LA COLLA LIQUIDA: PER INCOLLARE ALLA PERFEZIONE BIGATTINI E QUARZITE

Una delle operazioni più delicate quando si deve affrontare una pescata con tanti bigattini incollati come ad esempio in Mincio a peschiera o sull’Arno pisano in Arno a Pisa è quella di ottenere un risultato sempre perfetto.

Ci sono colle in polvere eccezionali ma il problema sono le giuste dosi tra umidità e colla. Se poi ci troviamo di fronte a quantità notevoli di bigattini da incollare con l’aggiunta di quarzite allora si rischia di avere un incollaggio che se con fatto bene ci possiamo trovare con i bigattini poco o troppo incollati.

Tutti questi grattacapi sono stati rimossi da quando sul mercato è arrivata la “colla liquida” distribuita in esclusiva da Veruska Zanobini, titolare del negozio Fishing Mania di Pontedera a Pisa.

La colla liquida è un prodotto unico nel suo genere che facilita l’operazione di incollaggio dei bigattini con la quarzite. senza MAI SBAGLIARE anzi è IMPOSSIBILE SBAGLIARE!!

Il risultato è veramente sorprendente, l’incollaggio dei bigattini si realizza perfettamente in pochi minuti.

Per verificare se tutto il gran dire su questa colla era fondato ci siamo recati nel negozio FishingMania di Veruska Zanobini, ex campionessa di pesca al colpo, e il test lo abbiamo fatto con 2 chili di prodotto da incollare (1 kg di bigattini ben asciutti e puliti e 1 kg di quarzite).

Prodotti necessari: colla liquida Fishing Mania e colla in polvere (destrina).

“Colla liquida” è il termine utilizzato per identificare il prodotto e le sue finalità; la sua funzione è quella di catalizzare le superfici dei prodotti da incollare (bigattini e ghiaia) ovvero proprio come farebbe il catalizzatore con la vernice.

Cosa molto importante è che i bigattini devono essere assolutamente asciutti e puliti, ovvero non devono essere umidi, così come la ghiaia deve essere perfettamente asciutta.

In una bacinella larga mettiamo 1 kg di ghiaia e 1 kg di bigattini lasciando che i bigattini e la ghiaia si amalgamino bene tra loro.

Verseremo della colla liquida pari a 2 tappini del contenitore (bottiglia Blu), lasciando riposare per circa 10 minuti e attendendo che il tutto si amalgami bene.

Possiamo favorire l’amalgama del composto (ghiaia e bigattini) con le mani, mescolando il tutto.

Trascorsi 5 minuti circa spargeremo della colla in polvere (destrina) pari ad una scatolina da orsetti riempita a raso.

La colla in polvere da utilizzare è minima, proprio perchè il primo incollaggio lo effettua la colla liquida.

Riepilogando:
1 kg di ghiaia = 1 tappo di colla liquida; 1 kg di bigattini = 1 tappo di colla liquida; 1 scatolina di colla in polvere (destrina) .

Come avviene l’incollaggio?
I bigattini bene asciutti, nel movimento e strofinando tra loro, tendono completamente ad impregnarsi di colla liquida e dopo 10 minuti gli spargeremo sopra la colla in polvere.

La colla più idonea per effettuare l’operazione di incollaggio finale è la destrina (tipo olandese) che assicura perfette caratteristiche e il miglior risultato di incollaggio.

Sia la colla liquida che quella in polvere non sono assolutamente nocive per l’uomo.

Non sono prodotti tossici per cui il contatto con le mani non porta nessun tipo di contro indicazione.

Le caratteristiche del prodotto finito sono sempre ottimali, tuttavia occorre agevolare l’amalgama impastando il prodotto.

Indosseremo un paio di guanti di lattice e impasteremo il tutto per alcuni minuti e alla fine il composto risultrerà perfettamente incollato.

Con questo metodo non avremo più difficoltà ad incollare bigattini e ghiaia insieme, non vedremo più l’effetto ghiaia sul fondo della bacinella perchè più pesante e i bigattini più leggeri, ma tutto risulterà omogeneo proprio perchè la vivacità dei bigattini assicura questo risultato finale.

Dopo 10 minuti l’incollaggio sarà terminato e durerà senza degradarsi per tutta la durata della gara o pescata.

Consistenza della palla incollata

Nella necessità di avere una pallina di bigattini incollati che apra immediatamente per pescare a galla o mezz’acqua (Mincio a Peschiera o Bacino di Fiastra) eviteremo di stringere troppo il composto.

In caso di pesca sul fondo (Arno Pisa o Brian), per avere la pallina di bigattini incollati che si adagi integra sul fondo, sarà sufficiente stringere molto il composto.

Non ci sono cose o avvertenze particolari da fare: i bigattini rimarranno sempre in movimento quindi sarà la pressione della mano a realizzare la consistenza della palla.

Le caratteristiche di questo prodotto fanno si che il composto, una volta incollato, non subirà modifiche per alcune ore, sia nel periodo caldo che in quello più rigido dell’inverno.

Nel periodo estivo, quando le temperature superano i 30° gradi C, visualizzeremo un effetto asciugatura sul nostro composto incollato.

In questo caso basterà tenere a portata di mano un secchiello d’acqua, bagnarsi la mano, scolarla bene e passarla in mezzo ai bigattini.

Così facendo l’incollaggio tornerà perfetto ed immediatamente pronto per l’uso.

La bellezza di questo prodotto è anche la pulizia che assicura alle mani durante l’uso.

Con questo sistema si eviteranno i tacconi di colla sulle mani e sulla bacinella e tutto sarà perfettamente liscio e pulito.

Ricordarsi di pulire perfettamente il tappo (lavandolo dopo l’uso) e il collo della bottiglietta per evitare difficoltà a riaprirla la volta successiva.

Il prodotto non ha scadenza.

L’ingresso del negozio Fishing Mania di Veruska Zanobini a Pontedera

 

Un pensiero riguardo “LA COLLA LIQUIDA: PER INCOLLARE ALLA PERFEZIONE BIGATTINI E QUARZITE

  • 4 Maggio 2020 in 22:05
    Permalink

    Buona sera, stavo acquistando la vostra colla per bigattini su ebay, ma mi sono state addebitate spese di spedizione di 18,00 euro!!!!!
    Vorrei sapere come mai in un unico ordine ho n. 2 spese di spedizione, cosi facendo spendo di più di spese di spedizione che di acquisto…
    Vi ringrazio in anticipo per il chiarimento e porgo i miei saluti.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.