TEAM RAVANELLI SUGLI SCUDI E SUL MONUMENTO

E’ l’unica società di pesca in Italia a vantare un monumento in piazza, a Soresina nel cremonese succede anche questo.

14358675_1409281289085324_2983535496086939768_n

14370129_1409281362418650_1188767542532398665_n

14369981_1409281222418664_6448059987891936908_n

 

E’ l’unica società d’Italia che scuote un’intera popolazione quando gioca o meglio dire quando pesca il Team Ravanelli.
E’ l’unica società d’Italia che per festeggiare il 60° anniversario della sua fondazione ha riempito un teatro con il concerto di un suo socio, il grande DRUPI.

12063854_1254411684572286_6014422786578403329_n

12495140_1254411531238968_4930838297937463111_n
Questo sodalizio legato al marchio Trabucco di Parma ha concluso il suo campionato nel C.I.S. con una grande stagione piazzando due squadre nei primi cinque posti. Ma pure nel campionato sottostante ha fatto molto bene andando a vincere il trofeo di serie A1 sul campo gara del Mincio a Peschiera.

14449976_1424230164257103_7780796991310466733_n

E per farci raccontare come sono andate le cose il nostro Simone Ravizza ha intervistato la CT, l’unica squadra di tutto il panorama agonistico italiano ad avere una donna come punto di riferimento. Parliamo di Tania Pedratti per i ragazzi della squadra di A1 appunto la loro CT.

tania

Ciao Tania, complimenti per il successo arrivato proprio sul rettilineo finale, ci vuoi ricordare chi sono i componenti della squadra e le varie zone che hanno fatto domenica e i loro piazzamenti?

Ciao Simone, ti ringrazio per i complimenti, i ragazzi che hanno affrontato l’ultima prova di questo campionato di A1 sono:
Zangani Stefano che ha pescato in prima zona ottenendo un terzo di settore, Premi Luca che ha affrontato la sua gara in seconda zona concludendola in quinta posizione, Fracassi Marco che in terza zona guadagna un secondo di settore e Valentini Paolo che ha sostituito nelle ultime due prove Salmi Roberto (convalescente) che conquista il suo settore in quarta zona.

Come avete impostato l’ultima prova nel Mincio?

La gara è stata impostata in tutte le zone prevalentemente con la canna inglese, durante la gara poi abbiamo pescato anche con la bolognese alla distanza di circa 18 -20 mt. Durante la pasturazione iniziale abbiamo fatto un fondo importate sulla linea dell inglese … Circa 30 mt con pastura caster mais.

Avete vinto il campionato ma ci credevate all’inizio di stagione?

oggi, a pochi giorni dalla fine del campionato, siamo ancora molto increduli…forse perché non l’avevamo neanche mai sognato…non ci sentivamo ancora “all’altezza” di un risultato del genere. All’inizio dell’anno, il nostro obbiettivo, era quello di riuscire a fare un campionato migliore rispetto a quello del 2015, che ci ha visto soffrire fine all’ultimo. Avevo chiesto ai miei ” RAGAZZI ” di fare il possibile per concludere il campionato nelle prime dieci posizioni.

Un campionato iniziato subito bene, ricordaci le vostre prove del campionato…

Con nostra immensa sorpresa, il 2016 è cominciato benissimo, con una Lama che ci ha inserito subito al sesto posto della classifica progressiva e una prova in “casa”, al Navigabile, che ci ha regalato il secondo posto. La terza prova, si è svolta in Piemonte, sulle rive del Bormida e del Tanaro. Una prova su fiume, una prova molto difficile e proprio per questo molto bella e stimolante…non ne siamo stati all’altezza…quello che ci è mancato, è stata sicuramente un po’ di esperienza in più e la conoscenza del posto. Ma non ci siamo arresi e abbiamo continuato a crederci. In Fissero ci siamo rifatti e abbiamo risalito la classifica, presentandoci all’ultima prova sullo spettacolare Mincio in sesta posizione. Lì sì, li abbiamo cominciato a sperare di salire sul podio, anche se, sapevamo di andare incontro ad una gara estremamente difficile,ripeto, il Fiume ci fa ancora un po’ paura…bisogna saperlo interpretare… I nostri ” rivali ” erano agguerriti e volevano far bene tanto quanto noi…Finita la pesatura avevamo totalizzato 11 punti, un bel risultato,ma non sapevamo se sarebbe bastato per salire sul podio e poi…è tutto vero…ABBIAMO VINTO!!!

