Rendimento Pool Master: Giuliano Prandi blinda il primato

Quando siamo ormai a metà stagione agonistica 2018, sembra utile dare un’occhiata alla classifica principe del Pool Master, il Rendimento. L’aggiornamento è provvisorio e ufficioso, tanto per dare una informazione utile sull’andamento delle operazioni, senza aspettare la classifica finale e anche per poter godere più intensamente la seconda parte della stagione

 

Giuliano Prandi in azione. La attuale situazione nel Rendimento, salvo imprevedibili rovesci, lascia intravedere la conquista di un altro successo da parte del reggiano della Lenza Emiliana Tubertini

Dunque Giuliano Prandi (Emiliana Tubertini), come bene emerge dalla classifica, ha sostanzialmente “blindato” la sua posizione. Partito con un grande 2,06, adesso ha limato addirittura di tre centesimi e la famosa soglia del 2,00 è ancora alla sua portata. Giuliano ha tre primi (tutti nel Canal Bianco con Pasinetti e due CIS) un quinto ed un terzo nel Cavo Lama. Tanto per dare un’idea matematica ed assolutamente teorica di quello che potrebbe succedere nelle ultime quattro prove (coefficiente 0,8) il risultato finale di Giuliano è sicuramente all’interno di una “forchetta” (qui mi sembra di essere Pagnoncelli agli exit poll…) compresa fra 1,92 (se facesse tutti primi) e 2,57 (se facesse quattro 10)… Una via di mezzo ? Eccola, con quattro quinti Prandi chiuderebbe comunque a 2,21.

Questa è la situazione dei primi venti (ufficiosamente e provvisoriamente elaborata) della classifica di Rendimento Nord 2014-18

Il suo più prossimo inseguitore attualmente è Luca Maffei (Valdera (Colmic) che sta avendo un’ottima stagione, anche lui imbattuto in Canal Bianco e con un 2,5 ed un 3 nella Lama, scende dall’iniziale 2,56 che gli valeva la undicesima posizione in una griglia molto affollata, ad un 2,40 molto buono, anche se pare obbiettivamente difficile che il pontederese possa attaccare il primato di Prandi. La sua miglior proiezione (con quattro primi) lo porta infatti a 2,25.

Luca Maffei (Valdera Colmic) occupa attualmente la seconda posizione in classifica

Anche Lorenzo Bruscia (Emiliana Tubertini), con una stagione buona ma non eccezionale come quella dello scorso anno, sembra aver rimandato il possibile attacco al compagno Prandi: attualmente il toscano è a 2,43, anche lui con un orizzonte massimo di 2,25 sta comunque egregiamente tenendo una posizione  da podio.

Lorenzo Bruscia (Emiliana Tubertini), dopo l’eccezionale exploit nelle ultime tre stagioni, sta un poco “rifiatando” mantenendosi comunque in zona podio…

Ed eccoci a Massimo Braccagni (Bar Sport Fornacette Colmic) che gareggia in A3. Al contrario degli altri primattori il “Bracca” ha sofferto il canale di Adria, dove ha fatto un quarto al Pasinetti ed un ottavo in A3, mentre ha ben recuperato nel Cavo Lama con un primo ed un secondo. Lui, in questo momento vale un ottimo 2,50, ma naturalmente avendo poche gare al suo attivo ogni piazzamento ha un valore molto “pesante”: con tre primi nelle gare che mancano scenderebbe a 2,31 ed è sicuramente in lotta per il podio.

Il grande momento di gloria di Massimo Braccagni (a sibnistra nella foto): premiato al Pasinetti come secondo nel Rendimento ma a pari punti con Giuliano Prandi. A destra Cristiano Stocchi di Italian Fishing TV

A seguire troviamo il solito prevedibile affollamento su medie notevolissime con ben altri cinque garisti nella fascia del 2,50 e tra questi un eccezionale Leonardo Iacopini (Aglianese Colmic) che, non contento di partire in decima posizione nella griglia, addirittura si è portato al quinto posto, consolidando la sua media con 2,53. E poi quelli che ormai sono dei “big” come Paolo Cauzzi (Ravanelli Trabucco) anche lui a 2,53, ed un trio della Lenza Emiliana Tubertini con Andrea Giambrone a 2,56, Moreno Ravaglia a 2,58 ed un grande Marcello Corradi che grazie ad una stagione stupenda con tre primi e due secondi scende anche lui a 2,58 guadagnando ben dieci posizioni in classifica generale.

Leonardo Iacopini (Lenza Aglianese Colmic), fiondatosi alla grande nella classifica di ingresso del Rendimento, tiene botta al cospetto di tutti i migliori campioni

Qualche posizione sembra invece destinato a cederla il campione della Ravanelli Trabucco “Luigino Sorti, che dopo il promettente primo al Pasinetti, ha inforcato una serie di piazzamenti “così-così” con una media che lievita leggermente passando ora a 2,63.

Fa un pò specie una classifica che non vede fra i primi dieci nessun rappresentante dell’Oltrarno Colmic che però appare in ripresa soprattutto con Jacopo Falsini (che attualmente guadagna ben dieci posizioni) e che, in attesa di miglior sorte… piazza comunque cinque uomini fra i primi venti con FiniPremoliFrigieri e Reverberi. In questo arco, con Ballabeni (Emiliana Tubertini) e Naro (Groane Maver),  ci sono anche altri due pontederesi della Valdera Colmic, Gabbarrini e Bianchini.

Da rilevare proprio le classifiche di Gionata Bianchini (Valdera Colmic) e di Marco Fracassi (Ravanelli Trabucco), che guadagnano rispettivamente quattordici e quattro posizioni sulla classifica di ingresso.

Marco Fracassi (Ravanelli Trabucco) si sta davvero dimostrando all’altezza dei migliori

In ultimo rammentiamo la particolare situazione di classifica del capofila della griglia di partenza, Maurizio Calani. Il garista della Cannisti Pescaluna Ballabeni Tubertini non potrà entrare in classifica a fine 2018, per mancanza del numero minimo di gare (che avrebbe raggiunto solo qualificandosi per il Pasinetti attraverso il Test Match), comunque attualmente, per la cronaca, il suo rendimento è di 2,60 con due secondi ed un ottavo in Serie A1.

Questo articolo osserva una politica di eliminazione/contenimento degli inglesismi nella lingua italiana.

Ecco la classifica provvisoria in pdf.

Rendimento provvisorio

a cura di Stefano Bastianacci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.