ESCLUSIVO: IN ANTEPRIMA LE NAZIONALI 2016 SENIORES DI PESCA AL COLPO

Match Fishing ci ha da sempre abituato a sapere in anteprima le news della pesca e anche questa volta eccoci sul pezzo per raccontarvi le novità riguardanti le nazionali 2016 di pesca al colpo.

Come ben saprete oggi alla fiera di Vicenza si è svolta la riunione dei capitani dove sono state comunicate le scelte riguardanti la maglia azzurra per il 2016.

Il nostro Alessandro Scarponi non si è fatto scappare l’occasione ed ha anche intervistato il CT Rudy Frigieri per provare a carpire gli umori alla vigilia di questo importante anno che ci vede partecipare alle competizioni internazionali da detentori del titolo.

IMG_1838

Intanto ecco i componenti dei prossimi appuntamenti iridati, a seguire l’intervista al Mister carpita dal nostro Alessandro.

CONVOCAZIONI NAZIONALE PESCA AL COLPO SENIORES 2016

MONDIALE PLOVDIV – BULGARIA – 17 18 SETTEMBRE

FALSINI JACOPO
GABBA FERRUCCIO
SORTI GIANLUIGI
FINI ANDREA
REVERBERI FRANCESCO
PRANDI GIULIANO

EUROPEO ALMERE – OLANDA – 23 24 LUGLIO

FALSINI JACOPO
GABBA FERRUCCIO
SORTI GIANLUIGI
PREMOLI STEFANO
GELLI ANDREA
CAPPELLINI MATTEO

ITALIA FRANCIA SAN MARINO – DESTRA RENO RA  21 – 22 MAGGIO

SASSI EMANUELE
FALSINI JACOPO
GABBA FERRUCCIO
FINI ANDREA
REVERBERI FRANCESCO
PRANDI GIULIANO

ITALIA BELGIO – LAGHI DI MANTOVA – 22 23 OTTOBRE

SORTI GIANLUIGI
FINI ANDREA
PREMOLI STEFANO
CAPPELLINI MATTEO
GELLI ANDREA
SASSI EMANUELE

Ed ora l’intervista al CT Rudy Frigieri, buona lettura!

rudy

Rudy, affronteremo questo anno da campioni del mondo e vice campioni d’Europa. Una grande responsabilità ma anche una avventura ricca di stimoli…

Sì è vero, dopo la debacle dell’anno precedente nel 2015 ci siamo rifatti, abbiamo lavorato duramente, abbiamo vinto un mondiale e siamo arrivati secondi a pari punti coi primi nell’europeo quindi direi una grande annata. Ora siamo pronti a partire per un 2016 che ci auguriamo possa essere altrettanto ricco di soddisfazioni. Abbiamo rifatto le formazioni per il prossimo anno e mi è sembrato doveroso mantenere la nazionale vincente a difendere il titolo anche quest’anno in Bulgaria dove noi siamo già stati campioni d’Europa e campioni del mondo per club, un campo gara che ci ha sempre portato bene, unica cosa è che si tratta di un canale, un bacino di canottaggio dove ogni volta che fanno delle competizioni importanti mettono del pesce nuovo e quindi la pescata sarà da sviluppare anche sulla base di questo.

italia-600x350

Un canale inoltre al Almere in Olanda che in vecchio mondiale del 2009 ci ha dato qualche filo da torcere ma ora le breme le conosciamo meglio…

Si, con le breme siamo cresciuti molto ma quel mondiale lo vinse la Slovacchia pescando i gardon. Secondo me noi anche lì abbiamo fatto una grande crescita, ma non solo tecnica più che altro anche mentale in questi tipi di pesca più da sottoriva e più da pesce piccolo. Lo dimostra l’europeo in Bielorussia dove tutti sono andati a pesce grosso e noi siamo arrivati parimerito coi primi pescando i gardon. Ho fiducia anche nell’Europeo, dove ho messo tre agonisti dello “zoccolo duro” della nazionale e tre del club azzurro che faranno una grande esperienza a livello internazionale. Sono ormai diversi anni che nell’europeo porto nuovi agonisti provenienti dal club azzurro. Come ho sempre detto le porte della Nazionale non sono chiuse a nessuno, ma uno deve capire che quando arriva ad indossare questa maglia non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza. L’agonista che arriva qui non deve sentirsi “arrivato”.

Ma tu CT che vivi tutto l’anno spalla a spalla e vedi da avversari quei giovani che poi potranno arrivare ad indossare la maglia azzurra, li vedi preparati? Tu che sei stato anche responsabile di alcune nazionali giovanili, vedi questi ragazzi in crescita dal punto di vista tecnico?

Per quello che ho visto questi ragazzi hanno una voglia e una cattiveria agonistica senza pari ed hanno enormi margini di miglioramento. Mi dispiace un po’ il fatto che non ce ne siano moltissimi, ma quelli che ci sono sono davvero preparati.

Un’ultima domanda, mi illustravi le formazioni per i vari appuntamenti della nazionale seniores. Come li state programmando, avete dei sopralluoghi preventivi programmati, andrete a vedere delle gare e testerete i campi gara o valuterete al momento?

Siamo obbligati a valutare al momento, intanto in Bulgaria non sappiamo quando metteranno del pesce e quindi dovremo valutare prima della gara, inoltre è un campo gara che conosciamo abbastanza bene. In Olanda ci siamo stati non molto tempo fa e anche qui abbiamo già delle idee per quanto riguarda i pesci e per l’aspetto logistico. Inoltre quando vai a provare non è mai come le prove ufficiali prima dell’evento e rischi di farti delle idee sbagliate su quello che sarà poi la competizione. Ti posso dire però che abbiamo degli atleti nella nazionale che hanno importanti contatti con l’estero e che come sempre ci daranno una grossa mano a livello di informazioni.

Ti volevo solo rammentare una sottolineatura che nel 2009 in Olanda vinse sì la Slovacchia con i gardon ma a livello individuale vinse un Russo e secondo arrivò raison pescando delle grosse breme in un certo modo…

Sì, ma noi andiamo per vincere a livello di squadra e non individuale, inoltre se i russi dopo aver stravinto il primo giorno avessero pescato un po’ più in difesa (come abbiamo fatto noi in Slovenia) probabilmente avrebbero anche un titolo a squadre , molto più importante rispetto a quello individuale.

Questo il nostro biglietto da visita…

Sì, prima la squadra, poi a livello individuale si valuta in un secondo momento.

Grazie mille Mister, in bocca al lupo per questo 2016.

Crepi il lupo. Grazie a voi e un saluto a tutti i lettori di Match Fishing.

copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.