IN ACQUE ALTE L’ASSOLUTO DI PAOLO VECCHI DELLA CAMALDOLI MAVER

20150823_120928 (FILEminimizer)

 

Il Team Crevalcore Tubertini già da diverse settimane e come tutte le estati, continua ad organizzare gare e poule infrasettimanali e nei week end sul campo gara delle Acque Alte, a Crevalcore. I tratti a monte del campo gara, la prima e seconda zona del Regionale Emilia Romagna C per intenderci, sono fruibili già dalla fine di giugno ed hanno ospitato diverse garette con buoni risultati di pescosità, sia con le canne fisse che con le canne inglesi e bolognesi impiegate presso la sponda opposta.
Giovedì scorso Garuti e compagni avevano provveduto alla predisposizione della zona più a valle, la quarta, creando le postazioni di pesca necessarie aprendo dei varchi a distanza regolare nel canneto della sponda e vi avevano organizzato subito una gara che aveva richiamato quasi una trentina di appassionati del calpo gara crevalcorese. Ieri é stata la volta dell’ultimo tratto del campo gara, quello tra il ponte della Provinciale e della ferrovia, nella quale sono stati predisposte 50 postazioni che ospiteranno i concorrenti della terza zona partecipanti alla quarta prova del Regionale Emilia Romagna C, in calendario il 6 settembre prossimo proprio organizzato dal Team Crevalcore Tubertini. Alla gara odierna di prova hanno partecipato 37 agonisti emiliano romagnoli che si sono trovati a fare i conti con un canale pescoso ma complesso da decifrare, con i soliti carassietti e carpette, già di discreta taglia, che popolano entrambi i sottoriva ma che debbono essere ricercati con perizia e maestria, qualsiasi siano le tecniche che si preferiscono. Questa infatti la nota comune di questa gara come anche in quella di giovedì scorso in quarta zona: i pesci ci sono e sono catturabili un po’ ovunque ma occorre capire cosa e come farlo in quel preciso giorno e anche nel corso delle tre ore di gara, pena restare a bocca asciutta; a differenza di altri anni, non sembra esservi una tecnica vincente questa’anno in Acque Alte, si possono equivalere i rendimenti delle canne con il mulinello che quello realizzabile con le canne fisse corte e medie, l’importante é comprendere l’umore del momento dei pesci e fare le cose bene, sia come pasturazione, non necessariamente abbondante, che come presentazione dell’esca. Sono queste difficoltà innegabili la forza ed il limite delle Acque Alte che, come al solito, riscontrano tanto amore da parte degli estimatori o tanta avversione da parte dei loro denigratori, senza mezze misure. Nella kermesse odierna sono risultati certamente più redditizzi i picchetti esterni del campo gara, che hanno regalato la vittoria di settore ed il miglior peso assoluto a Paolo Vecchi, agonista di valore e di lunghissimo corso della Camaldoli Maver di Bologna, che ha saputo trarre il massimo vantaggio dall’ultimo picchetto di campo realizzando quasi 5700 punti . Buon risultato anche per il primo di campo, Massimo Dian della Minerva RossoBlu68 Team Bazza che con 4.400 punti centra il secondo di settore, proprio a ridosso del ponte della provinciale; in questo stesso settore la vittoria, con un pelo meno di 5 kg, è andata a Giovanni del Team Crevalcore Tubertini, al picchetto 4 del primo settore,che ha saputo tenere a tiro della propria 5 mt fissa, per quasi tre ore, i carassietti e le carpette della Acque Alte. Bravo veramente!
Più complessa e difficile, invece, la realtà nei picchetti centrali del campo gara, che hanno regalato certamente meno pesci e dove é stato necessario usare un po’ tutte le armi a disposizione per avere un po’ di catture da portare alla pesa. Qui si é distinto certamente un grande conoscitore della “bonifica”, come chiamano affettuosamente i crevalcoresi il loro canale di casa, come Mariani, che vince il proprio settore con 2,400 kg. Ancora un agonista del Team Crevalcore Tubertini , questa volta Poppi, si è imposto nel terzo dei quattro settori predisposti da Garuti e c. oggi. Per lui sono stati sufficienti poco più di 2.000 punti per imporsi. Buono, comunque, il “collaudo” di questa terza zona, i cui pesci che la popolano hanno certamente risentito del fatto di aver “subito” la prima gara della stagione. L’auspicio é che la pescosità dovrebbe andare a migliorare nei prossimi giorni, per arrivare al 6 settembre al massimo della forma. Il Team Crevalcore Tubertini organizza ancora degli eventi giovedì mattina e nel week end del 29/30 agosto, ad iscrizione libera. Per informazioni: 328/8276550

20150823_114944 (FILEminimizer)
20150823_115050 (FILEminimizer)
20150823_115306 (FILEminimizer)
20150823_120023 (FILEminimizer)
20150823_120335 (FILEminimizer)
20150823_120425 (FILEminimizer)
20150823_120928 (FILEminimizer)
20150823_121016 (FILEminimizer)
20150823_121538 (FILEminimizer)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.