C.I.S. COLPO: IL COMMENTO DI LUCA CASLINI E LA PAROLA AI PROTAGONISTI

Quello appena trascorso è stato un week end davvero positivo sotto molti punti di vista.

Come tutti sapranno nel canale Navigabile di Spinadesco si sono svolte la sesta e la settima prova del campionato italiano per società di pesca al colpo.

Queste due prove hanno vista protagonista la società Lenza Emiliana Tubertini che è stata in grado di piazzare le sue tre squadre nelle prime posizioni in entrambe le giornate dimostrando di avere davvero centrato la pesca del difficile canale cremonese.

IMG_9596 (FILEminimizer)

E’ stato un week end positivo anche per l’ottima organizzazione da parte della società Ravanelli e per la grande sportività dimostrata da parte di tutti. Si affrontavano due gare quasi decisive di un campionato importante e tutti gli agonisti hanno tenuto un comportamento all’insegna della correttezza e della sportività come ricordato anche dai sigg.ri Zangani e Ferrari in occasione delle premiazioni.

Per quanto riguarda la pesca quella vincente è stata quella indirizzata verso la cattura delle numerose plaquette, pesca che la Lenza Emiliana ha interpretato ottimamente. Ma quale è stato il segreto del successo?

Da diretto interessato posso raccontare che abbiamo utilizzato un mix al 50% di terra di riviere e terra di somma chiara con l’aggiunta di Grey leam mentre come pastura la ricetta è stata Turbo brown tagliata con gold pro bream, pane belga e terra di somma.

IMG_9542 (FILEminimizer)

Potrà sembrare banale ma personalmente ho notato una enorme differenza nella presentazione dell’innesco. Nonostante utilizzassimo ami molto piccoli (serie 1m del n 22) la singola larva di ver de vase doveva essere innescata con estrema delicatezza poiché una larva apparentemente integra ma leggermente “svuotata” faceva tardare di molto la mangiata.

Ma dopo questo breve commento forse è meglio lasciare la parola ad alcuni tra i veri protagonisti del week end, a partire da un ragazzo molto giovane ma già molto bravo che in questa due giorni ha fatto parlare di sé…

CORRADI GIANLUCA – LENZA EMILIANA TUBERTINI

IMG_9569 (FILEminimizer)

Gianluca, a soli 16 anni due gare d’esordio in un campionato importante e due ottime prove. Due medaglie di bronzo che immagino ti abbiano regalato grandi emozioni e grande soddisfazione…

Sicuramente un grande risultato, esordire in mezzo a pescatori così forti non era per niente facile e riuscire a realizzare due terzi posti mi ha regalato una grandissima soddisfazione.

Raccontaci come hai pescato e come hai impostato la tua gara…

Ho fatto entrambe le gare a sei pezzi di canna appoggiato circa 5 centimetri scodellando roba molto carica e poco bagnata.

Hai avuto la possibilità di confrontarti con grandi campioni. A soli sedici anni al sabato hai pescato al fianco di un campione come Jacopo Falsini… quali sono state le tue emozioni?

Sicuramente una grande emozione… ad esempio quando sabato ho visto che ero a fianco di Jacopo “mi è venuto un po’ male”… poi per fortuna è andata bene e non ho sfigurato a fianco di un tale campione, quindi direi che le emozioni sono molto positive.

Grazie mille Gianluca e complimenti…

Grazie a te.

GABARRINI CHRISTIAN – GOLDEN FISH TUBERTINI

IMG_9567 (FILEminimizer)

Christian, un primo ieri e un secondo oggi per te e per la tua squadra un’ottima prestazione odierna con sole sette penalità. Raccontaci qualcosa della vostra pescata e se l’avete impostata allo stesso modo in tutte lo zone o se avete scelto impostazioni diverse…

L’impostazione era principalmente a sei pezzi alla ricerca delle plaquette e finchè la pesca andava si è deciso di restare lì senza guardarsi tanto intorno. Abbiamo dato roba abbastanza asciutta in modo che lavorasse in fretta. In prima e seconda zona invece sono usciti dei pesci di taglia ed i nostri Bottegoni e Costarelli sono stati bravi e fortunati a prenderli ed abbiamo fatto un primo e un secondo.

Per una squadra del centro Italia venire al nord a pescare le breme e fare ottime prestazione immagino abbia ancora più valore…

Sì, grandissima soddisfazione. Fare sette punti non è cosa di tutti i giorni e farlo in un campo tecnico e difficile come questo ci dà ancora maggiore soddisfazione.

Dopo un così bel fine settimana vuoi condividere questa gioia e ti senti di ringraziare qualcuno?

Sì, tanti, la nostra società dal primo all’ultimo ed il nostro sponsor Tubertini che ci dà una grossa mano ed in particolare Ferruccio Gabba per la preziosa collaborazione tecnica.

Grazie mille Christian e complimenti ancora…

Grazie a voi.

LUIGI SACCO – LE GROANE MAVER

IMG_9570 (FILEminimizer)

Gigi, una pessima prova sabato ed un ottima prova domenica sia a livello individuale che come squadra…. cosa è cambiato?

Dopo la gara sbagliata di sabato abbiamo deciso di forzare meno e di aspettare che entrassero i pesci.

In che senso avete forzato sabato?

Abbiamo fatto un fondo pesante con terra e pastura molto ricco di fouilles e ci siamo trovati subito dopo due ore fuori dalla gara. Poi io personalmente ho attaccato una breme grossa che mi ha rotto il terminale ma peschina non ne avevo. Oggi abbiamo optato per una gara diversa…

Come è stata la gara di oggi?

Abbiamo pasturato non molto sia a sette pezzi sia a 13 metri e quando ci mancavano i pesci facevamo avanti e indietro per cercare continuità. Io fortunatamente li ho sempre trovati a sette pezzi ma gli altri miei soci hanno dovuto spostarsi alla ricerca di continuità.

Una pronta inversione di rotta che vi ha portato a fare 12,5 punti come squadra ed un ottimo primo posto per te… complimenti ancora.

Grazie mille.

 

SPALLANZANI ANDREA – SPS PASQUINO COLMIC

IMG_9573 (FILEminimizer)

Andrea, tre e mezzo ieri e secondo oggi, due ottime prove… raccontaci della tua pescata, in attacco o in difesa?

Io ho pescato in difesa per due giorni facendo le plaquette a sette e a tredici metri. Ieri c’era più pesca a sette pezzi e ho finito quasi la gara lì mentre oggi verso la metà gara mi sono dovuto allungare alla ricerca di continuità. Ieri chiudo con 93 pesci di taglia piccola mentre oggi con 80 pesci riesco a catturare qualche pesciotto più grosso e totalizzo oltre un chilo e mezzo.

Come hai pescato e come hai alimentato?

Ho utilizzato lenza pesanti, un grammo e mezzo e anche due costruite molto semplicemente con due pallini e un bulk. Appoggio pochissimo, più o meno l’antenna del galleggiante ed alimentazione con pongo a pastura. Quando calavano le mangiate ho prontamente alimentato per richiamare i pesci sul posto e per fortuna è stata la scelta giusta.

Anche per la squadra ottimi risultati…

Sì undici e mezzo ieri e sedici oggi, siamo quinti in classifica progressiva quindi grande soddisfazione…

Grazie mille e complimenti

Grazie  a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.