CIBA 2017: SUL FIUME ELSA VINCONO LE ALBORELLE !

Sabato 16/09/2017 si è svolta la seconda prova del CIBA 2017, il campionato italiano di pesca al colpo riservato a bancari ed assicurativi.

Dopo l’annullamento della prova del Cavo Lama il circus dei bancari ha fatto tappa in toscana per poi chiudere ad ottobre con una doppia prova in quel di Ostellato.

Dopo le prove del venerdì la serata antecedente la gara è stata dedicata ad un “terzo tempo anticipato”, infatti la maggior parte dei partecipanti si sono ritrovati presso il locale “L’Antica Sosta” di Castelfiorentino per un aperitivo e successiva cena a base di ottime pietanze ma soprattutto di tanti sfottò e risate a testimonianza del fatto che partecipare a questo campionato regala sicuramente qualcosa che va oltre l’agonismo in senso stretto e per questo l’invito a tutti i “bancassicurativi” e parenti è di prendere contatto con gli organizzatori del Ciba per provare l’esperienza di questa kermesse.

Fatta questa premessa passiamo a parlare della competizione in senso stretto che si è svolta, come detto, nel fiume Elsa nel tratto denominato Granaiolo.

Questo fiume che solitamente è il regno dei cavedani ha sofferto non poco le copiose precipitazioni dei giorni passati e si è presentato in forma abbastanza precaria. Infatti anche nei giorni di prova si era visto che i cavedani sembravano latitanti mentre rispondevano all’appello i carassi e soprattutto le numerosissime alborelle che rendevano anche difficoltosa l’azione di pesca per chi voleva dedicarsi al tentativo di catturare qualche pesce di taglia.

Vista la scarsità di pesci di taglia la tattica che è apparsa la più corretta è stata sicuramente quella di una partenza al pesce piccolo per poi virare prontamente verso la cattura di pesci di taglia nel caso si notassero catture da parte di altri concorrenti.

Alla fine di pesci di taglia ne sono usciti davvero pochi ed i piazzamenti (salvo casi rari) sono stati fatti dai concorrenti che per tre ore si sono dedicati alla pesca degli argentei pesciolini.

Tra questi Luca Caslini di Banca Mediolanum è riuscito a portarne in nassa ben 2,540 kg realizzando per la seconda gara consecutiva l’assoluto di giornata e soffiandolo per soli 20 grammi allo sfortunato Massimo Pasi di Banca Intesa che per una manata di pesciolini deve accontentarsi del secondo posto assoluto vincendo comunque il proprio settore.

Per quanto riguarda la classifica a squadre è ancora una volta Antonveneta a fare la voce grossa con 11 penalità. I ragazzi Cusin, Rossato, Maritan e Bagarello si sono ricordati che nella loro vita alieutica hanno messo in nassa qualche milione di alborelle e così grazie alla grande esperienza hanno saputo conquistare il podio di giornata seguiti da Banca Intesa con 12 e da Mediolanum con 14,5.

Per quanto riguarda la classifica progressiva dopo due prove a livello individuale troviamo davanti a tutti Luca Caslini di Banca Mediolanum a punteggio pieno con due primi seguito da un quartetto con 3 penalità composto da Andrea Venturetti, Gamberoni Paolo , Natale Bagarello e Massimo Pasi.

A squadre invece dominio di Antonveneta che guida la classifica con 20,5 penalità tallonata da Banca Mediolanum con 24,5.

Prossimo appuntamento ad ottobre ad Ostellato con una doppia prova che decreterà i vincitori di questo Ciba 2017.

CLICCA SUI SEGUENTI LINK PER VISUALIZZARE LE CLASSIFICHE

CIBA settori

giornata squadre

giornata individuale

progressiva squadre

progressiva individuale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.