SELETTIVE C.I. INDIVIDUALE FEEDER GIRONI NORD CENTRO E SUD

La terza prova che sancisce promossi e bocciati per l’accesso alla fase finale del campionato italiano di pesca con il feeder per i gironi nord, centro e sud si è disputata quest’oggi domenica 26 luglio mentre ad Adria si disputavano in contemporanea le ultime due prove del club azzurro.

Immagine

SELETTIVE NORD

IL NAVIGABILE DI SPINADESCO HA OSPITATO LA 3° PROVA DEL GIRONE NORD

Nel girone nord si sono registrate diverse catture di carpe di vario peso, oltre a qualche carassio e breme, sulla lunga distanza con i bigattini sfusi nel maggot feeder anche se la pescosità non è stata uniforme.

D’altra parte un canale cementato nasconde insidie come la sofferenza alla pressione agonistica cosa diversa per tutti gli altri canali in terra e quindi va accettato così com’è.

Infatti nei giorni di prove di pesce se ne prende anche tanto ma in gara è un’altra cosa.

La classifica vede chiudere al primo posto Massimiliano Tacchetto del River Club Padova Tubertini con due penalità (una gara era di scarto) le stesse penalità che hanno conseguito anche Moreno Pandini (Castelmaggiore Maver), Cristiano Barbaro (Team Crevalcore), Daniele Goria (CPT Barriera Nizza) e Davide Rallo (Fishing Club Laghi Mella Trabucco).

Massimiliano Tacchetto del River Club Padova Tubertini
tacchetto

Moreno Pandini (Castelmaggiore Maver)
pandini

Liviu Moldovan (Lenza Emiliana Tubertini),
moldovan

Stefano cavicchi (Lenza Emiliana Tubertini),
cavicchi

 

SELETTIVE SUD

IL VOLTURNO CHIUDE LE SELLETIVE SUD

Per il girone sud l’ultima tappa in calendario è fissata sul fiume VOLTURNO a Capua.

Il tratto che ha visto sfidarsi fino all’ultimo pesce, i 22 feederisti, è quello del campo sportivo, lo stesso tratto che 25 anni fa veniva utilizzato per le competizioni di pesca al colpo.

L’amico Pino Ercolani ci conferma che il campo gara oggi è molto cambiato, in meglio logicamente, grazie all’intervento della sezione Fipsas provinciale e alcuni volontari che si sono dati da fare, a loro va il ringraziamento per avere speso tempo e denaro per questo amato sport.

Le sponde sono risultate molto comode con le auto dietro il posto pesca e i sentieri per scendere in sicurezza, insomma un campo gara che merita attenzione , che va valorizzato per far crescere tutto il movimento del centro sud.

Passiamo alla gara, il fiume si presentava leggermente velato e con una corrente abbastanza sostenuta, in alcuni momenti sono stati necessari feeder anche da 90 grammi.

Tutto questo comunque non ha disturbato i pesci che hanno risposto alla grande alle insidie loro postegli dagli agonisti, ci sono voluti oltre 9 chili per aggiudicarsi i settori, non è poco calcolando che i pesci più grandi non hanno fatto gioire chi li ha attaccati, Ercolani compreso.

All’interno delle nasse a fine gara si sono viste maggiormente carpotte di circa 3-4 etti qualche cavedano e barbo e alcune carpe da chilo, qualche incaglio portato dalla piena invernale ha fatto si che le più grandi restassero al loro posto.

Pino Ercolani, che ha partecipato ha augurato al presidente Provinciale Fipsas di riuscire a portare a termine quello che si è preposto e cioè, sempre con l’aiuto dei volontari e amici, di completare un campo gara che possa contenere almeno 100 agonisti.

Per questo obiettivo, che tutto il movimento pesca sogna, un grande in bocca al lupo.

classifica finale feeder sud

capua sett b -tec.

capua sett. c

capua sett.a

DSC_2052

DSC_2053

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.