Squadra vincente con prodotti vincenti, ci vuoi dire qualcosa al riguardo?

Si eccome, come pastura abbiamo usato la special Peschiera, micidiale in questo campo gara, e abbiamo pescato all’inglese con i galleggianti XD Ultimate da 14 e 16 gr con circa 3 mt di acqua con in lenza circa mezzo grammo di piombo a scalare verso il basso con dei pallini del numero 7. Abbiamo innescato prevalentemente caster e casterone su un amo della nuova serie XPS 440 Xn del numero 16 e con i bigattini la serie 121 XB del numero 20.

Hai un gruppo straordinario che ha fatto un bel gruppo…hai qualcuno in particolare da ringraziare?

Se mi permetti Simone voglio ringraziare ” I MIEI RAGAZZI ” che quest’anno mi hanno accontentata in tutto. Mi hanno resa molto orgogliosa per il risultato ottenuto ma, soprattutto, per le ” PERSONE ” che sono diventate. In quattro anni li ho visti crescere e migliorarsi, diventando sempre più, quel “GRUPPO” che ci ha permesso di salire sul gradino più alto del podio.

14440877_1416421215037998_2273508007526560823_n

I miei ringraziamenti vanno anche a Marco Ferrari che crede in noi, ci sostiene e non ci fa mancare nulla. Domenica è stato il suo compleanno e purtroppo per impegni lavorativi non è potuto essere presente, ma, è stato comunque bellissimo poterlo chiamare tutti insieme in viva voce direttamente dal raduno augurandogli buon compleanno e regalandogli la vittoria. Un momento che resterà nel cuore di tutti.

Voglio ringraziare LA GRANDE AZIENDA TRABUCCO, grazie alla quale, abbiamo potuto affrontare il campionato disponendo di quanto di meglio il mercato della pesca sportiva possa offrire.

Un ringraziamento speciale va al nostro più grande tifoso, il nostro Presidente, Walter Zangani, che nonostante i mille impegni , è stato presente su tutti i campi di gara sin dal 2013 quando questa squadra ha preso forma e ha cominciato a gareggiare nel campionato provinciale.

Grazie a tutti i nostri CAMPIONI, sempre disponibili nel dispensare consigli, mettendo a nostra disposizione tutta la loro grande esperienza. Sempre presenti nel sostenerci, anche quando lontani, impegnati nel loro campionato, non è mai mancata una telefonata, un messaggio, non ci siamo mai sentiti soli e quando hanno potuto,sono stati delle “SPONDE” d’eccezione e tutti insieme ci hanno applauditi quando quest’anno siamo saliti sul gradino più alto del podio.

Grazie anche a tutti i nostri compagni del regionale e del provinciale, anche loro sempre pronti a farci da sponda e a darci una mano nel preparare le gare.

Grazie al sesto componente della nostra squadra, Fabrizio Magrini per noi il JOHN che è sempre stato con noi.
Un ultimo pensiero al grande Mauro Trevisani che da lassù ci ha messo sicuramente del suo. Grazie Mauro.

Un saluto e un arrivederci a presto, a tutte le persone meravigliose che abbiamo conosciuto durante questo campionato.

13920968_1366845133328940_3313236636088661100_n

Articolo di Simone Ravizza, foto fonte Fb Tania Pedratti

ravizzasimone

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.