi nei bellissimi colori della natura ma, soprattutto, con i colori che hanno contraddistinto questo raduno……….i colori COLMIC!

Un doveroso saluto va al Sig. Collini e a seguire – e non da meno – ad un’altra grande persona…Alessandro degl’Innocenti che ha dimostrato grande professionalità e cordialità con tutti gli intervenuti. Infine un grazie caloroso da parte di noi tutti a Fabrizio e Laura che, con simpatia ed un grande spirito di aggregazione, fanno sì che queste manifestazioni siano sempre così “Colorate”.

Quasi dimenticavo…………….grazie MATCHFISHING!

Da Foiano della Chiana (AR)
Per Matchfishing
Franco Pagnotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.