FEEDER FISHING IN MARE

Parte oggi sul sito specialistico Tubertini Feeder una sessione dedicata alla pratica del Feeder Fishing in mare, in cui saranno trattate le varie tecniche più redditizie e gli itinerari migliori per praticare quest’affascinante tecnica in un ambiente stupendo come quello marino, con l’intento di fornire tutte le informazioni utili per insidiare le varie specie ittiche come Spigole, occhiate, saraghi, orate, cefali ect….

13 copia

Se in acque interne questa tecnica ha più volte dimostrato d’essere più catturante rispetto ad altre tecniche di pesca (basta sfogliare le classifiche delle gare effettuate a Feeder e confrontarle con le gare di pesca al colpo effettuate nel medesimo periodo e campo gara), in mare, non ha ancora avuto quello sviluppo che sicuramente merita, e chi la pratica, come il sottoscritto da alcuni anni, può testimoniare la sua eccezionale azione catturante anche in acque salate.
Naturalmente tutto va sovradimensionato, sia in termini d’attrezzature sia di montature, in considerazione che la nostra azione piscatoria avviene appunto in mare e quindi bisogna tenere in considerazione il moto ondoso e la corrente, di gran lunghi superiori a quelli che si possono affrontare in un canale o in un lago. In ultimo non bisogna sottovalutare le specie ittiche che si andranno ad insidiare, giusto per citarne una l’orata o il sarago per esempio, i quali anche nelle taglie medio-piccole, intorno al mezzo chilo, riescono a sprigionare una resistenza incredibile, per non parlare poi del loro apparato boccale con dei denti capaci di recidere anche un buon 0,30
Bene ora vi lasciamo alla lettura di questo primo articolo su

banner prova

Per Match Fishing Giuseppe Trani

IMG_20130616_090948

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.