CAMPIONATO ITALIANO FEMMINILE INDIVIDUALE: OGGI LA PRIMA PROVA IN CAVO LAMA A CA ROSSA

Nel canale Cavo lama nel tratto di Cà Rossa si è disputata quest’oggi la prima delle sei prove del campionato italiano individuale femminile che ha visto la partecipazione di 25 atlete suddivise in tre settori A, B, settore tecnico di 5 concorrenti, e il C.

Un canale in gran spolvero si è presentato questa mattina alle nostre concorrenti, l’acqua purtroppo non sembrava delle migliori in quanto era sporcata da una patina in sospensione, poi una leggera brezza favorevole ha spostato il tutto verso la parte opposta lasciando lo spazio per pescare.

Ancora una volta le nostre donne hanno dato prova di capacità, caparbietà e di sopportazione per il gran caldo che oggi ha messo a dura prova sia le concorrenti che gli spettatori.

Infatti 32 gradi non sono temperature da poco ma si sa la passione fa fare questo e altro.

La media del pescato è stata buona, a differenza della domenica precedente quando il pesce sembrava essere un pò latitante, invece oggi ha risposto assicurando una media procapite superiore ai 3500 punti con punte di 6300 punti toccata da Valentina Borsari.

Ricapitolando, il settore A ha visto primeggiare la zia Micheli Rosa al picchetto A7 che con una condotta di gara alquanto regolare ha inanellato una serie interessante di carassi anche di buona taglia per un peso totale di 4850 grammi seguita a ruota dalla rinata Lisa Giunti da un paio di anni assente per impegni famigliare oggi è ritornata in gran spolvero con un grandissimo secondo posto al picchetto A4 con 4820 punti, meravigliosa terza la Turrini Silvina, la campione sa del mondo, che al picchetto A10 ha saputo destreggiarsi nonostante una partenza in salita, ha saputo nella parte finale della gara riprendersi e terminare al terzo posto della classifica con 4760 punti vale a dire a 90 grammi dal primo e a 60 grammi dal secondo.

Con una condotta di gara esemplare, soprattutto nella quarta ora, mentre le altre concorrenti erano abbastanza ferme, lei ha chiuso con 97 pesci che gli sono valsi il peso di 4760 grammi.

Al quarto posto con 124 pesci Annina Sgobbo che con una gara maiuscola chiude a 90 grammi dal primo posto alla fine risulta la concorrente con il numero maggiore di pesci catturati anche se non ha premiato la taglia per un peso totale di 4740.

Se andiamo a scorrere la classifica le prime cinque sono racchiuse in poco spazio.

Nel settore tecnico ha prevalso la Colombo Graziella con una magnifica carpa di quasi 2 chili per un peso complessivo di 5810 grammi.

Nel settore C, settore più difficile e competitivo per il valore delle presenti, con la Brilli Federica al numero 10, la Borsari Valentina al numero 6 la Veronica Visciglia al numero 5 e la Pollastri Simona al numero 4.

Prevale fra queste quattro grandi agoniste la Borsari Valentina che ha fatto registrare il maggior peso della giornata con 6300 punti a seguire Brilli con 6000, poi la Visciglia con 5970 e a ruota la Pluricampionessa Simona Pollastri con 5720 grammi.

Quella di oggi è stata una gara molto impegnativa che ha messo a dura prova le agoniste non solo per il caldo ma anche per le scelte tecniche vincenti che non erano facili da individuare.

Chi ha fatto le scelte giuste indovinando il tipo di grammatura, il galleggiante e il giusto appoggio, al di la della pasturazione che era simile per tutte, chi ha saputo presentare le esche migliori e ha interpretato il minimo spostamento del galleggiante ha saputo avere ragione di questi diffidenti carassi.

Il campo gara oggi è stato lasciato a riposo per poi domani mattina riprendere le sfide delle nostre 25 concorrenti con la 2 prova di questo campionato italiano individuale che si preannuncia molto combattuto anche perchè i nuovi regolamenti prevedono che la nuova nazionale sarà formata dalle prime tre classificate e a completamento con le scelte tecniche.

Sarà dunque una lotta acerrima per le prime tre posizioni finali.

Oggi sul campo gara a visionare le nostre ragazze erano presenti anche alcuni dirigenti Fipsas come Fernando Landonio e Antonio Fusconi e i due CT Maurizio Teodoro e Stefano Defendi.

Dal cavo lama Giuseppe Spagolla

GALLERIA FOTOGRAFICA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.