CONCEPT FEEDER: LE NUOVE CANNE TUBERTINI

Le recenti gare del club azzurro di feeder fishing effettuate sul Canalbianco a Cerea sono state un bel banco di prova per testare, a cura di Manuel Marchese, il campione della nazionale e della Lenza Emiliana Tubertini, le nuove canne della famosa ditta bolognese.

IMG_5193

La serie di canne Concept Feeder è composta da sei diversi modelli dalle diverse doti di azione e potenza; caratteristica comune a tutti è
la sottigliezza delle stamperie impiegate, infatti le Concept risultano essere tra le canne più sottili sul mercato.
Tutta le serie impiega fibre di carbonio a medio-alto modulo e le sezioni sono rinforzate radialmente con doppio strato di carbonio ultra Light; questa particolarità costruttiva, che apprtiene solo ad articoli di alto livello tecnico, e la sottigliezza delle sezioni, conferiscono alle canne una reattività e resistenza eccellenti, facilmente riscontrabile fin dalle prime fasi dell’azione di pesca.
Gli anelli impiegati son SiC e la loro distribuzione lungo la canna è studiata in modo da assecondare la curva sotto sforzo, che risulta armonica ed uniforme.
Il portamulinello è modello VSS ergonomico e l sua posizione varia a seconda della lunghezza della canna; l’impugnatura è in sughero naturale di alta qualità con inserti in agglomerato e con una sona appiattita per un impugnatura stabile e confortevole.

Tutte le canne sono dotate di tre vettini in carbonio pieno di diversa potenza e gli anelli sono montati seguendo la curva naturale della cima.

IMG_5201

IMG_5187

IMG_5191

A Manuel Marchese, che tra l’altro pare attraversi un periodo di forma smagliante grazie al supporto di attrezzature di grande pregio, abbiamo chiesto di presentarci queste nuove nate per il feeder fishing.

Allora Manuel anche in questo club azzurro sei stato tra i protagonisti e vedo sulla rastrelliera delle nuove canne che non avevo mai visto prima, ce ne vuoi parlare?
Si Alessandro quelle che vedi sono le nuove Concept feeder e questi sono i grezzi finiti, passati attraverso numerosi test, che andranno sul mercato per la prossima stagione, delle belle canne con le quali la pesca diventa molto più facile.
Le canne sono disposte in varie opzioni:
10″ e 11″ azione Light
3 modelli da 12 piedi ” Light / MediumLight / Medium
2 modelli da 13 piedi ” MediumLight / Medium
L’azione medium della 13 piedi è la canna ideale per Ostellato con capacità di casting che può tranquillamente raggiungere gli 80 metri.

In che cosa si distinguono le nuove canne Concept dalle precedenti Telica?
Beh qui sono stati utilizzati dei carbonio di alto pregio e sono state rifatte tutte le mandrinature con materiali più prestigiosi e risultano essere le canne dal fusto tra i più sottili del mercato.
Sono canne morbide e nello stesso tempo progressive e assicurano una riserva di potenza in fase di lancio non indifferente.
L’azione della canna è media progressiva e il suo maggiore pregio è quello di avere una canna molto sensibile in punta che poi è quello che serve in questa tecnica.
Ovviamente per le canne ad azione medium hanno un fusto rigido grazie al quale è possibile caricare in fase di lancio e soprattutto di mantenere con facilità la precisione del lancio del pasturatore.
Mentre invece le 11 e 12 piedi che non hanno solitamente necessità di fare lanci a grandi distanze hanno una azione più parabolica e armonica.

Bene Manuel complimenti a Tubertini per queste belle canne che troveranno come sempre l’apprezzamento dei pescatori italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.