AL VIA IL CAMPIONATO REGIONALE CAMPANIA

Domenica 29 aprile 2018 ha preso il via il Campionato Regionale Campania che, quest’anno, presenta alcune importanti peculiarità.

Negli scorsi mesi, infatti, il Gruppo di Lavoro aveva espresso la necessità di equiparare, quanto più possibile, ma senza stravolgerlo del tutto, il Campionato Regionale Campania al Trofeo di Serie A5. Questo obiettivo, condiviso da tutti i partecipanti, è stato dettato dalla volontà di frequentare maggiormente i nuovi campi gara, teatro del più prestigioso torneo di serie A nel tentativo di poter competere maggiormente con le squadre delle altre regioni, di certo migliori conoscitori di tali campi.

Proprio in quest’ottica, si è deciso anche di aumentare la durata di gara da 3 a 4 ore, consci che un’ora in più presenta difficoltà maggiori, anche in termini di resistenza fisica, oltre che di organizzazione tecnica.

In ultimo, ma non per scelta del Gruppo di Lavoro, il numero di partecipanti è salito dalle solite 20 squadre a 25, rendendo, così, sicuramente più entusiasmante ed avvincente questo campionato di per sé già di ottimo livello tecnico.
E così, domenica 29 aprile si sono date raduno, sulle sponde dell’arcinoto lago Mignatta, alias San Giorgio, le 25 squadre campane pronte a darsi battaglia per la conquista del titolo finale.

A trionfare, è stata la CPS Sele Trabucco, con 11 penalità, cui va il bel trofeo messo in palio dalla Lenza Benevento Tubertini che, more solito, organizza con molta passione questa manifestazione in memoria del compianto Antonio De Luca seguita, a pari merito, dalla Lenza Napoletana Tubertini e dalla Lenza Club Brezza Colmic con 13.

Complimenti alle 3 società di vertice, quindi, che hanno saputo interpretare al meglio le acque, domenica decisamente limacciose e scure, del lago Mignatta.

Con ogni probabilità, proprio il calore caffellatte dell’acqua, è stata la causa della minore pescosità, quantomeno al di sotto dei soliti standard, quest’anno con la novità dei famelici pesci gatto che hanno, almeno in alcuni settori, soppiantato i carassi. Da un po’ di tempo a questa parte, infatti, sono comparsi numerosissimi pesci gatto che, comunque, hanno raggiunto buone dimensioni e, quindi, indispensabili nell’economia della competizione, specialmente nelle gare a squadra.

Un ultimo, doveroso pensiero, va all’amico Danilo Russi, scomparso prematuramente a causa di un infarto. Anche se da qualche anno Danilo aveva abbandonato la pesca sportiva dedicandosi al motociclismo con la sua Harley Davidson, tutti lo ricordano per aver calcato i campi gara per tantissimi anni e sempre ad ottimi livelli. L’ultima sua società di appartenenza è stata proprio la Lenza Benevento Tubertini, organizzatrice della manifestazione. Danilo è l’ennesimo, caro amico, che ci mancherà.

Ciao Danilo

Per Match Fishing Italia
Michele Lozupone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.