CAMPIONATO ITALIANO INDIVIDUALE SENIORES: AL COMANDO C’E’ GIULIANO PRANDI

Avevamo conosciuto il canalbianco di Adria in occasione delle gare del campionato italiano di società e ci ricordavamo acqua veloce, maree che modificavano i livello dell’acqua anche di oltre mezzo metro e una pesca a vela che permetteva belle pescate anche con diversi chili di breme necessari per vincere.

Oggi invece abbiamo trovato un canale meno rock ma più lento, come parafrasava Adriano Celentano in una famosa trasmissione televisiva, e quindi anche l’impostazione di pesca e la resa sono state diverse.

La bassa pescosità, se rapportata alle gare di un mese fa, può essere stata condizionata da alcuni fattori come la forte pressione agonistica degli ultimi giorni e la lenta velocità dell’acqua che ha permesso l’uso di galleggianti leggeri anche fino ad un grammo.

In ogni caso quello di Adria è e rimane un gran bel canale che sa essere tecnico parecchio e offre al contempo diverse soluzioni di pesca.

Breme a tutta canna oppure la pesca corta? meglio insidiare le breme sul fondo oppure cercare il pesce sul bigatto come carpe e siluri?

Insomma una bella gamma di soluzioni alle quali gli possiamo aggiungere anche la pesca del cefalo visto che in questo canale la sua presenza è da non sottovalutare.

I cefali sono stati catturati e i più grossi sono stati anche persi e a questo punto dopo il Brian abbiamo anche il Canalbianco che ci impone di valutare meglio anche questa specie perchè se affrontati nella maniera giusta possono diventare pesci anche vincenti.

I concorrenti in gara sono stati 249 (un assente) e sono stati distribuiti su due sponde: lato chiatte 100 agonisti e lato opposto 150 agonisti.

Da questa prova, dopo la difficile e criticata gara del Cavo Lama viste le condizioni del canale, passano il turno per la 3° prova di Umbertide i migliori 100 e dopo due gare troviamo sul podio provvisorio i seguenti concorrenti:
1) Prandi Giuliano Lenza Emiliana (Tubertini) punti 2;
2) Cesari Andrea ASD Borghigiana Pellicano (Maver) 2;
3) Crepaldi Oscar Cannisti Club Adria punti 2;

Dopo la gara della Lama in testa alla classifica avevamo Meschieri Roberto, oggi un pò attardato lasciando lo spazio per la fuga in avanti a Giuliano Prandi il quale si è ricordato che su questo campo gara con l’Emiliana aveva vinto con 6 punti.

E adesso la carovana del campionato italiano si trasferirà sulle acque del fiume Tevere ad Umbertide e anche li sarà spettacolo e adrenalina perchè a presentarsi con 2 penalità sono ben otto concorrenti e i giochi quindi sono ancora tutti aperti.

Naro Michele, Maffei Luca, Bacelle Maurizio, Corsi Marco e Petocchi Stefano hanno due penalità ma ce ne sono altri con tre che scalpitano e che non intendono certo andare in Umbria per una gita di piacere.

A settembre l’ardua sentenza sull’assegnazione dello scudetto tricolore e con esso, per il campione italiano, si aprirà il guardaroba della nazionale dove si trova la maglia azzurra.

visualizza classifica completa

 

italiani seniores 2 prova

 

PANORAMICA DEL CAMPO GARA

IMG_8259

IMG_8354

IMG_8409

IMG_8452

Giuliano Prandi dopo la gara in canalbianco passa dalla 33° posizione alla testa della classifica

IMG_8074

Andrea Cesari “il Nefa” ASD Borghigiana Pellicano (Maver) 2° in classifica;

IMG_8233

Oscar Crepaldi della Cannisti Club Adria è terzo con 2 penalità;

IMG_8290

 

Roberto Meschieri dopo la gara in Cavo Lama era in testa alla classifica ma è riuscito a difendere le posizioni con un bel terzo sul canalbianco che gli permette di rimanere in 28° posizione.

IMG_8240

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.