HIGHLANDER MAVER MONZA 2014: Matteo Capellini fa la differenza…

Mesi fa, il torneo Highlander era una piccola idea di quattro persone ambiziose. Oggi è diventato qualcosa di più. Dopo due gare di prova e due eliminatorie da 25 concorrenti , siamo arrivati al capitolo finale di questo grande evento che ha fatto parlare molte persone in tutta Italia.
Una mattinata gradevole, regalata da un cielo limpido e da un sole che ha regalato tepore fin dalle prime ore dopo l’alba. Ma gli undici semifinalisti non hanno avuto una gara semplice dato che, per tutta la prova della semifinale, ha soffiato un vento fastidioso ed impegnativo.

Ecco qui di seguito i nomi dei semi-finalisti.

Alessandro Caraffini (ASDP ALBIATESI MAVER) Giancarlo Armiraglio (ASD SOMMESI HYDRA) Livio Guerinoni (ADS LENZA PARMENSE) Massimiliano Greco (APSD NUOVA LLOYD COLMIC) Matteo Capellini (ADS LENZA PARMENSE) Luigi Sacco (ADS LENZA PARMENSE) Luca Galbiati (NUOVA LLOYD COLMIC) Diego Scavino(SSDP ALBATROS F.C 92 MAVER) Luca Pera (ADS F.LLI CAMPANA TUBERTINI) Maurizio Terraneo (ASDP ALBIATESI MAVER) Alfredo Danielli (ASD CANNISTI PALAZZOLESI)

SEMIFINALE

Il via è stato dato precisamente alle ore 9,15. Una gara molto tecnica, come già detto a causa del forte vento. La maggior parte dei concorrenti hanno optato per una partenza sotto punta, con lenze non superiori al mezzo grammo pasturando con dei bigatti incollati girati con l’utilizzo dello scodellino. Nell’ultima ora ,alcuni hanno azzardato pescando a mezz’ acqua, allamando esemplari di notevole mole che hanno giovato il risultato finale per chi è riuscito a metterle in nassa. Nel primo settore ho potuto assistere ad un grandissimo scontro all’ultimo pesce tra Matteo Capellini e Giancarlo Armiraglio. Quest’ultimo, per sfortuna, slama due pesci a dir poco “enormi” a pochi metri dalla testa del guadino e cosi si vede soffiare il primo di settore per 500 grammi, da Matteo.

Grande bagarre nel secondo settore dove, Luca Pera, Alfredo Danielli e Luigi Sacco hanno offerto spettacolo al pubblico a bordo campo, fino agli ultimi ¾ d’ora. A seguire, un formidabile Danielli ha eseguito un sorpasso ad opera d’arte, lasciandosi alle spalle il secondo di settore di ben 4250 grammi.

Arriviamo alla finale dove vediamo allo scontro finale Matteo Capellini e Alfredo Danielli. Si inizia alle ore 13,45.Due pesche diverse a confronto. Matteo dopo pochi minuti, lo vediamo all’opera nella pesca a mezz’acqua, pasturando con dei cicchetti di bigatti incollati fiondati meticolosamente sul galleggiante. Alfredo opta per una pesca sul fondo, alimentando regolarmente il picchetto con delle palle di bigatti incollati lanciate a mano.

Alla fine delle due ore di finale, la pesca eseguita da Matteo risulta vincente, aggiudicandosi il titolo di Highlander con un pescato di 18100 punti, mentre Alfredo si presenta alla pesa con un pescato di 15700 punti. Gran bella sfida, dove il rispetto e l’amicizia reciproca sono stati i veri valori che hanno vinto questa finale. A sorpresa, i due finalisti si accordano di dividere equamente il montepremi totale di 600 euro. Un grande gesto da parte di Matteo Capellini che inorgoglisce noi organizzatori della sua presenza in questa manifestazione.

FINALE

Ringrazio tutte le persone che hanno collaborato insieme a me ed a Maurizio Terraneo ovvero: Davide Redaelli, Paolo Lambrughi, a tutti partecipanti del Highlander, Marco Frigerio (Frigerio Pesca in Cesano Maderno), per il servizio esche e per il sostegno notevole all’evento, Il Consorzio Lago Nord per aver dato disponibilità della bellissima location, Lorena Ferretto( AFpreziosiepremiazioni) per la targa creata per la premiazione finale, Luigi Sacco per le t-shirts offerte con il logo Highlander e a Match Fishing per aver dato possibilità di pubblicizzare l’evento sul web.

Un arrivederci alla prossima edizione e buon proseguimento di stagione a tutti.

foto articoloDa Milano per Match Fishing Italia
Omar Fadda

Ecco il film fotografico…

2

3.

3

4

5

6

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

22

22a

24

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39

41

42

43

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.